15° anniversario Strage di Nassirya, Cellai: “Forza Italia torna a chiedere che Firenze dedichi una targa ai nostri caduti”

15° anniversario Strage di Nassirya, Cellai: "Forza Italia torna a chiedere che Firenze dedichi una targa ai nostri caduti"

d58265 12 Novembre 2018

"Vista la mancata realizzazione di un'opera d'arte nonostante il voto del Consiglio comunale, la nostra città ricordi così gli eroi italiani morti per garantire la pace"

"Nel 15° anniversario della Strage di Nassirya, il Comune di Firenze prenda l'iniziativa di apporre una targa con i nomi dei 19 italiani caduti in un luogo simbolico della città". La proposta è stata avanzata oggi dal capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai, che già lo scorso anno aveva fatto la stessa richiesta, senza però che l'amministrazione comunale gli abbia poi dato seguito.
"Visto che non è mai stata attuata la nostra proposta, avanzata ed approvata dal consiglio comunale nello scorso mandato, di realizzare un'opera d'arte da dedicare ai caduti italiani a Nassirya a Firenze, si decida almeno di apporre una targa, dove sia per tutti possibile onorare la memoria di chi è caduto nell'adempimento del proprio dovere per garantire la pace in Iraq e combattere il terrorismo islamico in tutto il mondo" ha aggiunto Cellai.

"Abbiamo apprezzato che il presidente del Consiglio comunale Ceccarelli abbia dedicato una comunicazione nella seduta di oggi in memoria delle vittime, ma Firenze deve fare di più, deve lasciare un segno permanente della propria gratitudine per chi è morto per garantire la pace quindici anni fa in Iraq" ha concluso il capogruppo azzurro. (fdr)

L'attentato del 12 novembre 2003 provocò 28 morti, 19 italiani e 9 iracheni. Gli italiani sono:
I Carabinieri
Massimiliano Bruno, maresciallo aiutante, Medaglia d'Oro di Benemerito della cultura e dell'arte
Giovanni Cavallaro, sottotenente
Giuseppe Coletta, brigadiere
Andrea Filippa, appuntato
Enzo Fregosi, maresciallo luogotenente
Daniele Ghione, maresciallo capo
Horacio Majorana, appuntato
Ivan Ghitti, brigadiere
Domenico Intravaia, vice brigadiere
Filippo Merlino, sottotenente
Alfio Ragazzi, maresciallo aiutante, Medaglia d'Oro di Benemerito della cultura e dell'arte
Alfonso Trincone, Maresciallo aiutante
I militari dell'Esercito
Massimo Ficuciello, capitano
Silvio Olla, maresciallo capo
Alessandro Carrisi, primo caporal maggiore
Emanuele Ferraro, caporal maggiore capo scelto
Pietro Petrucci, caporal maggiore
I civili
Marco Beci, cooperatore internazionale
Stefano Rolla, regista

I commenti sono chiusi