Agricoltura, Remaschi: “Crescita numero imprese testimonia valore investimenti PSR”

FIRENZE -  "L'agricoltura sta tornando a rivestire un ruolo importante nell'economia e nella società della Toscana". Lo ha dichiarato Marco Remaschi, assessore all'agricoltura della Regione Toscana, commentando i dati Movimprese di Unioncamere che evidenziano, dopo anni di riduzione del numero di aziende agricole in regione, un saldo demografico positivo per 605 unità.
Secondo Unioncamere l'incremento, che non trova riscontro a livello nazionale, e' trainato dalle iscrizioni di imprese condotte da giovani, con 842 nuove iscrizioni in tale ambito,
oltre tre volte quelle registrate nel 2014, e principalmente concentrate nella seconda parte dell'anno. L'incremento e' pertanto  riconducibile agli effetti esercitati dal Bando 'Pacchetto
Giovani' della Regione Toscana, mirato al ricambio generazionale.

"Siamo soddisfatti e orgogliosi - ha proseguito Remaschi - perche' la Regione ha voluto sostenere l'impegno dei
nuovi imprenditori e ha scommesso sui giovani per il ricambio generazionale, investendo ingenti risorse del Programma di Sviluppo Rurale: 100 milioni soltanto in questa
annualita.

Questi dati confermano - ha concluso -  che abbiamo colto l'obiettivo. Continueremo a sostenere l'impegno degli imprenditori nel settore agricolo, con misure rivolte ai giovani, ma anche con misure che incentivino le filiere e le eccellenze della produzione agricola regionale. Siamo convinti che tutto questo sarà strategico per l'economia della Toscana."

 

I commenti sono chiusi