Noferi (M5S): “Le riprese del documentario di Renzi e del kolossal di M. Bay, mettono veramente a rischio Firenze? Depositata interrogazione urgente per appurarlo”

Noferi (M5S): "Le riprese del documentario di Renzi e del kolossal di M. Bay, mettono veramente a rischio Firenze? Depositata interrogazione urgente per appurarlo"

d58265 14 Agosto 2018

Queste le dichiarazioni della consigliera M5S Silvia Noferi

"Leggiamo con preoccupazione in un articolo del Corriere della Sera che “funzionari ministeriali e storici dell’arte hanno storto il naso per i pericoli a cui sarebbero sottoposti alcuni dei più importanti tesori custoditi nella culla del Rinascimento” riguardo alle riprese del kolossal di Michael Bay, le cui riprese inizieranno il 22 agosto p.v.

Sempre in questo mese di agosto inizieranno anche le riprese del documentario del senatore Matteo Renzi, per questo abbiamo protocollato un’interrogazione urgente per avere dettagli circa i ventilati pericoli al patrimonio;  la custodia del patrimonio è uno dei compiti fondamentali delle Istituzioni che non vorremmo venisse mai a mancare. 

Con l’occasione abbiamo anche chiesto a quanto ammonta l’indennizzo che le rispettive produzioni cinematografiche pagheranno alla città, oltre a maggiori dettagli sui luoghi che verranno interdetti al pubblico e per quanto tempo.

Non vorremmo trattamenti di favore per l’ex-sindaco Renzi per operazioni riconducibili alle sue attività personali e per questo vigileremo attentamente sulla vicenda.

Una cosa è certa: lo smantellamento del sovradimensionato cantiere sulla fontana del Nettuno in piazza Signoria sarà a vantaggio anche delle riprese dei “docufilm”, per fortunata coincidenza.

Speriamo che ci salvino da qualche altra inguardabile installazione tipo la Cosa di Fischer". (fdr)

Collesei e Rossi (Art.1-Mdp): “Blitz di ferragosto la delibera sull’aeroporto”

Collesei e Rossi (Art.1-Mdp): "Blitz di ferragosto la delibera sull'aeroporto"

d58265 13 Agosto 2018

Queste le dichiarazioni di Stefania Collesei e Alessio Rossi del gruppo Articolo 1-Mdp

"Mai avremmo pensato che una delibera così importante venisse presentata a ferragosto! Decenni di discussioni sull'aeroporto ma soprattutto sul parco della Piana, sullo sviluppo a nord.-ovest e la Giunta delibera a Consiglio Comunale chiuso. Calendarizzata per il 3 settembre la discussione sul master plan comprimendo fino all'inverosimile il lavoro di analisi delle commissioni. Eppure il parere contiene raccomandazioni, prescrizioni, verifiche. Si sta parlando del futuro di un quadrante importante della città, quello a nord ovest. Dove si sta buttando di tutto: quello che doveva diventare il nuovo baricentro dello sviluppo con alta qualità ambientale sta diventando un'immensa periferia che si mangia anche i centri storici minori come Castello e Peretola. Un enorme quadro guidato da interessi privati su cui il Consiglio Comunale non può dire nulla come nel caso del Pue di Castello. Quello che sta per succedere è un enorme vulnus per la pianificazione e l'urbanistica ma soprattutto per la democrazia. Chi ha sentito la popolazione della zona? Perché si fa una fermata ferroviaria apposta per l'aeroporto e non se ne fa una per la popolazione di Peretola? Il resto della città deve sapere che il modello di sviluppo scelto da questa giunta si realizza a spese di un pezzo di città. Quello a nord ovest. Un pezzo di città a servizio. Non è giusto. Non è sviluppo sostenibile. È speculazione. Povere periferie! Il governo Lega - 5 stelle taglia i fondi. Il Pd trasforma un'opportunità che muove miliardi a scapito di un pezzo di città. Davvero questa è la città del Davide che deve combattere contro Golia. E deve continuare a farlo". (fdr)

 

Collesei e Rossi (Art.1-Mdp): “Blitz di ferragosto la delibera sull’aeroporto”

Collesei e Rossi (Art.1-Mdp): "Blitz di ferragosto la delibera sull'aeroporto"

d58265 13 Agosto 2018

Queste le dichiarazioni di Stefania Collesei e Alessio Rossi del gruppo Articolo 1-Mdp

"Mai avremmo pensato che una delibera così importante venisse presentata a ferragosto! Decenni di discussioni sull'aeroporto ma soprattutto sul parco della Piana, sullo sviluppo a nord.-ovest e la Giunta delibera a Consiglio Comunale chiuso. Calendarizzata per il 3 settembre la discussione sul master plan comprimendo fino all'inverosimile il lavoro di analisi delle commissioni. Eppure il parere contiene raccomandazioni, prescrizioni, verifiche. Si sta parlando del futuro di un quadrante importante della città, quello a nord ovest. Dove si sta buttando di tutto: quello che doveva diventare il nuovo baricentro dello sviluppo con alta qualità ambientale sta diventando un'immensa periferia che si mangia anche i centri storici minori come Castello e Peretola. Un enorme quadro guidato da interessi privati su cui il Consiglio Comunale non può dire nulla come nel caso del Pue di Castello. Quello che sta per succedere è un enorme vulnus per la pianificazione e l'urbanistica ma soprattutto per la democrazia. Chi ha sentito la popolazione della zona? Perché si fa una fermata ferroviaria apposta per l'aeroporto e non se ne fa una per la popolazione di Peretola? Il resto della città deve sapere che il modello di sviluppo scelto da questa giunta si realizza a spese di un pezzo di città. Quello a nord ovest. Un pezzo di città a servizio. Non è giusto. Non è sviluppo sostenibile. È speculazione. Povere periferie! Il governo Lega - 5 stelle taglia i fondi. Il Pd trasforma un'opportunità che muove miliardi a scapito di un pezzo di città. Davvero questa è la città del Davide che deve combattere contro Golia. E deve continuare a farlo". (fdr)

 

Dichiarazioni Nardella su aeroporto, Grassi: “Parere pronto perché già scritto? L’approvazione per il 3 settembre sarà una decisione del Consiglio, non certo della Giunta. Non è un problema di ferie”

Dichiarazioni Nardella su aeroporto, Grassi: "Parere pronto perché già scritto? L'approvazione per il 3 settembre sarà una decisione del Consiglio, non certo della Giunta. Non è un problema di ferie"

d58265 11 Agosto 2018

"Sostegno alla richiesta di rinvio della conferenza dei servizi. Andremo a chiedere le copie della delibera"

"Per adesso non c'è uno straccio di documento consegnato alle Consigliere e ai Consiglieri preventivamente all'espressione del parere in vista della conferenza dei servizi, fissata per il 7 settembre, come invece avevamo chiesto all'ultima conferenza dei capogruppo prima della pausa. - afferma il capogruppo di Firenze riparte a sinistra, Tommaso Grassi - Troviamo allucinanti le dichiarazioni del sindaco Nardella che pur di dimostrare la propria fedeltà al progetto, si sostituisce alle competenze dei capigruppo e dell'ufficio di presidenza nel delineare i lavori del Consiglio e detta date, tempi e modalità. Chiediamo che su questo intervenga il Presidente Ceccarelli a ristabilire i ruoli."

"Nessuno ha problemi a tornare prima dalle vacanze, qualcuno non le farà e quindi potremmo discuterne anche domani del parere. Sorprende invece che a distanza di 3 giorni dalla consegna dei documenti, mentre c'è chi, giustamente come il sindaco Falchi denuncia che sono stati sostituiti gran parte degli elaborati tecnici e delle relazioni, ha già scritto il parere pronto per l'invio al Consiglio. Forse i legami di Nardella, del Pd fiorentino e toscano con i vertici di Toscana Aeroporti ed ENAC sono così forti che insieme ai documenti sono già arrivati anche i pareri tecnici e la delibera da deliberare, anzi forse è meglio dire da ratificare."

