Formazione dei detenuti, quasi 700 mila euro per progetti nelle carceri toscane

FIRENZE - Fornaio, idraulico, apicoltore, ma anche cuoco o elettricista: sono questi alcuni dei percorsi professionali che potranno intraprendere i detenuti delle carceri toscane. La Regione ha stanziato nei mesi scorsi 500 mila euro di risorse del Por Fse 2014-2020, per cofinanziare progetti di formazione professionale rivolti a persone recluse nelle case circondariali di Arezzo, Firenze Sollicciano, Firenze Gozzini, Massa Marittima, Livorno, Isola di Gorgona, Porto Azzurro, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Volterra, Pistoia, Prato, Siena, San Gimignano. Il bando è uscito lo scorso luglio. Le domande presentate alla scadenza sono state in tutto 29, di cui 26 dichiarate ammissibili, per un totale di circa 700 mila euro (691.959).
 
Per fare fronte alla richiesta di fabbisogno formativo espressa in risposta all'avviso, su proposta dell'assessore all'istruzione, formazione e lavoro Cristina Grieco, la giunta ha deciso ieri di aumentare lo stanziamento previsto di ulteriori risorse (pari a 191.959 euro), in modo da poter finanziare tutti i progetti ammissibili.    
 
"E' un'iniziativa importante - ha detto l'assessore all'istruzione formazione e lavoro Cristina Grieco - coerente con gli obiettivi del programma operativo regionale del Fondo sociale europeo che prevede azioni a favore di soggetti svantaggiati e, in particolare, il sostegno al reinserimento e l'inserimento lavorativo di detenuti delle carceri toscane attraverso percorsi formativi che consentano di ridurre il divario fra le competenze possedute e quelle richieste dal mondo del lavoro".
 
Potranno usufruire dei corsi, i detenuti delle carceri toscane con pena definitiva residua minima di cinque anni. L'avviso si rivolgeva a un singolo soggetto formativo oppure ad un'associazione temporanea di imprese o di scopo. 
 
Gli interventi prevedono: percorsi professionalizzanti riferiti al repertorio regionale delle figure professionali, finalizzati al rilascio di una qualifica professionale o di una certificazione di competenze.
Percorsi di formazione obbligatoria (riferiti al Repertorio regionale dei profili professionali)sono quelli per responsabile tecnico dell'attività di panificazione e responsabile tecnico di tintolavanderia.
 
Gli interventi formativi, strutturati in accordo con gli Istituti penitenziari, tengono conto dei diversi requisiti di ingresso e delle caratteristiche soggettive dei destinatari, nonché delle esigenze dei fabbisogni formativi espresse dagli istituti penitenziari toscani, in particolare nei settori edilizia, idraulica, elettricità- elettrotecnica, cucina-ristorazione, apicoltura, giardinaggio-floricoltura, sartoria, acconciatura.
 
Sono anche previsti specifici moduli formativi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e, per le attività nell'ambito della cucina-ristorazione, dei moduli formativi sull'igiene alimentare (Haccp). 
 
 
 

Diabete, sabato 11 novembre servizi aperti alla popolazione

Sabato 11 novembre, in occasione della Giornata mondiale del diabete, agli ospedali San Giovanni di Dio e S.S. Annunziata, i Servizi di diabetologia saranno a disposizione della popolazione dalle ore 8.30 alle ore 12.30 per fornire informazioni e chiarimenti circa la malattia diabetica, la sua prevenzione, la cura e sui servizi offerti dalla nostra Azienda alle persone con diabete.
Presso la galleria principale di ingresso dell'Ospedale San Giovanni di Dio, nello stesso orario, sara' presente una rappresentanza dell'Associazione Diabetici Area Fiorentina a disposizione di quanti vorranno avere informazioni anche sulle iniziative messe a disposizione dalle Associazioni di Volontariato.

Diabete, sabato 11 novembre servizi aperti alla popolazione

Sabato 11 novembre, in occasione della Giornata mondiale del diabete, agli ospedali San Giovanni di Dio e S.S. Annunziata, i Servizi di diabetologia saranno a disposizione della popolazione dalle ore 8.30 alle ore 12.30 per fornire informazioni e chiarimenti circa la malattia diabetica, la sua prevenzione, la cura e sui servizi offerti dalla nostra Azienda alle persone con diabete.
Presso la galleria principale di ingresso dell'Ospedale San Giovanni di Dio, nello stesso orario, sara' presente una rappresentanza dell'Associazione Diabetici Area Fiorentina a disposizione di quanti vorranno avere informazioni anche sulle iniziative messe a disposizione dalle Associazioni di Volontariato.

Lo schermo dell’arte film festival alla Compagnia dal 15 al 19 novembre

FIRENZE - Il programma e gli ospiti della decima edizione dello Schermo dell'arte film festival, che si terrà dal 15 al 19 novembre, saranno presentati domani, venerdì 10 novembre, alle 11.30, nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Stampa di Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10 Firenze.

In programma 26 tra documentari e film d'artista, 3 anteprime mondiali, 16 anteprime italiane, il live-set e il Focus on su Hassan Khan, la mostra Directing the Real. Artists' Film and Video in the 2010s, i progetti di formazione VISIO. European Programme on Artists' Moving Images e Feature Expanded. Art Film Strategies, la tavola rotonda internazionale Becoming a Feature.  

Interverranno:Monica Barni, Vicepresidente e Assessore alla Cultura Regione Toscana; Tommaso Sacchi, capo segreteria Assessorato Cultura del Comune di Firenze; Gabriele Gori, Direttore Generale Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Leonardo Bigazzi, curatore mostra Directing the Real. Artists' Film and Video in the 2010s e dei progetti VISIO European Programme on Artists' Moving Images e Feature Expanded. Art Film Strategies.   

Richard Ginori, la Regione porta solidarietà e sostegno ai lavoratori

FIRENZE - La solidarietà ai lavoratori e l'impegno della Regione per la soluzione positiva della vicenda della Richard Ginori sono stati portati dal consigliere del presidente Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini, che si è recato stamani al presidio in fabbrica organizzato dai sindacati per sollecitare l'avvio del piano di rilancio.

Simoncini ha ribadito il pieno impegno della Regione per arrivare ad una rapida e definitiva soluzione al problema dell'acquisto dei terreni da parte della Richard Ginori, ricordando l'impegno diretto del presidente Rossi che, nelle scorse settimane, ha contattato il ministro dello sviluppo economico Claudio Calenda ottenendo il suo impegno per garantire un futuro alla storica manifattura.

L'auspicio e che si possa arrivare entro la fine dell'anno a sbloccare l'impasse che frena l'attuazione del piano di rilancio dell'azienda.