Bus turistico in avaria, rallentamenti sui viali

Bus turistico in avaria, rallentamenti sui viali

d42550 08 Giugno 2018

Si è guastato intorno alle 15 e ha provocato forti ripercussioni sulla circolazione sui viali da piazza Donatello verso l’Arno. Si tratta di un bus turistico che si è fermato in avaria in via Duca degli Abruzzi. Il mezzo è stato rimosso dopo le 17 dopo di che la viabilità è tornata gradualmente alla normalità. (mf)

Sicurezza stradale, ieri la sesta puntata dell’operazione “Si Esce Sicuri” della Polizia Municipale

Sicurezza stradale, ieri la sesta puntata dell’operazione “Si Esce Sicuri” della Polizia Municipale

d42550 08 Giugno 2018

Ventuno posti di controllo: oltre 850 i veicoli controllati, 5 le patenti ritirate, 12 i mezzi sequestrati per mancanza di assicurazione e 4 multe per eccesso di velocità

Nuova puntata dell’operazione “Si esce sicuri”. Ieri pomeriggio per la sesta volta la Polizia Municipale ha effettuato una serie di controlli alla sicurezza stradale nell’ambito del progetto mirato ideato dal comandante Alessandro Casale.

Dalle 14 alle 18 sono stati predisposti 21 posti di controllo sulle principali arterie della circolazione cittadina con l’impiego di oltre 80 agenti e l’utilizzo anche dei dispositivi come tele-laser, scout speed, autovelox, bascule, etilometri. In tutto sono stati controllati 857 veicoli e identificate 458 persone. Le infrazioni accertate sono state 93 con il ritiro di 5 patenti, 206 i punti decurtati. E ancora 5 i genitori multati per non aver assicurato i propri figli ai sistemi di ritenuta di sicurezza (per ciascuno di loro sanzione da 81 euro e il taglio di 5 punti/patente). Dodici i veicoli risultati senza assicurazione (con sanzione da 849 euro e sequestro ai fini della confisca) e 18 quelli non in regola con la revisione statale (169 euro). Tre i conducenti trovati alla guida senza patente perché mai conseguita (due in via Pratese e uno in piazza Gaddi): per ognuno è scattato un verbale 5.000 euro con fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. Quattro le patenti ritirate: tre perché scadute (una in via Villamagna, una in via Pratese e una al Viadotto dell’Indiano di fronte al Lotto Zero) e una straniera (statunitense) nel piazzale delle Cascine perché il titolare risiede in Italia da più di un anno (e quindi avrebbe dovuto conseguire la patente in Italia). Per tutti è scattata una multa da 155 euro. I verbali per eccesso di velocità sono stati elevati con l’utilizzo del tele laser in lungarno Aldo Moro (direttrice ingresso città). I quattro conducenti sono stati multati perché superavano il limite consentito tra 10 e 40 chilometri all’ora (169 euro e 6 punti decurtati dalla patente).

Gli agenti con le bascule portatili si sono posizionati di fronte all’ex depositeria del Lotto Zero e tra i veicoli controllati tre sono risultati con un’eccedenza di peso che superava la massa consentita indicata dalla carta di circolazione. I conducenti sono stati multati con un verbale da 169 euro ciascuno e il taglio di 3 punti-patente.

Tutti i conducenti controllati sono stati sottoposti al pretest per l’alcolemia con esito negativo. (mf)

Incidente nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli, stamani traffico difficile sui viali

Incidente nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli, stamani traffico difficile sui viali

d42550 08 Giugno 2018

Un mezzo di una ditta di auto spurghi e uno scooter. Sono questi i veicoli coinvolti in un incidente avvenuto stamani nel sottopasso di viale Fratelli Rosselli poco dopo le 7.30. Il sinistro non ha, fortunatamente, avuto gravi conseguenze per i conducenti (lo scooterista è stato portato in ospedale in codice giallo), ma ha causato forti rallentamenti e blocchi alla circolazione sulla direttrice in ingresso città in un orario di notevoli spostamenti. Le operazioni di soccorso e di rilievo da parte della Polizia Municipale si sono concluse in una mezz’ora e alle 8.20 i veicoli incidentati erano già stati rimossi. Sono però andati avanti gli interventi di pulizia della carreggiata dai detriti e dal liquido fuoriuscito dal mezzo dell’autospurgo con restringimenti della sede carrabile. La viabilità si è normalizzata nel giro dei venti minuti successivi. (mf)

Trasporto pubblico, l’assessore Giorgetti: “Pronti a ripresentare il piano in commissione non dopo l’imminente approvazione tecnica della commissione regionale”

Trasporto pubblico, l’assessore Giorgetti: “Pronti a ripresentare il piano in commissione non dopo l’imminente approvazione tecnica della commissione regionale”

d42550 08 Giugno 2018

Le precisazioni del responsabile della mobilità sulla riorganizzazione del Tpl con l'entrata in servizio delle linee tranviarie

“Dalle dichiarazioni della consigliera Xekalos mi sembra che le mie parole non vengano pienamente comprese. Il piano di riorganizzazione del Tpl a seguito dell’entrata in esercizio delle linee 2 e 3 della tramvia è praticamente pronto. Attualmente c’è una commissione regionale che ultimando il lavoro per l’approvazione nei prossimi giorni approverà il piano di riorganizzazione. Quando il via libera tecnico arriverà allora potremo ripresentare, se richiesto, il piano nella commissione consiliare”.

È quanto dichiara l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti in merito alle affermazioni della consigliera del M5S Arianna Xekalos. “A suo tempo insieme ai tecnici ho presentato nella commissione consiliare le linee predisposte dall’Amministrazione che però dovevano essere sottoposte a una serie di valutazioni tecniche a livello di Comuni, Città Metropolitana e Regione. Dopo l’approvazione tecnica potremo ripresentare il piano ufficialmente, comunque sono già in corso incontri con i cittadini sul tema, l’ultimo in ordine di tempo ieri sera”.

“La consigliera Xekalos può stare tranquilla – aggiunge l’assessore –: siamo perfettamente nei tempi per far partire la riorganizzazione delle linee contestualmente alla messa in esercizio della linea 3 e successivamente della linea 2. È prevista anche una adeguata comunicazione a più livelli in modo da informare i cittadini delle modifiche del Tpl”.

Infine per quanto riguarda Roma, l’assessore Giorgetti precisa: “Non mi risulta che il sindaco Alemanno fosse un esponente del Pd. Comunque anche se due anni di amministrazione non sono molti qualcosa si può fare almeno per evitare che prendano fuoco gli autobus o che il Giro d’Italia debba far interrompere agonisticamente l'ultima tappa”. (mf)

Scoperto dalla Polizia Municipale trasporto irregolare di rifiuti, nei guai il conducente di un furgone

Scoperto dalla Polizia Municipale trasporto irregolare di rifiuti, nei guai il conducente di un furgone

d42550 07 Giugno 2018

Il controllo effettuato ieri pomeriggio dagli agenti dei distaccamento dell’Isolotto. Per l’uomo una denuncia e multe per oltre 3.000 euro

Tutto è cominciato con il tentativo di scambio di targa di un veicolo fermo a margine strada, notato dagli agenti di Polizia Municipale che, da una serie di accertamenti, hanno scoperto un trasporto di rifiuti irregolare. È successo ieri pomeriggio in via del Ronco Lungo. Due agenti del distaccamento dell’Isolotto stavano transitando in auto nel corso di un pattugliamento della zona quando hanno notato un furgone cassonato aperto e carico di rifiuti metallici fermo sul margine destro della strada. Dietro il furgone un uomo accovacciato che stava cercando di sovrapporre alla targa originale un’altra. La pattuglia si è dunque fermata e mentre chiedevano spiegazioni all’uomo dal furgone è sceso il conducente. Dai controlli è emerso che la persona che aveva in mano la targa era un 53enne marocchino residente a Firenze, mentre il conducente risultato anche proprietario del veicolo è risultato un connazionale 47enne residente a Scandicci. Dopo che il conducente è risultato in regola con la patente, gli agenti si sono dedicati al veicolo. Prima di tutto è risultato non in regola con la revisione (sanzione da 169 euro), ma soprattutto è emerso che il veicolo non era autorizzato a trasportare i materiali ferrosi. Per la precisione il 47enne è risultato titolare di una ditta regolarmente iscritta all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali e quindi autorizzato per il trasporto in conto proprio anche per quel tipo di materiale, ma con un autocarro diverso ovvero quello associato alla seconda targa che l’altro uomo tentava di sovrapporre all’originale. Il problema era che il mezzo autorizzato era stato sequestrato nel 2016 ai fini della confisca dalla Polizia Municipale di un comune limitrofo perché pizzicato senza assicurazione. Ecco che quindi, probabilmente, il conducente ha chiesto al connazionale di sostituire la targa dell’autocarro con quella del veicolo confiscato ma legittimato al trasporto dei rifiuti.
Il proprietario è stato denunciato poiché svolgeva l’attività di trasporto di rifiuti senza autorizzazione con il conseguente sequestro penale del mezzo (portato in depositeria). Inoltre, visto che il trasporto veniva effettuato senza il necessario formulario, per l’uomo è scattato anche un verbale da 3.100 euro. (mf)