22 marzo, Giornata Mondiale sull’acqua

22 marzo, Giornata Mondiale sull'acqua

La ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, ogni anno festeggia l'acqua, sinonimo di vita.
Firenze partecipa con la visita alla cisterna di Carraia

d15318 20 Marzo 2018

Il 22 marzo di ogni anno si festeggia l’acqua, l’elemento sinonimo di vita. ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, per evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Sono infatti circa 750 milioni, secondo l’Unicef, le persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile.

Questo bene è essenziale per sopravvivere e per proteggere la propria salute.

L’obiettivo dell’Onu è di “migliorare entro il 2030 la qualità dell’acqua eliminando le discariche, riducendo l’inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e di scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando considerevolmente in tutto il mondo il riciclaggio e il reimpiego sicuro”.

Firenze partecipa alla giornata di sensibilizzazione, con la visita all’impianto della Carraia, il serbatoio, situato nei pressi della porta San Miniato a Firenze, è una delle infrastrutture più belle e meglio conservate dell’acquedotto cittadino, realizzato dagli ingegneri Raffaele Canevari e Luigi del Sarto che affiancavano l’architetto Giuseppe Poggi nel rinnovamento delle infrastrutture per Firenze capitale. Un serbatoio ancora in uso di cui, grazie a lavori di manutenzione in corso, è eccezionalmente visitabile una delle due cisterne abitualmente occupata dall’acqua che transita dall’impianto prima di essere spinta verso le zone collinari a sud di Firenze. La visita si articolerà in una prima parte di breve introduzione storica delle vicende che portarono alla costruzione del nuovo acquedotto municipale, del serbatoio ed alla sua inaugurazione nel 1877. La visita proseguirà con la discesa all’interno dei locali dell’impianto e quindi, come detto, all’interno della maestosa cisterna a volte. All’esterno sono previsti brevi laboratori per bambini dal titolo “Bevi a Modino!”. L’accesso al giardino attorno al serbatoio, alla mostra dei pannelli illustrativi e alle attività didattiche è libero e gratuito, dalle 9 alle 13. La visita guidata all’interno del serbatoio è gratuita ma a numero chiuso, organizzata su tre turni (9.30; 10.30; 12) prenotabili al numero 348-6973422 nella fascia oraria 14-18 e fino ad esaurimento posti. L’ingresso è dal giardino Piero Filippi di Carraia in via dell’Erta Canina a Firenze.

 

I commenti sono chiusi

22 marzo, Giornata Mondiale sull’acqua

22 marzo, Giornata Mondiale sull'acqua

La ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, ogni anno festeggia l'acqua, sinonimo di vita.
Firenze partecipa con la visita alla cisterna di Carraia

d15318 20 Marzo 2018

Il 22 marzo di ogni anno si festeggia l’acqua, l’elemento sinonimo di vita. ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, per evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Sono infatti circa 750 milioni, secondo l’Unicef, le persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile.

Questo bene è essenziale per sopravvivere e per proteggere la propria salute.

L’obiettivo dell’Onu è di “migliorare entro il 2030 la qualità dell’acqua eliminando le discariche, riducendo l’inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e di scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando considerevolmente in tutto il mondo il riciclaggio e il reimpiego sicuro”.

Firenze partecipa alla giornata di sensibilizzazione, con la visita all’impianto della Carraia, il serbatoio, situato nei pressi della porta San Miniato a Firenze, è una delle infrastrutture più belle e meglio conservate dell’acquedotto cittadino, realizzato dagli ingegneri Raffaele Canevari e Luigi del Sarto che affiancavano l’architetto Giuseppe Poggi nel rinnovamento delle infrastrutture per Firenze capitale. Un serbatoio ancora in uso di cui, grazie a lavori di manutenzione in corso, è eccezionalmente visitabile una delle due cisterne abitualmente occupata dall’acqua che transita dall’impianto prima di essere spinta verso le zone collinari a sud di Firenze. La visita si articolerà in una prima parte di breve introduzione storica delle vicende che portarono alla costruzione del nuovo acquedotto municipale, del serbatoio ed alla sua inaugurazione nel 1877. La visita proseguirà con la discesa all’interno dei locali dell’impianto e quindi, come detto, all’interno della maestosa cisterna a volte. All’esterno sono previsti brevi laboratori per bambini dal titolo “Bevi a Modino!”. L’accesso al giardino attorno al serbatoio, alla mostra dei pannelli illustrativi e alle attività didattiche è libero e gratuito, dalle 9 alle 13. La visita guidata all’interno del serbatoio è gratuita ma a numero chiuso, organizzata su tre turni (9.30; 10.30; 12) prenotabili al numero 348-6973422 nella fascia oraria 14-18 e fino ad esaurimento posti. L’ingresso è dal giardino Piero Filippi di Carraia in via dell’Erta Canina a Firenze.

 

I commenti sono chiusi