Tromba d’aria in Versilia

Tromba d’aria in Versilia

Una tromba d’aria, nel primo pomeriggio, ha investito la Versilia mettendo a soqquadro alcuni stabilimenti balneari a Forte dei Marmi (Lucca), Lido di Camaiore (Lucca) e lungo la costa.

Sempre in Versilia, nelle acque in Darsena a Viareggio (Lucca) sono stati colti di sorpresa da un mulinello alcune piccole imbarcazioni a vela partite dal club Velico di Marina di Pietrasanta (Lucca) e sulle quali si trovavano circa 20 persone tra adulti e bambini.
La capitaneria di porto di Viareggio che è intervenuta ha confermato che si trattava di dieci piccole barche a vela (tipo optimist) e di un gommone con a bordo alcuni istruttori e
bambini di età compresa tra gli otto e i dieci anni. Un uomo è rimasto lievemente ferito al labbro ed è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Versilia per essere medicato.

Diversi degli occupanti delle imbarcazioni sono finiti in mare: a soccorrerli sia i militari della capitaneria, arrivati con le motovedette, che alcuni bagnini partiti dalla spiaggia. sulla zona sono arrivati anche gli elicotteri dei carabinieri e della guardia costiera.

Sempre nel pomeriggio, a  Viareggio (Lucca)  un pino è caduto, nel primo pomeriggio, su alcuni stand del mercatino antiquariato e sull’auto di un’ambulante che è rimasta ferita. E’ successo all’interno della pineta di Ponente dove si stava svolgendo il mercato. La donna, in codice giallo, è stata trasportata all’ospedale Versilia a bordo di un’ambulanza della Croce Verde e le sue condizioni non sarebbero gravi. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco

L'articolo Tromba d’aria in Versilia proviene da www.controradio.it.

Maltempo: Toscana,codice giallo fino a domenica a mezzanotte

Maltempo: Toscana,codice giallo fino a domenica a mezzanotte

Possibili forti temporali, grandinate e vento. Nel pomeriggio una violenta grandinata ha creato disagi e qualche danno nel pomeriggio sulla montagna pistoiese, in particolare in alcune zone del comune di Sambuca Pistoiese

Condizioni di instabilità, con possibilità di temporali, grandinate e forti colpi di vento per
il pomeriggio di oggi e nella giornata di domani, domenica 22 luglio. Lo comunica la Sala operativa della Protezione civile regionale, che ha emesso un avviso di vigilanza con codice giallo, per maltempo,  valido soprattutto per il nord della Toscana, dalle 12
di oggi fino alle 24 di domani, domenica.

Nella giornata di oggi sono possibili temporali a carattere isolato nel pomeriggio, sulle zone settentrionali della regione. Grandinate e forti colpi di vento solo occasionali. Domani, domenica, temporali a carattere isolato, più probabili tra la mattina e il pomeriggio, sempre sulle zone settentrionali della regione. Durante i temporali, possibili forti colpi di vento e grandinate. La tendenza è quella di condizioni di più diffusa
instabilità per lunedì 23, con successivo miglioramento.

Oggi intanto una violenta grandinata ha creato disagi e qualche danno nel pomeriggio sulla montagna pistoiese, in particolare in alcune zone del comune di Sambuca Pistoiese
(Pistoia), dove sono ad essere danneggiate sono state alcune auto, diversi lucernari e gli orti. La grandinata è durata pochi minuti, ma sufficienti a creare danni. Le condizioni sono
tornate alla normalità intorno alle 15.30

L'articolo Maltempo: Toscana,codice giallo fino a domenica a mezzanotte proviene da www.controradio.it.

Firenze: sequestra e abusa conoscente, arrestato 33enne

Firenze: sequestra e abusa conoscente, arrestato 33enne

A far scattare le indagini è stata una chiamata attorno alle 14 al 113 del fratello della vittima, preoccupato perché la sorella era uscita di casa la sera prima verso le 20 e non era più rientrata

