Prato: incendio nella notte in asilo nido, nessun ferito

Prato: incendio nella notte in asilo nido, nessun ferito

Vigili del Fuoco del Comando di Prato e del Distaccamento di Montemurlo sono intervenuti ieri sera in Via del Purgatorio nel Comune di Prato, località Soccorso, per un incendio che si è sviluppato all’interno dell’Asilo nido Arcobaleno.

L’incendio ha interessato tre quarti dello stabile, un edificio a piano singolo, danneggiando impianti ed arredi nei vari locali, mentre la restante parte è attualmente inagibile per danni da fumo. L’incendio è stato domato in breve tempo e non si segnalano persone coinvolte. Il personale vigili del fuoco ha poi provveduto ad effettuare la bonifica e la messa in sicurezza dell’area interessata dal sinistro. Le cause sono in corso di accertamento.

L'articolo Prato: incendio nella notte in asilo nido, nessun ferito proviene da www.controradio.it.

Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando”

Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando”

“Il piano anti sfratti andrà avanti. Faremo subito un bando per cercare un nuovo immobile da comprare e non permetteremo speculazioni sul palazzo di via Chiusi all’Isolotto”. Lo annuncia ai microfoni di Controradio il sindaco di Firenze, Dario Nardella in merito alla retromarcia di Poste Italiane di vendita dell’immobile al Comune per 4 milioni e mezzo per farne 80 alloggi di transizione per famiglie che subiscono uno sfratto.

La trattativa per l’acquisto pubblico dell’ex casa albergo dei dipendenti della società stava andando procedendo dopo che Europa Gestioni si era fatta avanti per conto del Gruppo Poste Italiane partecipando al bando comunale, ma nei giorni scorsi è arrivata come una doccia fredda la lettera formale  di respingimento dell’offerta.

La dichiarazione di Nardella intervistato da Chiara Brilli

 

“Noi abbiamo messo il tema della casa al centro, considerando la casa non come uno dei tanti diritti di cittadinanza ma uno dei diritti fondamentali insieme al lavoro. Visione strategica, centralità e attenzione alla casa come fattori di riqualificazione urbana e come leva sociale”. Lo ha detto il sindaco di Firenze intervenendo sul tema degli alloggi Erp. “Quando una famiglia riesce ad avere un tetto sotto il quale vivere cambia la prospettiva – ha aggiunto Nardella -: i ragazzi possono studiare, è più facile trovare un lavoro, è più facile avere fiducia nel futuro. Ci eravamo dati un obiettivo in questo mandato: 1000 alloggi da consegnare, siamo ormai oltre 900, e siamo dunque vicini al raggiungimento di questo obiettivo che è solo l’inizio di una strategia più ampia”.

Nardella ha sottolineato che “il social housing” non significa solo “case popolari ma è una risposta per quella cosiddetta ”fascia grigia”, ovvero quelle famiglie che non sono così povere da avere diritto ad una casa popolare, ma non sono sufficientemente abbienti da arrivare alla fine del mese”. Tutte persone che però “hanno bisogno di una risposta”.

Altro aspetto quello della solitudine, che riguarda soprattutto gli anziani: “Noi abbiamo più di 15mila fiorentini – ha concluso il sindaco – over 80 che vivono da soli, molti di questi nei nostri condomini di case popolari. Nessun anziano si deve sentire solo perché la solitudine diventa acceleratore di povertà e anche di criticità dal punto di vista sanitario”.

L'articolo Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando” proviene da www.controradio.it.

Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando”

Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando”

“Il piano anti sfratti andrà avanti. Faremo subito un bando per cercare un nuovo immobile da comprare e non permetteremo speculazioni sul palazzo di via Chiusi all’Isolotto”. Lo annuncia ai microfoni di Controradio il sindaco di Firenze, Dario Nardella in merito alla retromarcia di Poste Italiane di vendita dell’immobile al Comune per 4 milioni e mezzo per farne 80 alloggi di transizione per famiglie che subiscono uno sfratto.

La trattativa per l’acquisto pubblico dell’ex casa albergo dei dipendenti della società stava andando procedendo dopo che Europa Gestioni si era fatta avanti per conto del Gruppo Poste Italiane partecipando al bando comunale, ma nei giorni scorsi è arrivata come una doccia fredda la lettera formale  di respingimento dell’offerta.

