Abbandona 2 cani sotto il sole e senza cibo, denunciato

Abbandona 2 cani sotto il sole e senza cibo, denunciato

Due cani, un setter e un pastore maremmano, legati con una catena corta, con un bidone di plastica vicino, sotto il sole e senz’acqua, privi di cibo e in completo stato di abbandono.

Questa la situazione trovata dalle guardie zoofile della Lac, intervenute ieri pomeriggio insieme ai carabinieri forestali a Orbetello Scalo (Grosseto). L’intervento, dopo una segnalazione, ha permesso di accertare la presenza dei due cani in violazione delle normative statali e regionali sugli animali.

I due animali sono stati sequestrati e consegnati al centro recupero animali della Lega per l’abolizione della caccia, mentre il detentore degli animali è stato denunciato per maltrattamento. Altre indagini sono in corso per risalire al legittimo proprietario dei cani (in possesso di regolare microchip) che potrebbero portare a ulteriore denuncia per concorso in maltrattamento e abbandono. Alle operazioni ha partecipato anche il medico veterinario della Asl.

L'articolo Abbandona 2 cani sotto il sole e senza cibo, denunciato proviene da www.controradio.it.

Sindaco Livorno annuncia nuovo Piano strutturale, stop a cementificazione

Sindaco Livorno annuncia nuovo Piano strutturale, stop a cementificazione

Forte ridimensionamento delle licenze edilizie oltre l’attuale confine della città, verso la campagna. E’ la misura adottata dal comune di Livorno.

La misura, che sarà contenuta nel nuovo Piano strutturale che sarà adottato dal Consiglio comunale di Livorno il 26 luglio prossimo, è stata annunciata dal sindaco Cinque stelle Filippo Nogarin.

“La stagione della cementificazione indiscriminata e dell’espansione incontrollata della città di Livorno è finita – dice Nogarin dalla sua pagina facebook -: inizierà una nuova fase urbanistica per Livorno, nella quale non sarà più possibile espandere la città verso la campagna, oltre il cosiddetto limite del territorio urbanizzato, ovvero gli attuali confini della città costruita”. A compensazione il sindaco pensa a “rigenerare e migliorare gli spazi interni alla città”.
Il Piano strutturale individua infatti “ben 35 aree, più o meno degradate, che necessitano di essere ripensate, che potranno essere riqualificate e trasformate, anche attraverso l’inserimento di nuove funzioni e servizi di cui la città ha bisogno, ma soprattutto di nuove occasioni di sviluppo”.
“Un piano – conclude Nogarin – in netta discontinuità con quello del 1997/1999 e, più in generale, con gli strumenti urbanistici che hanno operato fino ad oggi sulla nostra città” e che “impedirà la nascita di nuovi quartieri dormitorio, bloccherà la speculazione edilizia e permetterà, finalmente, di tutelare e valorizzare il nostro territorio”.

L'articolo Sindaco Livorno annuncia nuovo Piano strutturale, stop a cementificazione proviene da www.controradio.it.

Scoperta coltivazione marijuana a Rosignano, arrestati padre e figlio

Scoperta coltivazione marijuana a Rosignano, arrestati padre e figlio

27 le piante di cannabis trovate a Rosignano. Sequestrato poi un chilo di marijuana, 50 grammi di hashish e una serie di strumenti per la coltivazione.

Una coltivazione di marijuana è stata scoperta nel territorio di Rosignano (LIvorno) dai carabinieri che hanno poi arrestato padre e figlio, rispettivamente di 47 e 19 anni, finiti ai domiciliari, e denunciato la madre di quest’ultimo. La coltivazione è stata scoperta all’interno di due proprietà: 27 le piante di cannabis trovate. Sequestrato poi un chilo di marijuana, 50 grammi di hashish e una serie di strumenti per la coltivazione. La donna è stata denunciata perchè trovata in possesso di 7 piante di cannabis e 40 grammi di marijuana.
Nel frattempo un ubriaco, ha puntato un coltello contro un passante, minacciandolo di morte, e poi ha colpito con calci e pugni i due agenti intervenuti per calmarlo, tanto da costringerli a usare lo spray al peperoncino per bloccarlo. Protagonista, la notte scorsa in lungarno del Tempio, a Firenze, un 28enne del Marocco. Per lui è scattato l’arresto. Cinque giorni di prognosi per uno dei poliziotti intervenuti, che ha riportato una contusione a un ginocchio.

