Acquarius: presidio Rete Antirazzista alla prefettura di Firenze

Acquarius: presidio Rete Antirazzista alla prefettura di Firenze

Presidio organizzato dalla Rete Antirazzista oggi alle 18.30, davanti alla prefettura di Firenze, per protestare contro la scelta del Ministro degli interni di impedire lo sbarco della nave Acquarius con a bordo centinaia di migranti.

Aderiscono alla protesta Coordinamento Basta Morti Nel Mediterraneo, Anelli Mancanti, Refugees Welcome Toscana, Rete Antirazzista CO.R.P.I.

“Da ieri la nave Aquarius naviga senza una meta con 629 persone a bordo, tra cui donne incinte e bambini. Il ministero degli interni Salvini, in violazione del diritto internazionale, ha dato disposizione di chiudere i porti italiani”. Ha comunicato la Rete.

“Noi siamo con le 629 persone a bordo della nave Aquarius. Siamo con i 123 minorenni non accompagnati, con gli 11 bambini e con le 7 donne incinte che sono scappate dalle barbarie e dalla morte certa dei loro paesi d’origine”.

“Noi pensiamo che prima di qualunque negoziato venga la tutela della vita umana. Per questo chiediamo di aprire i porti, garantire il soccorso in mare, salvare le persone”.
“Siete tutte e tutti invitati a partecipare al presidio in via Cavour 1, di fronte alla prefettura di Firenze dalle ore 18.30 alle ore 20. PORTATE UN DRAPPO BIANCO”. Ha concluso la Rappresentante della Rete.

“Intollerabile, inaccettabile, gridiamolo forte. La Cgil non starà ferma. Due ministri della Repubblica, che solo qualche giorno fa hanno giurato sulla Costituzione italiana, hanno preso in giro gli italiani se, a distanza di qualche ora, si sono fatti promotori di un’azione che i principi della Carta calpesta”. Ha commentato la Cgil.

 

L'articolo Acquarius: presidio Rete Antirazzista alla prefettura di Firenze proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi