A Cortona una mostra dedicata alla misteriosa scrittura degli Etruschi

FIRENZE - La diffusione della scrittura etrusca è un tema affascinante che parla di una lingua, di un popolo e di una cultura attraverso conquiste, commerci, idee, storie che hanno avuto luogo in tutto il bacino del Mediterraneo, fra il settimo e il primo secolo avanti Cristo.

Per oltre trent'anni non sono state organizzate mostre internazionali sul tema della scrittura etrusca. È per questo che, alla luce delle recenti scoperte di epigrafi etrusche vicino a Montpellier e al ritrovamento a Cortona del terzo più lungo testo etrusco esistente, la Tabula cortonensis, il Museo del Louvre, il Museo Henri Prades di Lattes, e il MAEC di Cortona hanno deciso di progettare un grande evento archeologico: la mostra Etruschi Maestri di Scrittura-società e cultura nell'Italia antica.

L'evento sarà illustrato nel corso di una conferenza stampa venerdì 19 febbraio, ore 12, a Palazzo Strozzi Sacrati in Piazza del Duomo 10.

Saranno presenti la vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni, Francesca Basanieri, sindaco del Comune di Cortona, Andrea Pessina, soprintendente Archeologo della Toscana, Giovannangelo Camporeale, Lucumone dell'Accademia Etrusca di Cortona, Paolo Bruschetti, commissario della mostra, Paolo Giulierini, commissario della mostra Museo dell'Accademia Etrusca e della Città di Cortona.

I commenti sono chiusi