"Sosteniamo la richiesta di rinvio della conferenza dei servizi avanzata dal Sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, e oggi stesso chiederemo, appena terminata la Giunta, di fare una copia degli atti che saranno inviati per l'approvazione in Consiglio. Non ci verrà mica a dire Nardella che i suoi uffici dovranno andare in ferie? E' stato lui a dire che basta fare un po' meno ferie per risolvere i problemi". (fdr) 

Milleproroghe, Grassi e Verdi: “Nardella contro l’emendamento approvato al Senato che blocca i fondi Periferie. Perra grida allo scandalo e annuncia un buco. Ma tutti hanno votato a favore, Pd compreso”

Milleproroghe, Grassi e Verdi: "Nardella contro l'emendamento approvato al Senato che blocca i fondi Periferie. Perra grida allo scandalo e annuncia un buco. Ma tutti hanno votato a favore, Pd compreso"

d58265 08 Agosto 2018

"Scriva una lettera ai Parlamentari per protestare. Sarà bello vedere che gli risponderà Renzi"

"Rinviati i fondi periferia ai Comuni italiani: questa la scelta contenuta in un emendamento del Milleproroghe approvato dal Senato nella giornata di ieri. Una scelta che mette in difficoltà i conti dei Comuni, come Firenze, che avevano già impegnato risorse per i progetti e avrebbero avviato a breve i cantieri. - affermano la Consigliera comunale Donella Verdi e il Capogruppo Tommaso Grassi di Firenze riparte a sinistra - Leggendo stamani le dichiarazioni di Nardella e dell'assessore Perra, ci siamo ritrovati nelle loro parole indignate per la scelta. Lo diciamo indipendentemente dai progetti che Firenze aveva presentato perché se sul recupero degli alloggi popolari, il rifacimento dei marciapiedi, la manutenzione di aree giochi e delle alberature così come l'efficientamento energetico di immobili comunali e dell'illuminazione pubblica non potevamo che essere d'accordo, la scelta di inserire dentro anche telecamere per il controllo della videosorveglianza non l'abbiamo mai ritenuta una priorità."

"Crediamo però che togliere fondi per progetti legittimamente richiesti dai Comuni e finanziati dal Governo, anche se forse grazie anche al rapporto tra Firenze e l'esecutivo Renzi, non si possa accettare. Sono soldi che servono a Firenze e che se dovessero mancare obbligherebbero chiunque a tagliare altrove, con un danno alla cittadinanza. A questo si aggiunge anche il danno indiretto dal blocco dei fondi per la Città metropolitana, che se per Firenze significavano due opere come l'auditorium della Guicciardini e la passerella all'Argingrosso che non riteniamo certo prioritarie visti i progetti gestionali che stavano dietro a queste due opere, il primo per darlo in appalto a terzi senza che la vicina scuola ne traesse beneficio, e il secondo per agevolare la costruzione del campo da golf nell'area dell'Argingrosso, è evidente che comuni come Sesto, Campi, Signa e San Casciano ne avranno sicuramente un grosso danno."

"Sorprende però scoprire che l'emendamento che non è andato giù a Nardella sia stato votato all'unanimità, 270 voti a favore, nessuno contrario e tra questi si annoverano tutti i parlamentari fiorentini del Pd, Matteo Renzi compreso. Dobbiamo quindi dire grazie anche a loro per questo 'regalo' estivo, frutto forse della mancanza di capacità di saper far opposizione seria e dura contro un governo giallo-verde che ne sta combinando di tutte. - concludono, lanciando una proposta a Nardella - Scriva una lettera ai Parlamentari di entrambe le Camere per evidenziare quali effetti produrrà sul nostro territorio, chiedendo le motivazioni che hanno spinto a questa scelta. Siamo proprio curiosi di leggere che cosa risponderà il Senatore della Repubblica, Matteo Renzi, che più e più volte si è fatto pubblicità dicendo che aveva dato tanti soldi ai Comuni per le opere. Ora ha contribuito a toglierli: una versione in grande degli 80 euro?". (fdr)