Al via le cerimonie per il 48° anniversario dell’alluvione di Firenze … – gonews


gonews

Al via le cerimonie per il 48° anniversario dell'alluvione di Firenze ...
gonews
Martedì prossimo, 4 novembre, la città di Firenze ancora una volta ricorderà il tragico evento dell'alluvione che la colpì la mattina del 4 novembre 1966 e che costò la vita a 17 fiorentini in città e a 18 persone della provincia, tra cui due piccoli ...
Alluvione del 1966 a Firenze: corona d'alloro nell'Arno in ricordo 35 ...Meteo Web
Alluvione di Firenze, 48° anniversario055firenze

tutte le notizie (7) »

Anastacia recupera il 12 gennaio la data cancellata a Firenze – La Repubblica Firenze.it


La Repubblica Firenze.it

Anastacia recupera il 12 gennaio la data cancellata a Firenze
La Repubblica Firenze.it
Anastacia recupera il 12 gennaio la data cancellata a Firenze Anastacia torna in Italia a gennaio per recuperare le date cancellate in questi giorni a Roma, Firenze e Padova, a causa di una forte laringite che l'ha costretta a sospendere il suo ...
Dopo stop per laringite cantante recupera date cancellate ItaliaANSA.it
Anastacia costretta a rinviare i suoi spettacoli di Roma e FirenzeComingSoon TV
Anastacia: concerto rinviato a Roma e Firenze per una laringite ...Excite Italia
055firenze -105.net
tutte le notizie (55) »

Sampdoria e Fiorentina in cifre: i liguri non segnano da 232 minuti … – gonews


gonews

Sampdoria e Fiorentina in cifre: i liguri non segnano da 232 minuti ...
gonews
Sampdoria e Fiorentina sono due delle 5 squadre della serie A 2014/15 ancora senza rigori a favore: come blucerchiati e viola, anche Chievo, Udinese e Palermo. La Sampdoria non segna da 232′: ultima rete di Obiang al 38′ di Cagliari-Sampdoria 2-2 ...
Sampdoria-Fiorentina: Probabili Formazioni (2014-15)CalcioNow
Sampdoria – Fiorentina, le probabili formazioniStop and Goal
Mihajlovic soddisfatto della sua Samp: turnover "limitato" in vista ...CalcioWeb
Calcio News 24 -Calciomercato Napoli
tutte le notizie (7) »

Alluvione in Maremma, Rossi: “Domani al via ripulitura alveo Albegna”

FIRENZE - Partirà domani la rimozione dei sedimenti dall'alveo del fiume Albegna e sarà  velocizzata la realizzazione delle tre opere importanti di riduzione del rischio idraulico. Lo ha annunciato oggi il presidente Enrico Rossi incontrando, insieme all'assessore regionale all'ambiente Anna Rita Bramerini, i sindaci dei Comuni maremmani colpiti dall'ultima alluvione in una riunione convocata per fare il punto e fissare il cronoprogramma delle opere di somma urgenza e quelle strutturali, come l'argine remoto e la cassa d'espansione,  già programmate dopo l'alluvione del 2012.

"Grazie alla recentissima legge approvata in consiglio regionale - ha detto Rossi - , che ci dice che dopo la dichiarazione dello stato d'emergenza il presidente della Regione può fare il commissario e quindi stilare un elenco di opere di estrema urgenza e farle eseguire in tempi rapidi, aumentano le nostre responsabilità ma questa condizione ci permette di fare più velocemente. L'anticipazione in Toscana dello Sblocca Italia per opere di importo inferiore ai 5 milioni e 200mila euro consente di ridurre i tempi degli interventi strutturali già programmati.

Pertanto i lavori per l'argine remoto - ha proseguito Rossi - saranno affidati tra un mese per concludersi a settembre 2015. Possiamo anche far partire le procedure di gara per i lavori dell'adeguamento dei torrenti Magione e Radicata a gennaio, per chiudere il cantiere entro l'estate 2016. Inoltre domattina, appena i sindaci avranno firmato le ordinanze, potranno prendere il via i lavori di escavazione con movimentazione di materiale dall'alveo dell'Albegna. Un'operazione di somma urgenza che finanzia la Regione con un milione di euro e che esegue il Consorzio anticipando le risorse".

Ammontano in tutto a 4 milioni di euro le opere di somma urgenza che sta attuando il Consorzio di bonifica: le tre somme urgenze da 1 milione e 300mila di ripristino dello spaltone dell'Albegna e dell'argine del Magione Radicata, più tutti gli interventi sulla viabilità regionale e provinciale per 1 milione e 600mila euro.  A questi 4 milioni si aggiungono i 5 milioni che si chiederanno per i danni ai privati.

Nell'incontro è  stato deciso che sempre grazie alle disposizioni della nuova legge, si accelerano le attività nella zona di Camporegio. La progettazione è in fase conclusiva e i lavori inizieranno a gennaio 2015 per finire entro l'estate del 2016. L'ammontare dell'importo è pari a 15 milioni di euro: 7,5 carico della Regione e 7,5 a carico di Anas e Rfi che hanno preso l'impegno di fare la loro parte.