Abb, incontro in Regione su futuro del polo di Terranuova e dell’indotto

FIRENZE - Il futuro del polo produttivo Abb-Power One di Terranuova Bracciolini è stato oggetto di un incontro che si è tenuto questa mattina in Regione tra il consigliere per il lavoro del presidente Enrico Rossi, Gianfranco Simoncini, il sindaco di Terranuova Sergio Chienni e le rappresentanze sindacali. Abb-Power One a Terranuova è un'attività estremamente importante per il Valdarno, che ad oggi occupa direttamente circa 550 persone e dà lavoro ad un vasto indotto, cui è collegato il Consorzio Terranuova, che conta a sua volta 161 lavoratori.

La Regione e il Comune, che precedentemente avevano preso atto di rassicurazioni e prospettive positive da parte dell'azienda per quanto riguarda lo stabilimento Abb, hanno condiviso queste informazioni con i sindacati e si sono impegnati a seguire la situazione nei prossimi mesi. Un'attenzione particolare è stata riservata nella discussione al futuro del Consorzio Terranuova, dove ad oggi sono stati attivati per la quasi totalità contratti di solidarietà.

In tal senso, a tuela dei livelli occupazionali dei dipendenti dell'indotto, si è deciso di attivare a breve un tavolo di confronto con i dirigenti del Consorzio. L'incontro di stamani si inserisce in un percorso di monitoraggio e relazioni già avviato nei mesi scorsi su un'azienda che rappresenta uno dei punti di forza dell'economia toscana. 

I commenti sono chiusi