Ambulanti, Ciuoffo: “Presto le linee guida per supportare i Comuni nell’organizzazione delle gare”

FIRENZE – Si avvicina anche per le concessioni di suolo pubblico per l'esercizio del commercio la scadenza prevista a seguito del recepimento della direttiva Bolkestein. Le concessioni per gli ambulanti scadono infatti nel 2017 e la Regione si è messa al lavoro per definire, analogamente a quanto avvenuto per le concessioni demaniali marittime, delle linee guida destinate ai Comuni per l'organizzazione delle gare. Lo ha spiegato in una comunicazione illustrata nell'ultima seduta di giunta l'assessore alle attività produttive e al commercio Stefano Ciuoffo.

"Anzitutto – spiega l'assessore – la linea fin qui sostenuta dalla Regione è sempre stata quella di garantire e salvaguardare le esigenze occupazionali delle imprese, specialmente quelle più piccole, che effettivamente esercitano il commercio su aree pubbliche. Ed allo stesso tempo di evitare che si vengano a creare situazioni di ingiustificato vantaggio a favore sia di quelle di maggiori dimensioni che di coloro che si limitano percepire reddito attraverso la concentrazione di più concessioni, cedute in affitto a soggetti diversi".

"Al momento – prosegue Ciuoffo - un gruppo di lavoro costituito da Toscana, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Marche e Lazio, insieme a rappresentanti di enti locali e categorie interessate, sta definendo le linee interpretative e applicative di alcuni contenuti dell'Intesa (sancita nel 2012 in sede di Conferenza Unificata - sede congiunta della Conferenza Stato/Regioni e della Conferenza Stato/Città ed autonomie locali - e recepita dalla Toscana con la legge regionale 13 del 2013, ndr) che presentano particolari criticità. L'obiettivo è arrivare ad un documento che sia in grado di dare applicazione omogenea a livello nazionale alle nuove procedure per l'assegnazione dei posteggi in concessione, sia sotto il profilo procedurale che della tempistica. Per fornire ai Comuni il massimo supporto saranno predisposti anche modelli di bando e di domanda di partecipazione allo stesso".

I commenti sono chiusi