Ha sequestrato una donna  sua conoscente per quasi un giorno, picchiandola e abusando di lei fino a quando i poliziotti l’hanno salvata. Per questo un uomo di  33 anni  è stato fermato a Firenze, dalla polizia per sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni personali e minacce aggravate nei confronti di una 32enne.
A far scattare le indagini è stata una chiamata attorno alle 14 al 113 del fratello della vittima, preoccupato perché la sorella era uscita di casa la sera prima verso le 20 e non era più rientrata. Le indagini hanno permesso di risalire all’abitazione del 33enne, nella zona di Careggi, all’interno della quale gli agenti, intervenuti con 2 equipaggi, hanno
trovato la donna in stato di choc e con contusioni al volto.
La 32enne, una cittadina di origine marocchina come il suo aguzzino, ha raccontato di essere stata avvicinata la sera prima mentre stava passeggiando. L’uomo l’avrebbe afferrata per i capelli intimandole di non urlare o chiedere aiuto. Poi l’avrebbe condotta nella sua abitazione dove le ha preso il cellulare, a cui ha tolto la sim, e successivamente l’avrebbe prima picchiata e poi avrebbe abusato di lei. La 32enne ha
raccontato anche agli agenti di esser stata nuovamente picchiata al risveglio, quando ha ripetutamente chiesto all’uomo di essere liberata. All’ospedale per la donna è scattato il codice rosa con una prognosi di sette giorni.
L’uomo, senza permesso di soggiorno, era già conosciuto alle forze dell’ordine e avrebbe precedenti per un tentato omicidio, risalente a otto anni fa.

L'articolo Firenze: sequestra e abusa conoscente, arrestato 33enne proviene da www.controradio.it.

Turismo ancora in crescita a Firenze: +5,5% in primo semestre 2018

Turismo ancora in crescita a Firenze: +5,5% in primo semestre 2018

Nel Comune di Firenze, la stima per il solo giugno 2018 è di 707 mila presenze nelle strutture alberghiere (rispetto alle 701 mila del 2017) e di 295 mila nell’extralberghiero (a fronte di 261 mila nell’anno precedente). L’incremento è per le une dello 0,8% e per le altre del 13%.

Crescono, nei primi sei mesi del 2018 le presenze turistiche rispetto al primo semestre 2017 nel territorio della Città metropolitana di Firenze. In base ai dati dell’ente, l’aumento è +3,3% per quanto riguarda l’area complessiva(6 milioni e 770 mila nel 2017, 6 milioni e 994 mila nel 2018) e del 5,5% per la sola Firenze (4 milioni e 850 mila nel primo semestre 2017, 5 milioni e 115 mila nel 2018).

“E’ aumentata l’offerta ricettiva in rapporto alla quale le presenze si stanno assestando, con un incremento delle strutture extralberghiere – spiega Marco Semplici, consigliere della Metrocittà di Firenze delegato al Turismo – le presenze aumentano nella provincia e questo dice che si sta sviluppando un sistema virtuoso in cui criteri di economicità vengono calibrati anche con la scoperta di luoghi che non sono solo il capoluogo”. Nel Comune di Firenze, la stima per il solo giugno 2018 è di 707 mila presenze nelle strutture alberghiere (rispetto alle 701 mila del 2017) e di 295 mila nell’extralberghiero (a fronte di 261 mila nell’anno precedente). L’incremento è per le une dello 0,8% e per le altre
del 13%.

L'articolo Turismo ancora in crescita a Firenze: +5,5% in primo semestre 2018 proviene da www.controradio.it.

PD: entro ottobre il congresso regionale e il nuovo segretario

PD: entro  ottobre il congresso regionale e il nuovo segretario

Lo ha deciso l’assemblea regionale del partito riunita oggi a Firenze. Con la convocazione del congresso decadono automaticamente tutti gli organismi dirigenti e la prossima settimana la direzione regionale approvera’ il regolamento e gli 11 nomi della commissione per il congresso.

Il partito toscano ha bisogno di una guida legittimata da un congresso vero – ha detto Marco Recati, portavoce della reggenza del Pd toscano che con oggi conclude il suo mandato -. Le sconfitte degli ultimi mesi sono state nette e un rilancio forte richiede una discussione approfondita. Un nuovo segretario e una nuova assemblea avranno il compito di rendere ancora competitivo il partito sul nostro territorio. C’è molto da fare per recuperare quell’elettorato che non ha più creduto in noi e ha riposto le proprie aspettative su partiti completamente diversi. E’ ancora un momento di ‘luna di miele’ per i partiti di governo, ma quando sarà palese il grande inganno, finirà il tempo della distrazione di massa e gli elettori chiederanno il conto sui problemi veri, noi dobbiamo farci trovare pronti. Dobbiamo trasformare il malcontento delle persone non in odio e discriminazione, ma in proposta politica, scrollandoci di dosso con i fatti quell’immagine di partito elitario che ci hanno costruito addosso. In Toscana anche l’azione di governo regionale sarà determinante per dimostrare che siamo un partito riformista all’altezza dei problemi”.

Nell’ambito dell’assemblea di oggi è stato presentato anche un documento di 22 pagine  che si pone come base comune per coloro che si candideranno al congresso e per aprire un confronto programmatico con partiti, associazioni e forze sociali, verso le prossime elezioni regionali, tenendo conto anche del percorso “Un patto per il governo della Toscana” del gruppo dei consiglieri regionali.

E’ importante che in questo momento di ripartenza per il partito si sia arrivati a un documento condiviso, grazie al gruppo di lavoro che la direzione regionale ha individuato alcuni mesi fa. E’ innegabile che le nostre divisioni interne negli anni hanno pesato sulla nostra credibilità. E voglio salutare con soddisfazione questo documento unitario” commenta Recati.

Il gruppo di lavoro è stato coordinato da Riccardo Nocentini.

La prima parte del documento è dedicata al contesto economico. Anche la Toscana è stata messa a dura prova dalla grande recessione degli ultimi dieci anni, con la discesa più importante del Pil nel 2009, per poi riprendersi a partire dal 2015. Per migliorare lo scenario, si spiega nel documento, è necessario puntare su export e politiche pubbliche di sostegno per le nuove tecnologie, le stesse che hanno permesso ad alcune eccellenze imprenditoriali di contenere la caduta del valore aggiunto negli anni della crisi.

Il documento contiene anche una valutazione dei dati elettorali delle recenti elezioni politiche e amministrative, constatando come in Toscana abbiano fatto presa i temi elettorali della destra di Salvini, con una esplosione superiore che nel resto d’Italia, e come i ballottaggi dimostrino che contro la coalizione del PD si siano aggregati tutti gli oppositori, compresi quelli che si riconoscono nei valori della sinistra, indirizzando i loro voti sui candidati alternativi, anche se di centrodestra.

“Le elezioni ci dimostrano che, oggi, diversamente rispetto al passato, aver ben governato non basta”, si legge nel documento, anzi “esiste una scissione tra i buoni dati economici della Toscana e i cattivi dati elettorali”.

Il  restringimento del consenso del Partito Democratico, secondo il documento, passa anche dalla mancanza di un progetto di partito. “Da questa consapevolezza si riparte iniziando a definire il modello di governo toscano per i prossimi anni, ad elaborare una nuova forma partito ed una nuova strategia inclusiva di alleanze, a declinare quelle politiche sociali che possono far tornare i partiti di centrosinistra a svolgere la loro funzione” in primis nella lotta alle diseguaglianze di reddito, conoscenza, salute.

E ancora, “l’eccessiva identificazione tra PD e ruoli di governo e la crescente subalternità del PD alle sue rappresentanze istituzionali hanno finito per mortificare il ruolo autonomo del Partito, nella società, nei territori, nella stessa elaborazione teorica della linea e della strategia politica”.

Autocritica sì, ma anche consapevolezza del proprio ruolo e potenzialità: “Il Pd c’è, non è finito. Ha il suo elettorato di riferimento forte nelle grandi città, tra le persone aperte ai nuovi diritti e all’Europa, ma a questo elettorato si deve aggiungere un elettorato popolare attraverso proposte di giustizia sociale. Non dobbiamo trasformare la loro disperazione in rabbia, come hanno fatto Lega e M5S, ma la dobbiamo tradurre in partecipazione, in comunità, in proposta”.

Da un punto di vista più strettamente politico l’obiettivo è valorizzare le differenze interne, ricostruire un campo largo e plurale di centrosinistra e un’apertura reale agli attori sociali esterni.

In vista del 2020, il documento del Pd toscano elenca alcuni esempi di provvedimenti concreti in vari ambiti. In tema di politiche giovanili e istruzione: borse di studio universitarie a tutti gli studenti idonei; politiche contro l’abbandono scolastico; rilancio del progetto “Giovani sì” e attivazione di una legge di iniziativa popolare per renderlo una misura nazionale. In tema di servizi: istituire una unica ATO regionale per settore idrico e rifiuti. Per le imprese: individuare mezzi alternativi di finanziamento per superare la dipendenza dal sistema bancario; un piano per aumentare le competenze digitali degli imprenditori. In tema di sanità: abbattere le liste d’attesa.

Hanno partecipato al gruppo di lavoro per il documento: Adalgisa Mazza, Alessandra Nardini, Alessandro Petretto, Caterina Biti, Claudio Martini, Cristina Giachi, Edoardo Fanucci, Enrico Sostegni, Eva Rana, Francesca Basanieri, Leonardo Marras, Lorenzo Becattini, Marco Capaccioli, Marco Donati, Marco Recati, Matteo Biffoni, Valerio Fabiani, Vittorio Bugli, Vannino Chiti.

L'articolo PD: entro ottobre il congresso regionale e il nuovo segretario proviene da www.controradio.it.