La dichiarazione di Nardella intervistato da Chiara Brilli

 

“Noi abbiamo messo il tema della casa al centro, considerando la casa non come uno dei tanti diritti di cittadinanza ma uno dei diritti fondamentali insieme al lavoro. Visione strategica, centralità e attenzione alla casa come fattori di riqualificazione urbana e come leva sociale”. Lo ha detto il sindaco di Firenze intervenendo sul tema degli alloggi Erp. “Quando una famiglia riesce ad avere un tetto sotto il quale vivere cambia la prospettiva – ha aggiunto Nardella -: i ragazzi possono studiare, è più facile trovare un lavoro, è più facile avere fiducia nel futuro. Ci eravamo dati un obiettivo in questo mandato: 1000 alloggi da consegnare, siamo ormai oltre 900, e siamo dunque vicini al raggiungimento di questo obiettivo che è solo l’inizio di una strategia più ampia”.

Nardella ha sottolineato che “il social housing” non significa solo “case popolari ma è una risposta per quella cosiddetta ”fascia grigia”, ovvero quelle famiglie che non sono così povere da avere diritto ad una casa popolare, ma non sono sufficientemente abbienti da arrivare alla fine del mese”. Tutte persone che però “hanno bisogno di una risposta”.

Altro aspetto quello della solitudine, che riguarda soprattutto gli anziani: “Noi abbiamo più di 15mila fiorentini – ha concluso il sindaco – over 80 che vivono da soli, molti di questi nei nostri condomini di case popolari. Nessun anziano si deve sentire solo perché la solitudine diventa acceleratore di povertà e anche di criticità dal punto di vista sanitario”.

L'articolo Poste fa retromarcia, Nardella “piano anti sfratti andrà avanti. Faremo nuovo bando” proviene da www.controradio.it.

Tre fermi per tentato omicidio alla festa universitaria a Novoli

Tre fermi per tentato omicidio alla festa universitaria a Novoli

I Carabinieri della Stazione di Firenze Rifredi, a seguito dell’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, hanno sottoposto a fermo  per il reato di tentato omicidio, rapina e lesioni personali in concorso tre fratelli pregiudicati.

I fermati sono cittadini marocchini, irregolari in Italia e senza fissa dimora, di 38, 32 e 21 anni.  I tre sono stati riconosciuti e fermati lo scorso giovedì in via Baracca. La convalida del fermo da parte del Gip è avvenuta in questo fine settimana.

Sono ritenuti responsabili, unitamente ad un altro connazionale tuttora ricercato, dell’aggressione avvenuta lo scorso 15 marzo presso il Polo Universitario di Novoli, durante una festa universitaria privata, nel corso della quale due studenti, anch’essi di origine marocchina, rimasero entrambi feriti al volto e uno anche accoltellato all’addome. Le indagini  hanno consentito di ricostruire la vicenda mediante le testimonianze delle stesse vittime, dei presenti alla festa, del personale medico intervenuto e grazie anche alle telecamere di videosorveglianza.

I presunti autori dell’aggressione, dopo aver circondato una delle vittime per prendergli il portafoglio contenente la somma di 60 euro, alla richiesta di quest’ultimo che ne voleva la restituzione sarebbe stato colpito al volto da un pezzo di vetro di una bottiglia di birra precedentemente rotta da uno degli aggressori. L’altro studente, intervenuto in aiuto del ragazzo aggredito, sarebbe stato a sua volta colpito al volto con una bottiglia e, durante la fuga, all’addome con un coltello che gli ha reciso un’arteria, rendendo necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

Alcuni degli aggressori si sarebbero recati  all’ospedale dove avrebbero incrociato degli amici delle vittime lì in attesa di notizie dei feriti. Ne sarebbe nata una colluttazione che sarebbe terminata solo arrivo dei Carabinieri. Le indagini proseguono per verificare eventuali responsabilità di altri soggetti nella vicenda. I tre arrestati sono stati portati alla Casa Circondariale di Firenze Sollicciano.

L'articolo Tre fermi per tentato omicidio alla festa universitaria a Novoli proviene da www.controradio.it.

Ztl Firenze: Giorgetti, “Allo studio piano che punti anche allo scarico merci elettrico”

Ztl Firenze: Giorgetti, “Allo studio piano che punti anche allo scarico merci elettrico”

‘Comparando l’esperienza di altre città europee grazie all’università di Firenze  stiamo studiando la riorganizzazione della Ztl anche per quanto riguardo la logistica, lo scarico merci che puntiamo a convertire all’elettrico’- lo ha annunciato l’assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio, Stefano Giorgetti nel consueto collegamento in Morning News.

L'articolo Ztl Firenze: Giorgetti, “Allo studio piano che punti anche allo scarico merci elettrico” proviene da www.controradio.it.