Agricoltura toscana colpita dal gelo notturno a -7 gradi

Agricoltura toscana colpita dal gelo notturno a -7 gradi

L’agricoltura toscana è stata colpita dal gelo della scorsa notte. La temperatura è scesa fino a -7 gradi per vigneti, frutteti e ortaggi. Cia chiede stato calamità e ristori immediati.

L’eccezionale gelata notturna in tutta la Toscana ha compromesso il lavoro di molte aziende della filiera dell’agricoltura toscana. Sono stati danneggiati i vigneti, i frutteti e gli ortaggi. Le temperature nella notte fra mercoledì 7 e giovedì 8 aprile, sono arrivate fino a 7 gradi sotto lo zero causando danni in tutta la regione.

A evidenziare la situazione d’emergenza è la Cia Agricoltori Italiani della Toscana, che ha già richiesto alla Regione Toscana l’avvio dell’iter per il riconoscimento della calamità naturale. Già nelle scorse settimane in alcune zone si erano già registrati fenomeni di gelate notturne.

Luca Brunelli, Presidente di Cia Toscana, ha descritto così la situazione: “Danni gravi che i nostri tecnici stanno monitorando fin dalle prime ore di oggi. Questa ondata di gelo in questo momento dell’anno, che in alcuni territori pare che si protrarrà ancora per un’altra nottata, ha interessato tutte le colture presenti in campo, a partire dagli ortaggi, i frutti, le viti che stavano germogliando e si temono ripercussioni anche sul raccolto dei cereali”.

Vista la grave situazione già riscontrata, la Cia Toscana chiede di procedere con l’apertura sul portale di Artea della modulistica per la segnalazione dei danni. Brunelli inoltre chiede che “la Regione si attivi presso le istituzioni nazionali in modo da avviare l’iter per il riconoscimento della calamità naturale ed il risarcimento in tempi rapidi dei danni subiti, per permettere alle aziende agricole toscane di non perdere ulteriori quote di mercato. Consideriamo che le aziende agricole dopo un anno di emergenza Covid sono già allo stremo, con la chiusura dei canali Horeca e ristorazione, che penalizzano le produzioni toscane di qualità, vini su tutti, e le chiusure degli agriturismi”.

Per contrastare i danni da congelamento, nella notte sono state incendiate rotoballe di fieno per provare ad alzare le temperature nei vigneti. In alcuni meleti si è usata la pratica di ghiacciare preventivamente i germogli per proteggere i germogli stessi per difenderli dalle improvvise gelate notturne. Le stime dei danni all’agricoltura toscana, sia nella costa sia nelle aree interne, arrivano fino al 75% dei singoli raccolti.

L'articolo Agricoltura toscana colpita dal gelo notturno a -7 gradi proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi