350 anni Saint-Gobain, Rossi: “Potenziare i legami già esistenti col territorio”

FIRENZE - "Abbiamo aperto i bandi per i nuovi finanziamenti europei e invito la Saint-Gobain ad esser partner, a fare rete, a presentare progetti per legarsi ancora più al territorio. In tempi rapidi faremo accordi sui risparmi energetici e ritengo che questa importante realtà possa mettersi alla testa di questi accordi per promuovere una produzione sostenibile e sicura". C'era anche il presidente Enrico Rossi, stamattina a Pisa, all'apertura della due giorni di festa per i 350 anni dello storico Gruppo Saint-Gobain. I festeggiamenti hanno coinvolto anche la città toscana dato che qui, nel 1889, è stato costituito il primo stabilimento italiano della multinazionale.

 

Il presidente Rossi ha aperto il proprio intervento sottolineando l'importanza di tornare ad investire e produrre in Toscana. "C'è qualche segnale di ripresa – ha detto – ma non bisogna nè esaltarsi nè deprimersi, anche se la fase di recessione sembra essere alle nostre spalle. Molto dipende dalla volontà dell'uomo: dagli amministratori, dai politici, dai consigli d'amministrazione di un'azienda, dai lavoratori, dalle maestranze. Per un lungo periodo in Italia abbiamo dato per scontato che la produzione dovesse essere una prerogativa di altri Paesi, laddove i costi sono inferiori, mantenendo qua ricerca e finanza. Ma non è più così, bisogna tornare a produrre. Un po' come sta accadendo a Piombino". "La Toscana – ha proseguito Rossi - ha subito una flessione del mercato dell'edilizia, settore strettamente collegato con la Saint-Gobain. Una flessione inferiore alla media nazionale, ma pur sempre del 50%. E se siamo riusciti a contenere il danno parte del merito va attribuita alla forte reazione di imprese ed istituzioni. Conosco tanti imprenditori che in Toscana hanno raccolto la sfida e hanno rilanciato, investendo di più".

 

Rossi ha quindi concluso rivolgendo un appello alla Saint-Gobain a legarsi ancora di più al territorio. "La Regione ha adottato una legge sul paesaggio che dice basta alle nuove costruzioni in favore della rigenerazione urbana. Ristrutturiamo le nostre città, rendiamole più vivibili, più sicure, più sostenibili. Ricordiamo però che non si esce dalla crisi facendo gli stessi errori ma puntando sulla qualità, dei prodotti e dell'ambiente, e sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. La qualità a Pisa è anche 'ricerca' e l'università pisana è un'eccellenza. La Regione ha messo a bando i nuovi finanziamenti europei e invito la Saint-Gobain a partecipare, a essere partner, a fare rete in progetti che legano l'azienda ancora di più al territorio. I nuovi accordi che stiamo per fare sui risparmi energetici possono vedere una realtà come la Saint-Gobain alla testa di questi accordi per promuovere una produzione sostenibile, sicura e con un forte legame col territorio".

I commenti sono chiusi