Attività e visite guidate gratuite per “Jeff Koons in Florence”

In occasione della mostra Jeff Koons in Florence i Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E propongono al pubblico una domenica dedicata al contemporaneo: domenica 27 settembre, nel pomeriggio, sarà così possibile avvicinarsi alla poetica di uno degli artisti contemporanei più rinomati al mondo, apprezzandone la produzione e rivolgendo una particolare attenzione alla monumentale opera esposta sull’arengario di Palazzo VecchioPluto e Proserpina, in dialogo ideale con i “giganti” rinascimentali che vi campeggiano.

Agli adulti saranno quindi proposte visite-conversazioni sul lavoro di Jeff Koons, promuovendo una riflessione su forme, temi e linguaggi dell’arte contemporanea nel confronto con l’arte antica; mentre per i bambini e le loro famiglie sarà possibile mettersi all’opera nel realizzare una grande installazione collettiva ispirata alle opere dell’artista.


  • Conversazioni: fra antico e contemporaneo
    Sull’arengario di Palazzo Vecchio si stagliano alcuni fra i protagonisti della storia dell’arte, oggi in gran parte sostituiti da copie: primo fra tutti il giovane David di Michelangelo, seguito dallo ieratico Marzocco di Donatello e dai gruppi di Giuditta e Oloferne (sempre di Donatello) e di Ercole e Caco di Baccio Bandinelli. L’opera ivi esposta di Jeff Koons sarà l’occasione per avviare un confronto tra antico e presente, che nel dialogo con il pubblico consentirà di riappropriarsi dei codici di lettura tanto dell’arte del passato quanto di quella contemporanea.
    Per chi: per tutti, a partire dai 10 anni
    Quando: domenica 27 settembre h16.00 – 17.00 – 18.00
    Durata: 50’

 

  • Celebration
    Le opere dell’artista contemporaneo Jeff Koons, fra i più quotati al mondo, sono spesso ispirate al mondo dell’infanzia, del gioco, della festa e dello svago: molto noti sono per esempio il suo Rabbit o il suo Balloon Dog in acciaio inossidabile, icone specchianti del piacere dei bambini. L’attività permetterà ai partecipanti di riflettere in chiave operativa sul lavoro dell’artista per cimentarsi nella realizzazione di una grande (e giocosa) scultura collettiva.
    Per chi: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
    Quando: domenica 27 settembre h16.00 e h17.30
    Durata: 1h15’

 

La partecipazione è gratuita. La prenotazione è obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni:
055-2768224 055-2768558
info@muse.comune.fi.it


Chi è Jeff Koons

Jeff Koons nasce a York, Pennsylvania nel 1955. E’ incoraggiato dalla famiglia nella sua passione per la pittura e studia al Maryland Institute College of Art di Baltimora, dove si diploma nel 1976. Trasferitosi a New York l’anno dopo, lavora prima come assistente al pubblico al MoMa e poi a Wall Street come broker, per poter finanziare la sua produzione. Al 1980 risale la sua prima mostra presso il New Museum, dove espone la serie The New: luccicanti aspirapolveri esposti in vetrina. Debitore di Duchamp e di Warhol, Koons celebra oggetti e desideri della classe media portandoli – trasfigurati rispetto a funzione, materia o dimensione – alla ribalta della scena artistica: esempi celebri possono essere l’inossidabile Rabbit del 1986, la porcellana dorata di Michael Jackson and Bubbles del 1988 o il floreale Puppy degli anni Novanta. Icone banali e seducenti del quotidiano, dello svago e del gioco che non possono non piacere al largo pubblico: “ho cercato di rimuovere il senso di colpa e di vergogna borghese come reazione alla banalità.” I suoi lavori sono stati esposti nei più importanti musei e gallerie internazionali ed è fra gli artisti più quotati al mondo. Le due opere in mostra si riferiscono alle due serie più recenti, Antiquity e Gazing Ball.

I commenti sono chiusi