Acciaio a Piombino: a Enrico Rossi il premio speciale di “Costa Etrusca”

VENTURINA TERME (LI) – Enrico Rossi ha ricevuto il Premio speciale 2015 di "Costa etrusca", il periodico piombinese edito da 55 anni, che ha voluto consegnare il riconoscimento al presidente della Regione Toscana per "il suo impegno costante a sostegno della provincia di Livorno".
 
Il premio speciale, novità della sesta edizione della manifestazione, è stato attribuito a Rossi, definito "toscano doc e politico di lunga data, con radici fortemente piantate nella sua terra", anche per il suo impegno per mantenere la produzione di acciaio a Piombino e i livelli occupazionali dopo la crisi delle ex acciaierie Lucchini.
 
Non è infatti un caso che gli altri due premiati siano l'algerino Issad Rebrab, patron di Cevital e di Aferpi, la società che ha rilevato la ex Lucchini e che si appresta a dare un futuro all'acciaio piombinese. Rebrab ha ricevuto il riconoscimento riservato al personaggio dell'anno.
Al commissario straordinario per la ex Lucchini, Piero Nardi, è andato il premio alla carriera.
 
A consegnare al presidente Enrico Rossi la statuetta che raffigura una piccola ancora è stato il sindaco di Piombino, Massimo Giuliani. Il direttore di Costa Etrusca, Ivio Barlettani, ha condotto la serata che si è svolta presso l'auditorium del Centro Fiere Sefi di Venturina Terme. Per la Regione Toscana erano presenti anche l'assessore all'istruzione e formazione, Cristina Grieco e il consigliere del presidente per i problemi del lavoro, Gianfranco Simoncini.

I commenti sono chiusi