Aumento biglietto Ataf, Arianna Xekalos (Capogruppo M5S): “A Livorno l’aumento è stato pagato dal Comune stesso, quindi i cittadini non pagheranno niente in più, perché non è stato fatto anche a Firenze?”

Aumento biglietto Ataf, Arianna Xekalos (Capogruppo M5S): “A Livorno l'aumento è stato pagato dal Comune stesso, quindi i cittadini non pagheranno niente in più, perché non è stato fatto anche a Firenze?”

d74672 27 Giugno 2018

“Gli aumenti tariffari del Trasporto pubblico locale imposti dalla Regione Toscana, a Livorno non avranno effetto su chi utilizza gli autobus con maggiore frequenza perché li pagherà il Comune stesso.

A Firenze non si poteva fare altrettanto invece di chiedere sempre ai fiorentini di frugarsi nelle proprie tasche?

E poi – aggiunge la capogruppo del Movimento 5 Stelle Arianna Xekalos – il Sindaco Nardella dice di mettere al centro le persone ed i loro bisogni? Le persone hanno bisogno di non pagare ulteriormente per un servizio che non funziona, questa è la verità.

I fiorentini per fortuna non dimenticano che, il 30 ottobre dell'anno scorso, il sindaco Nardella ha affermato che gli abbonamenti non sarebbero stati aumentati.

Come per la partenza delle due linee tramviarie poi però l'annuncio è stato smentito dai fatti e, se per le due linee che dovevano partire per San Valentino 2018 ancora sono si conosce l'esatta data di partenza, il rincaro dei biglietti c'è stato, per ogni corsa, compresi gli abbonamenti, fino al 40% in più.

A Firenze – conclude Arianna Xekalos – serve un trasporto pubblico che funzioni davvero, che colleghi veramente tutta la città, oltre che Firenze e le altre città dell'area metropolitana. Un Comune responsabile si sarebbe mosso prima per rendere il servizio efficiente e poi avrebbe ragionato sull'eventuale rincaro, ma ormai è chiaro a tutti che a questa Amministrazione interessa solo fare cassa”. (s.spa.)

I commenti sono chiusi