Malo, la preoccupazione dei sindacati: la Regione convocherà i vertici dell’azienda

FIRENZE – C'è grande preoccupazione tra i lavoratori per il perdurare della situazione di crisi della Malo di Campi Bisenzio, dove la produzione va a ritmo estremamente ridotto per le difficoltà di liquidità della società. A manifestarla, durante l'incontro convocato oggi in Regione dal consigliere del presidente Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, sono stati i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

Gli stessi sindacati hanno anche informato di aver avanzato loro proposte sul piano di rilancio e rafforzamento della Malo presentato nelle settimane scorse dall'azienda.

A fronte di tutto ciò, Simoncini ha annunciato che la settimana prossima la Regione convocherà i vertici della Malo per un nuovo confronto che sarà poi seguito, successivamente, da un incontro in plenaria con tutti i soggetti coinvolti nella vicenda.

Maggio fiorentino, Barni: “Impegno per rilanciare e rafforzare l’istituzione”

FIRENZE - "La realtà della situazione di bilancio del Maggio fiorentino è nota, come è nota la straordinaria importanza di questa istituzione culturale per Firenze e per tutta la Toscana. La Regione continuerà a seguirne le vicende con un unico scopo: rafforzarne e rilanciarne il ruolo". La vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni conferma la posizione del governo regionale sul teatro musicale fiorentino.

"Si tratta adesso – continua – di individuare le strade e le modalità migliori per raggiungere questo obiettivo, tenendo insieme le ragioni di un suo pieno rilancio e della corretta valutazione di quanto reso possibile dal bilancio regionale. E' un percorso – conclude Barni – che richiede lo sforzo di tutti soggetti interessati e che potrà sicuramente contare sul lavoro del nuovo soprintendente Chiarot".

Sopralluogo di Fratoni a Massa su Ricortola e Lavello: “Forte impegno per un territorio ferito”

FIRENZE – Due settimane fa la firma dell'accordo con il Comune di Massa per coordinare tutti gli interventi di difesa idraulica e della costa, oggi un sopralluogo dell'assessore all'ambiente Federica Fratoni lungo i torrenti Lavello e Ricortola, insieme al sindaco Alessandro Volpi, al vicesindaco Uilian Berti, al consigliere regionale Giacomo Bugliani e ai comitati degli alluvionati di Romagnano e Partaccia. Presente anche l'ingegner Costabile, delegato regionale agli interventi di sicurezza idrogeologica nell'area apuana.

"Abbiamo voluto verificare – spiega l'assessore - lo stato di avanzamento delle progettazioni per i lavori che partiranno nei prossimi mesi. Il territorio massese ha subito in questi anni ferite gravi con pesanti conseguenze per i cittadini e le attività produttive. La Regione sta investendo risorse importanti per assicurare nuove condizioni di sicurezza. E' un impegno forte – sottolinea – che conduciamo d'intesa con il lavoro del Comune e  con il Consorzio di bonifica, grazie anche all'accordo firmato recentemente".

Il sopralluogo ha toccato alcune aree critiche dei torrenti Ricortola e Lavello. Sul Ricortola sono previsti interventi  per allargare la sezione idraulica. Un'opera che richiederà di espropriare terreni privati necessari alla realizzazione delle opere: le procedure saranno avviate dalla Regione non appena il Comune avrà proceduto all'apposizione del vincolo previsto. Il Consorzio di Bonfica, da parte sua, ha già avviato la campagna per le analisi delle terre per il tratto finale da via delle Pinte fino al mare per redigere poi il progetto di fattibilità che prevederà anche la riprofilatura del corso d'acqua.

Per quanto riguarda il Lavello, classificato come corso d'acqua di bonifica, il Consorzio di Bonifica ha già avviato l'analisi delle terre per tutto il tratto che va dal CERMEC fino alla fine del corso d'acqua al fine di redigere un progetto per l'escavo. Per questo intervento è stato richiesto al Ministero un contributo di un milione di euro.

Malo, presentato in Regione il piano di rilancio. Prosegue il confronto sul futuro dell’azienda

FIRENZE – Confronto stamani in Regione sul piano di rilancio e rafforzamento della Malo, la storica azienda di maglieria di Campi Bisenzio. Convocati dal consigliere del presidente Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, erano presenti l'assessore di Campi Bisenzio, Eleonora Ciambellotti, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti della società.

E' stato il presidente del consiglio d'amministrazione della Malo, Giedrius Pukas, a illustrare le linee del piano, sulle cui basi proseguirà il confronto in sede sindacale.

La Regione, ha confermato Simoncini, rimarrà a disposizione delle parti per seguire tutta la fase di discussione e confronto sul futuro produttivo della Malo.

Alla riunione in Palazzo Strozzi Sacrati hanno partecipato anche i rappresentanti sindacali di categoria della provincia di Piacenza, dove, a Borgonovo, è attivo un altro stabilimento.

Malo, presentato in Regione il piano di rilancio. Prosegue il confronto sul futuro dell’azienda

FIRENZE – Confronto stamani in Regione sul piano di rilancio e rafforzamento della Malo, la storica azienda di maglieria di Campi Bisenzio. Convocati dal consigliere del presidente Rossi per il lavoro, Gianfranco Simoncini, erano presenti l'assessore di Campi Bisenzio, Eleonora Ciambellotti, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti della società.

E' stato il presidente del consiglio d'amministrazione della Malo, Giedrius Pukas, a illustrare le linee del piano, sulle cui basi proseguirà il confronto in sede sindacale.

La Regione, ha confermato Simoncini, rimarrà a disposizione delle parti per seguire tutta la fase di discussione e confronto sul futuro produttivo della Malo.

Alla riunione in Palazzo Strozzi Sacrati hanno partecipato anche i rappresentanti sindacali di categoria della provincia di Piacenza, dove, a Borgonovo, è attivo un altro stabilimento.