L'articolo Scoperta coltivazione marijuana a Rosignano, arrestati padre e figlio proviene da www.controradio.it.

Temporali, codice giallo in Toscana per forti piogge

Temporali, codice giallo in Toscana per forti piogge

La protezione civile Toscana ha emesso un codice giallo a partire dalla mezzanotte di oggi fino alle 20.00 di domani, venerdì 6 luglio.

Si annunciano condizioni meteo di instabilità in Toscana per transito di aria fresca in quota, con piogge e temporali che già dalla serata di oggi interesseranno il centro e il nord della regione. Per questo la Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo a partire dalla mezzanotte di oggi fino alle 20.00 di domani, venerdì 6 luglio.

Questa la descrizione degli eventi attesi:
– da stasera rovesci o temporali isolati sulle zone interne settentrionali e orientali, in particolare sulle zone appenniniche. Solo occasionalmente saranno possibili grandinate o colpi di vento.

Dalla giornata di domani, già nottetempo, possibili temporali anche di forte intensità sulla costa centro-settentrionale in graduale estensione alle zone interne centro-settentrionali. I fenomeni potranno essere associati a forti colpi di vento o grandinate.

Tendenza a cessazione dei fenomeni in serata. Temperature minime stazionarie, massime in diminuzione sulle zone interne. Mari inizialmente poco mossi, con aumento del moto ondoso a nord dell’Elba fino a mossi o molto mossi in serata.

L'articolo Temporali, codice giallo in Toscana per forti piogge proviene da www.controradio.it.

Sanità, Scaramelli: “da taglio dirigenti più soldi contro liste attesa”

Sanità, Scaramelli: “da taglio dirigenti più soldi contro liste attesa”

Lo dice il presidente della commissione sanità in Consiglio regionale Stefano Scaramelli (Pd).

“Ridurre i dirigenti inutili, portare i territori ad essere protagonisti della programmazione, liberare risorse per abbattere le liste di attesa. Siamo di fronte ad un processo unico di redistribuzione delle risorse in Toscana”. Lo dice il presidente della commissione sanità in Consiglio regionale Stefano Scaramelli (Pd) spiegando il senso delle modifiche introdotte da alcuni emendamenti alla legge regionale, la 40 del 2005, sulla nomina delle figure apicali delle aziende sanitarie, che prevedono l’eliminazione della figura del direttore per la programmazione di area vasta.
“Per la prima volta – prosegue Scaramelli in una nota – i capi dipartimento territoriali e ospedalieri si coordineranno con gli universitari, e ci sarà vera integrazione nelle aree vaste. I risparmi previsti saranno di circa 1 milione di euro all’anno a regime, e con quei soldi si potranno abbattere le liste di attesa”. Per il presidente della commissione è un “risparmio che consentirà di investire in ulteriori prestazioni sanitarie per i cittadini: 40 mila visite specialistiche, 30 mila ecografie, 10 mila tac e risonanze magnetiche”.
Le funzioni svolte dai direttori della programmazione saranno trasferite alla Regione. “Nasce – conclude Scaramelli – un coordinamento di area vasta con un direttore della direzione regionale coadiuvato da due organi a costo zero: un comitato tecnico e un nucleo tecnico di supporto che si occuperà della programmazione.
Diventa centrale il ruolo dei territori con i sindaci che tornano protagonisti nell’esprimere pareri nelle nomine delle direzioni aziendali”. I comitati tecnici saranno tre, uno per ciascuna area vasta e saranno composti dai dg delle aziende sanitarie e dell’Estar.

L'articolo Sanità, Scaramelli: “da taglio dirigenti più soldi contro liste attesa” proviene da www.controradio.it.