Al via “Museorum” festival dell’arte in Chianti e Valdarno

Musei e territori del Chianti e del Valdarno si fondono in un'unica realtà culturale, aperta, fruibile, viva. Per promuovere e riscoprire, attraverso il teatro, la musica e nuovi percorsi di visita nei castelli, nei mercatali e nelle pievi, i grandi artisti del Medioevo e del Rinascimento e i loro secolari legami con le radici culturali della Toscana. 9 Comuni (Barberino Val d'Elsa, Bagno a Ripoli, Figline e Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Impruneta, Reggello, Rignano sull'Arno, San Casciano in Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa), 15 fucine culturali disseminate tra alcune delle più incantevoli colline fiorentine, nate all'interno di spazi museali, pievi, oratori, antiquari, un unico territorio pensato, riscoperto e valorizzato come un museo diffuso che attraversa il cuore della campagna toscana.
 
Il sistema museale del Chianti e del Vadarno rafforza il proprio concept di rete e lancia la prima edizione di un evento di ampio respiro. E' "Museorum", Festival dell'arte e della cultura nei territori del Chianti e del Valdarno, in programma dal 25 luglio al 27 settembre. Un ampio contenitore culturale, promosso dal sistema museale con il contributo della Regione Toscana.
 
Nel ventaglio diversificato di iniziative, confezionato con il coinvolgimento delle associazioni locali, ci sono spettacoli teatrali, concerti, incontri, mostre, giornate di studi ispirate al fil rouge del castello e della sua filiale commerciale e sociale, il mercatale, passeggiate immerse nella natura, tra arte, paesaggio e archeologia, visite guidate e aperture straordinarie, eventi ludico-didattici messi in piedi ad hoc per i bambini e le famiglie. info su www.chiantivaldarno.it
 

I commenti sono chiusi