Aggressioni ferrovieri, Ceccarelli: “Gravità inaudita”. E risponde a Mugnai sul bonus

FIRENZE - "Le recenti aggressioni ai lavoratori delle ferrovie sono di inaudita gravità. Più volte la Regione si è messa a disposizione delle autorità competenti per sostenere lo sforzo necessario a garantire maggiore sicurezza sui treni. In questo senso ci attendiamo che Trenitalia attrezzi un sempre maggior numero di treni con sistemi di videosorveglianza come quelli già disponibili sui nuovi treni, grazie ai quali si potè individuare il responsabile della violenza ai danni di una giovane italiana". Lo ha detto l'assessore ai trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli, commentando i fatti avvenuti a Campiglia Marittima e a Firenze.

"Mi sorprende invece - ha continuato l'assessore - il commento del consigliere Mugnai sulla decisione della Regione di pagare un bonus straordinario a tutti gli abbonati per i disagi sopportati sui treni nel mese di luglio. Mi pare di poter dire che le sue dichiarazioni fanno il paio con quelle fatte dai suoi colleghi di Forza Italia per commentare gli 80 euro in busta paga ai lavoratori decisi dal Governo. Per lui e per i per i suoi colleghi di partito queste sono solo mancette, per gli utenti del servizio regionale sono soldi con cui pagare una quota del futuro abbonamento. Mugnai prende il treno, ma per andare a vivere in un mondo che è lontano dalla realtà nella quale vivono milioni di toscani".

I commenti sono chiusi