Antincendi boschivi. Oggi a Montale il primo debriefing di valutazione

FIRENZE - Si è tenuto stamane a Tobbiana di Montale (PT) il primo di una quindicina di debriefing sulle modalità più efficaci per contrastare gli incendi boschivi in programma sul territorio regionale da qui alla fine di ottobre. L'incontro è avvenuto sull'area interessata lo scorso 16 luglio da un incendio boschivo che ha colpito una superficie stimata in circa 300 ettari e si è protratto per dieci giorni prima di essere definitivamente messo in sicurezza.

L'obiettivo di questi incontri è favorire il confronto tra il personale intervenuto in fase di spegnimento, per analizzare come sono stati condotti alcuni degli incendi boschivi più rilevanti o comunque più impegnativi che l'organizzazione ha dovuto gestire nel corso dell'estate 2017.

Al debriefing odierno hanno preso parte i direttori delle operazioni di spegnimento che si sono alternati sull'incendio, i ‘responsabili di gruppo' delle squadre di operai forestali e del volontariato AIB, personale dei Vigili del Fuoco intervenuto direttamente sull'incendio, responsabili della Sala operativa regionale e provinciale, istruttori della scuola antincendi boschivi La Pineta di Tocchi.

La valutazione tecnica delle criticità e dei punti di forza della conduzione dell'evento fra tutte le strutture dell'Organizzazione regionale antincendi boschivi ha interessato ognuna delle fasi dell'evento: dalla segnalazione allo spegnimento fino alla bonifica, con particolare attenzione alla concentrazione delle forze nelle prime due ore di intervento e all'impiego dei mezzi aerei.

I commenti sono chiusi