Coronavirus Toscana: fiori, quaderni e giocattoli in alimentari. Consegne a casa per altre attività

Coronavirus Toscana: fiori, quaderni e giocattoli in alimentari. Consegne a casa per altre attività

Fiori, semi e piante ornamentali, ma anche articoli di cartoleria, giochi e giocattoli, in Toscana potranno essere venduti negli alimentari e nei punti vendita non soggetti a chiusura per le restrizioni dell’emergenza Coronavirus, mentre tutti gli altri negozi che non rientrano tra le attività essenziali potranno vendere online, o comunque a distanza, con consegne a domicilio o per corrispondenza. E’ quanto prevede un’ordinanza del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

“Un provvedimento – commenta in una nota Rossi – che viene incontro alle esigenze delle e famiglie e a quelle di tanti produttori”.
Per i negozi, che comunque devono rimanere chiusi, basterà evitare contatti personali inferiori a 1,80 metri, oltre al rispetto delle norme igieniche e sanitarie in tutta la filiera,
dal confezionamento alla consegna. Potranno essere gli stessi negozianti a consegnare a domicilio. “E’ un provvedimento – aggiunge Rossi – che spero faccia piacere. Con i bambini a casa di pennarelli, fogli ma anche giochi c’è bisogno”.

L'articolo Coronavirus Toscana: fiori, quaderni e giocattoli in alimentari. Consegne a casa per altre attività proviene da www.controradio.it.

Coronavirus, Rossi: “Una convenzione-quadro per contributo privato attività di analisi”

Coronavirus, Rossi: “Una convenzione-quadro per contributo privato attività di analisi”

“Non c’è alcuna volontà da parte mia di escludere i laboratori privati accreditati dalla partecipazione allo sforzo di fronteggiare l’emergenza da Covid-19 effettuando quanto più possibile test e altri tipi di analisi. Stamani ho avuto modo di incontrare alcune rappresentanze e un gruppo di titolari di laboratori, ai quali ho riferito che per noi è assolutamente importante definire un ordine di priorità nell’effettuazione dei test ed evitare che ci siano dispersioni, fughe in avanti, iniziative al di fuori di uno studio epidemiologico fine a sé stesse e controproducenti”. Il presidente della Toscana, Enrico Rossi, precisa gli orientamenti della Regione sul concorso dei privati all’attività di analisi nell’attuale fase di emergenza sanitaria contro l’epidemia.

“Chi vorrà – prosegue – potrà dunque aderire ad una convenzione-quadro regionale, proporre le proprie capacità produttive, naturalmente a prezzi equi, e noi di volta in volta concorderemo con loro i settori verso cui indirizzare l’iniziativa, stabilendo di volta in volta se essa sarà a carico del Servizio sanitario regionale o dei settori privati che richiedono di fare test”.

“Abbiamo concordato che nella giornata di domani discuteremo in modo più puntuale della convenzione-quadro e intanto – conclude Rossi – ho chiesto agli uffici regionali di scrivere un nuovo avviso-manifestazione d’interesse, rivolto a tutti gli operatori accreditati, che nella giornata di domani firmerò”.

L'articolo Coronavirus, Rossi: “Una convenzione-quadro per contributo privato attività di analisi” proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Firenze, droni controllano spostamenti a Pasqua

Coronavirus: Firenze, droni controllano spostamenti a Pasqua

Due droni saranno usati in via sperimentale a Firenze per controllare gli spostamenti delle persone durante le festività di Pasqua. La misura, resa nota dalla prefettura di Firenze, è stata assunta al termine di una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in videoconferenza.

Secondo quanto spiegato, sorvegliati speciali saranno i lungarni e i parchi dell’Anconella e dell’Argingrosso. L’altro grande parco cittadino, quello delle Cascine, sarà presidiato dai militari dell’Esercito. I droni saranno impiegati in particolare dalla giornata di venerdì fino al lunedì, periodo per il quale, sottolinea sempre la prefettura, è stato disposto un ulteriore rafforzamento dei controlli, “per evitare che il periodo pasquale e la bella stagione possano determinare un allentamento delle attuali misure di isolamento sociale”.

