Allagamenti a Grosseto, Rossi: “Pronti a dichiarare stato di emergenza regionale”

FIRENZE – La Regione Toscana è pronta a dichiarare lo stato di emergenza per Grosseto, dopo gli allagamenti di ieri sera provocati dal nubifragio che ha scaricato sulla città 78 millimetri di acqua in appena un'ora, quanto normalmente piove nei mesi di maggio e giugno messi assieme. Un fenomeno che, a detta degli esperti, non si era mai verificato, almeno non con tale intensità.

"Aspettiamo solo che il presidente della Provincia ne faccia richiesta" dichiara il presidente della Toscana Enrico Rossi, che stamani si è subito precipitato nella città del sud della Toscana. "Se la richiesta arriverà oggi pomeriggio già domani mattina o dopo domani al più tardi potremmo convocare una riunione di giunta e dichiarare lo stato di emergenza regionale". Il passaggio consentirà poi di passare alla ricognizione dei danni, pubblici e privati, e spedirli successivamente, nel giro di una settimana, a Roma. E' lo Stato infatti che stanzia le risorse, così come è il Governo che deve decidere in merito ad un'eventuale stato di emergenza nazionale.

"Quel che la Regione può fare – spiega Rossi – è offrire alle imprese microprestiti fino a 25 mila euro a tasso zero restituibili in sette anni". Per le famiglie meno abbienti la legge toscana, unica in Italia, prevede invece la possibilità di un contributo sociale, una misura di sollievo al massimo di alcune migliaia di euro rivolta a chi si trovasse in difficoltà e che prescinde dalla quantificazione del danno.

I commenti sono chiusi