Alternanza scuola-lavoro, un seminario europeo studia le prospettive del sistema duale

FIRENZE –  Nel suo saluto ai partecipanti del seminario aperto stamani, dedicato al tema della sperimentazione sulla cosiddetta via italiana al sistema duale di formazione in alternanza, l'assessora regionale all'istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco ha sottolineato l'importanza del connubio scuola-lavoro, citando ad esempio tra l'altro l'esperienza del corso "IeFP" di Livorno per addetto alle vendite finanziato dalla Regione, i cui studenti erano  presenti a portare la loro testimonianza.

"E' un onore per Firenze e per la Toscana essere stati scelti come sede di questo incontro di livello europeo - ha aggiunto  Grieco (nella foto con Lauretta Valente, presidente del CIOFS-FP, e Silvia Costa , presidente Commissione cultura e istruzione del Parlamento Europeo) – . E' il riconoscimento dello sforzo attivato in materia dal governo italiano, di cui anche noi siamo parte. Abbiamo piani regionali che stiamo portando avanti per sperimentare il futuro del rapporto tra gli indispensabili livelli di apprendimento e formazione nella struttura scolastica e il necessario confronto diretto con il mondo delle imprese che dovrà accogliere le nuove forze di lavoro".

Organizzato dal Centro Italiano Opere Femminili Salesiane – Formazione Professionale in collaborazione con l'associazione di categoria FORMA, il seminario intitolato Verso un sistema nazionale strutturato della Formazione Professionale accanto al classico iter scolastico liceo/università? ha impostato i suoi lavori sulla convinzione che la scelta di metodo, la progettualità collegiale, la rete con le imprese del territorio, l'accompagnamento e l'inserimento lavorativo, la prospettiva di una filiera lineare fino all'Istituto Tecnico Superiore (ITS) sono già una realtà sperimentata, e visibile con dati di successo documentati in parti significative del territorio nazionale

Questa realtà di servizio, sempre più richiesta dalle famiglie e da molti giovani, deve diventare accessibile a tutti e costituire un sistema strutturato per l'inserimento lavorativo. La sperimentazione duale in avvio può costituire una risposta di sistema a questa domanda. riconoscendo il valore formativo del lavoro.

I commenti sono chiusi