Agricoltura, ripartono pagamenti PAC in Toscana. Pronti 26 milioni per oltre 17 mila aziende

FIRENZE – Ripartono i pagamenti della PAC (politica agricola comunitaria) in Toscana. Sono già stati firmati i decreti di ARTEA (l'agenzia toscana per le erogazioni in agricoltura) per circa 26 milioni di euro. Interesseranno circa 17 mila e 500 aziende e fra queste ci saranno anche 7300 aziende di "piccoli agricoltori". Le aziende riceveranno nei prossimi giorni il 93% di quanto dovuto, mentre il rimanente 7% sarà erogato a giugno.

"Una buona notizia – commenta l'assessore all'agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi – che consentirà alle aziende di ottenere i fondi e di procedere con l'attività, anche in una annata come questa che ha visto l'entrata in vigore dei nuovi meccanismi della Pac con un notevole aggravio di tempi e di lavoro dovuti alle novità introdotte. Ringrazio pertanto ARTEA dello sforzo non comune che ha dovuto mettere in atto per consentire il pagamento di queste somme in tempi rapidi."

I pagamenti PAC interessano complessivamente circa 45 mila aziende in Toscana. Il meccanismo prevede che metà dell'importo dovuto venga erogato entro il 30 novembre, come anticipo, mentre il rimanente viene erogato nel nuovo anno. Quest'anno, come spiegano ad ARTEA, i nuovi meccanismi e l'assegnazione dei nuovi titoli, effettuata a livello nazionale, ha determinato uno slittamento dei tempi, rispetto al consueto. Le aziende che, per il momento, non riceveranno gli aiuti sono quelle per le quali il sistema nazionale ha registrato "anomalie", oppure, fra i "piccoli agricoltori", quelle che ricevono aiuti comunitari anche per altre misure.

 

 

I commenti sono chiusi