10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno

10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno

La Cgil Toscana ha aderito alla XIV edizione di “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, partecipando alla camminata promossa da Caterpillar-Radio2 che dedica la giornata alla bellezza del camminare: Dalla sede di Cgil Toscana fino ad una meta simbolica: il Monumento di Piazza Tasso che ricorda l’eccidio fascista dei civili del 17 luglio ‘44, “così tra andata e ritorno ognuno dei partecipanti ha percorso circa 10.000 passi antifascisti”.

“Anche in una terra come la Toscana negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una vergognosa recrudescenza di atti ed episodi di matrice neofascista e razzista, a cui la Cgil vuole rispondere tutelando la memoria e con fermezza: per questo sabato 24 febbraio saremo a Roma alla manifestazione nazionale antifascista per dire ‘mai più fascismi’ e ‘mai più razzismi’, e tantissimi pullman della Cgil partiranno da tutta la Toscana. E non a caso oggi, aderendo alla giornata del risparmio energetico ‘M’illumino di meno’, a Firenze abbiamo voluto fare una passeggiata ‘antifascista’ dalla nostra sede al monumento in piazza Tasso che ricorda l’eccidio di civili per mano fascista nel 1944
Tanti ci chiedono: perché vi occupate di fascisti anziché di lavoro? Intanto, non è in sostituzione ma in aggiunta. Poi, non è certo un caso che i nomi dei nostri dirigenti sindacali ricorrano nelle cronache della Resistenza. Infine, per noi il lavoro è libertà prima ancora che emancipazione: cosa che il fascismo sapeva bene, non a caso sciolse i sindacati liberi. Schierarsi dalla parte dei diritti, siano i diritti del lavoro o quelli di cittadinanza, democrazia e libertà, è nel nostro Dna.
Con le elezioni politiche alle porte, è un momento particolare e delicato in cui bisogna essere irremovibili nelle azioni e sui princìpi: chiediamo che si applichi la Costituzione, va vietata la ricostituzione dei partiti fascisti e va riconosciuto il reato di apologia del fascismo. Sono leggi che non limitano affatto le libertà, come qualcuno dice, ma che, anzi, sono state pensate proprio a tutela delle libertà”.

Dalida Angelini, segretaria generale Cgil Toscana

L'articolo 10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi

10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno

10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno

La Cgil Toscana ha aderito alla XIV edizione di “M’illumino di meno”, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, partecipando alla camminata promossa da Caterpillar-Radio2 che dedica la giornata alla bellezza del camminare: Dalla sede di Cgil Toscana fino ad una meta simbolica: il Monumento di Piazza Tasso che ricorda l’eccidio fascista dei civili del 17 luglio ‘44, “così tra andata e ritorno ognuno dei partecipanti ha percorso circa 10.000 passi antifascisti”.

“Anche in una terra come la Toscana negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una vergognosa recrudescenza di atti ed episodi di matrice neofascista e razzista, a cui la Cgil vuole rispondere tutelando la memoria e con fermezza: per questo sabato 24 febbraio saremo a Roma alla manifestazione nazionale antifascista per dire ‘mai più fascismi’ e ‘mai più razzismi’, e tantissimi pullman della Cgil partiranno da tutta la Toscana. E non a caso oggi, aderendo alla giornata del risparmio energetico ‘M’illumino di meno’, a Firenze abbiamo voluto fare una passeggiata ‘antifascista’ dalla nostra sede al monumento in piazza Tasso che ricorda l’eccidio di civili per mano fascista nel 1944
Tanti ci chiedono: perché vi occupate di fascisti anziché di lavoro? Intanto, non è in sostituzione ma in aggiunta. Poi, non è certo un caso che i nomi dei nostri dirigenti sindacali ricorrano nelle cronache della Resistenza. Infine, per noi il lavoro è libertà prima ancora che emancipazione: cosa che il fascismo sapeva bene, non a caso sciolse i sindacati liberi. Schierarsi dalla parte dei diritti, siano i diritti del lavoro o quelli di cittadinanza, democrazia e libertà, è nel nostro Dna.
Con le elezioni politiche alle porte, è un momento particolare e delicato in cui bisogna essere irremovibili nelle azioni e sui princìpi: chiediamo che si applichi la Costituzione, va vietata la ricostituzione dei partiti fascisti e va riconosciuto il reato di apologia del fascismo. Sono leggi che non limitano affatto le libertà, come qualcuno dice, ma che, anzi, sono state pensate proprio a tutela delle libertà”.

Dalida Angelini, segretaria generale Cgil Toscana

L'articolo 10mila passi antifascisti della Cgil Toscana per M’illumino di meno proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi