Firenze: picchiati senza motivo, ”Perché ci guardate?”

Firenze: picchiati senza motivo, ”Perché ci guardate?”

Cinque giovani fiorentini intorno alle 4.30 usciti da un locale di Firenze, nei pressi di via Ser Ventura Monachi, sui lungarni, hanno denunciato alla polizia di esser stati aggrediti senza motivo da due sconosciuti dentro un’auto in sosta.

Secondo il loro racconto, uno dei due occupanti – mentre proseguivano il cammino – improvvisamente è uscito dall’abitacolo ed ha chiesto loro cosa volessero (”Perché
ci guardate?”, avrebbero detto) ma loro hanno proseguito, a quel punto è uscito anche il conducente.

I due hanno colpito uno dei cinque ragazzi. Subito i giovani hanno chiamato il 113 ma i due
uomini sono scappati a bordo dell’auto. Uno dei cinque nel tentativo di bloccare l’auto si è fermato davanti alla vettura ma è stato ”toccato” alle ginocchia senza riportare danni. Uno dei ragazzi presentava sangue all’altezza della bocca mentre un altro escoriazioni sotto l’occhio destro. Indagini in corso della polizia.

L’articolo Firenze: picchiati senza motivo, ”Perché ci guardate?” proviene da www.controradio.it.

Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso

Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso

“E’ la prima volta che un sindaco partecipa alla cerimonia del battesimo, penso che sia un messaggio importante per questa Epifania, che chiude le feste e apre il nuovo anno”, “ho voluto partecipare sia perché invitato da padre Nicola che è il punto di riferimento della comunità greco ortodossa di Firenze, sia per dare un messaggio a tutta la città”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella che stamani ha partecipato alla cerimonia di un battesimo greco-ortodosso a Firenze.

“Credo che compito del sindaco – ha aggiunto – sia essere un po’ il collante della comunità e in questo caso è importante partecipare alle funzioni della altre religioni perché i greci che vivono, lavorano, studiano a Firenze, e sono nati in questa città, sono parte di questa comunità e meritano l’attenzione e la presenza del sindaco che la rappresenta tutta
insieme”.
A Nardella i greci ortodossi hanno regalato un crocifisso e un’icona. “E’ stato emozionante – ha concluso – perché si tratta comunque di un momento di grande intensità emotiva e spirituale e di grande significato simbolico come l’immersione della croce di Gesù nel fiume Arno perché l’Arno non è soltanto il fiume dell’Alluvione del 1966 ma anche un luogo di vita e di spiritualità. L’acqua è un simbolo di nascita, quindi è importante riconosce a questo fiume un grande valore spirituale”.
Il sindaco, come si spiega in un tweet dello stesso primo cittadino, ha partecipato alla
cerimonia della chiesa greco-ortodossa che ricorda il battesimo di Gesù nel Giordano nel giorno dell’Epifania.
“L’Epifania – ha scritto Nardella – è il giorno del battesimo di Gesù celebrazione particolarmente importante per la Chiesa Greco-Ortodossa. Oggi per la prima volta partecipo con la comunità greca fiorentina a questo momento in segno di amicizia
e convivenza”.

L’articolo Epifania: prima volta di Nardella a battesimo greco-ortodosso proviene da www.controradio.it.

Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni”

Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni”

La vicepresidente del Senato in visita oggi  in uno dei paesi simbolo del sisma che due anni fa ha messo in ginocchio l’Italia Centrale    “Non abbassare i riflettori, la dignitosa sofferenza di questa gente  merita il rispetto e l’impegno di tutti affinché  quanto prima si possa tornare alla normalità”

 

“L’Epifania è una festa lieta che tutti noi  celebriamo con delicatezze e doni per i nostri bambini. Ci sono tuttavia  zone del nostro Paese per le quali anche le Feste non possono rappresentare  un momento di gioia vera,   in quanto  il ricordo delle tragedie e delle devastazioni è ancora troppo vicino. Per questo motivo  oggi, insieme con con Mauro Barsi presidente di Agata Smeralda, e  Stefano   Guarnieri, abbiamo voluto essere qui, ad Arquata del Tronto, accanto ad una popolazione, che sta lottando con estrema dignità per tornare quanto prima alla normalità” dichiara la vicepresidente del Senato.

“I Governi Renzi e Gentiloni si sono impegnati a fondo per sostenere le popolazioni colpite da un sisma devastante, che ha spazzato via intere comunità in una delle zone più belle e fragili del nostro territorio.   Ora serve che la ricostruzione proceda spedita, e che ci sia una continuità nell’impegno e nell’attenzione verso queste zone martoriate” prosegue Di Giorgi.

“La nostra presenza qui oggi  intende significare l’attenzione che le Istituzioni tutte continuano a prestare verso queste vicende, affinché gli impegni promessi e le opere progettate siano portate a termine nel minor tempo possibile” conclude Di Giorgi.

L’articolo Epifania, Di Giorgi: “Ad Arquata per testimoniare vicinanza Istituzioni” proviene da www.controradio.it.

Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi

Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi

Più di 220 persone hanno sfidato il freddo questa mattina per il tradizionale appuntamento con il tuffo in mare nel giorno dell’Epifania a Marina di Pisa, giunto alla decima edizione.

Una manifestazione che vede uniti pisani e livornesi. “È un’occasione non solo per stare insieme ma anche per sottolineare l’importanza della solidarietà e del dono – ha
spiegato il vicesindaco di Pisa, Paolo Ghezzi – e quest’anno c’è un motivo in più, far sentire la nostra vicinanza agli amici livornesi colpiti nel settembre scorso da una tragica
alluvione”.

Alla manifestazione ha partecipato anche il vicesindaco di Livorno, Stella Sorgente. Prima l’arrivo della Befana a bordo di un quad della Croce Rossa Italiana, “multata” dalla polizia municipale perché senza casco, poi tutti in spiaggia per il tuffo. Al termine della manifestazione sono stati premiati la partecipante più giovane, Elisa Freschi,
livornese di 4 anni; il più anziano, Egisto Gassani, 77 anni di Livorno; il gruppo più numeroso, i Pisa Road Runners con 62 partecipanti e i cinque membri dell’associazione Amici del Mare di Livorno che hanno partecipato a tutte e dieci le edizioni
della manifestazione.

Durante l’evento è stato possibile acquistare il calendario dei “bimbi motosi”, i giovani angeli del fango labronici. Il ricavato sarà devoluto interamente alle famiglie colpite
dall’alluvione del settembre scorso.

L’articolo Epifania: per alluvione, tuffo in mare di ‘solidarietà’ di pisani e livornesi proviene da www.controradio.it.

Spray al peperoncino alla Capannina, quattro in ospedale

Spray al peperoncino alla Capannina, quattro in ospedale

Quattro giovani, due donne e due uomini, hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso per problemi agli occhi dopo che spray al peperoncini era stato spruzzato all’interno della Capannina di Forte dei Marmi (Lucca).

Il fatto è avvenuto intorno alle 2.10. Nessuno dei quattro è stato refertato.
Diversi i ragazzi usciti dal locale e poi rientrati per proseguire la serata. Consegnata alla polizia, da alcuni giovani che l’hanno trovata in terra, una bomboletta spray al peperoncino.

L’articolo Spray al peperoncino alla Capannina, quattro in ospedale proviene da www.controradio.it.