I droni saranno usati dalla polizia municipale, che avrà pattuglie pronte a intervenire. “Non si può abbassare la guardia proprio ora – spiega la prefetta Laura Lega -, mollare in questa
fase significa vanificare gli sforzi fatti finora da parte di tutti. Faccio appello ancora una volta al grande senso di responsabilità che i cittadini hanno mostrato fino adesso. Continuate a restare a casa. Polizia, carabinieri, finanzieri e vigili urbani continueranno a vigilare con la massima attenzione”.

“I controlli saranno molto rigorosi – continua Lega, ma saranno attuati con quel buonsenso richiesto dal grave frangente che stiamo vivendo”. “Desidero ricordare alla città – sottolinea sempre il prefetto – che tutte le celebrazioni liturgiche si svolgeranno senza la partecipazione dei fedeli, proprio per evitare raggruppamenti che potrebbero diventare occasioni di contagio”.

L'articolo Coronavirus: Firenze, droni controllano spostamenti a Pasqua proviene da www.controradio.it.

Firenze, via Cerretani diventa pedonale

Firenze, via Cerretani diventa pedonale

Via Cerretani, a Firenze, diventerà pedonale. E’ la decisione presa oggi dalla Giunta comunale, su proposta dell’assessore alla mobilità di Palazzo Vecchio Stefano Giorgetti. La delibera riguarda il tratto da via Zannetti a via de’ Conti, recentemente riqualificato.

“Con questo progetto – ha commentato Giorgetti – vogliamo assicurare una maggior vivibilità di un’area tutelata dal punto di vista dal patrimonio artistico e culturale, molto frequentata dai pedoni e che è stata oggetto di un importante intervento di
riqualificazione che ha visto anche il rifacimento della pavimentazione in pietra della carreggiata e l’allargamento dei marciapiedi, sempre in lastrico”.
La riqualificazione, spiega una nota del Comune, ha già interessato con le stesse modalità il tratto successivo, fino a piazza Santa Maria Maggiore e attualmente è in corso in via Panzani. La pedonalizzazione, che sarà di tipo B (con alcune deroghe per autorizzati) e che scatterà proprio al termine dei lavori in via Panzani – fino a via del Giglio -, prevede anche
l’inversione dei sensi di marcia in via Zannetti e via dei Conti: la prima diventerà da via dei Cerretani a verso via dei Conti, la seconda da piazza Madonna degli Aldobrandini verso via dei Cerretani.

L'articolo Firenze, via Cerretani diventa pedonale proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Nardella, vicini di casa diano password wifi a chi ha figli

Coronavirus: Nardella, vicini di casa diano password wifi a chi ha figli

“Questa mattina, in Giunta, abbiamo deciso di lanciare una piccola campagna: visto che ci sono molti ragazzi che purtroppo non possono fare lezione a distanza perché non hanno la connessione wi-fi allora chiederemo a tutti coloro che hanno la connessione wi-fi di aprirla, dando la password ai vicini di casa con figli, in modo che” la rete “possa essere usata per le lezioni”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento telefonico con la trasmissione ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.

Nardella ha parlato di idea che può essere estesa “anche a livello nazionale. Chi ha la wi-fi lo può condividere, ora più che mai ne abbiamo bisogno”. Il sindaco ha poi risposto a chi gli chiedeva un commento sulla riapertura del Paese e sulla fase 2 di ‘convivenza’ con il Coronavirus: “Se ne può parlare ma penso – ha sottolineato – che ci vorrà gradualità, soprattutto per i luoghi che prevedono assembramenti. Si ripartirà con le attività più necessarie, prima di vedere grandi manifestazioni ci vorrà un po’ più di tempo. Come siamo entrati gradualmente, così dovremo uscire gradualmente”.

L'articolo Coronavirus: Nardella, vicini di casa diano password wifi a chi ha figli proviene da www.controradio.it.