Cadavere uomo trovato nei fossi medicei a Livorno

Cadavere uomo trovato nei fossi medicei a Livorno

Livorno, il cadavere di un uomo, non ancora identificato, è stato recuperato lunedì mattina dai sommozzatori dei Vigili del Fuoco nelle acque dei fossi medicei, sotto gli scali Finocchietti.

A richiedere l’impiego dei sommozzatori è stata la polizia, che, intervenuta sul posto anche con la squadra del Servizio di polizia scientifica, ha avviato tutti gli accertamenti sul cadavere per risalire all’identità e alle cause del decesso.

A scoprire il corpo in acqua è stato un pescatore che stava per uscire per una battuta di pesca quando ha visto la salma galleggiare vicino alla sua barca e ha allertato le autorità.

L'articolo Cadavere uomo trovato nei fossi medicei a Livorno proviene da www.controradio.it.

Artbonus, 23,9 milioni alla Toscana

Artbonus, 23,9 milioni alla Toscana

Ha sfondato il muro dei 200 milioni di euro, l’ArtBonus, l’agevolazione voluta dal governo per incentivare i mecenati dell’arte.

La parte del leone nei finanziamenti ArtBonus, l’ha fatta la Lombardia con quasi 73 milioni di euro raccolti, mentre in coda, ci sono solo i 171.925 euro per una regione ricca di tesori dell’arte come la Sicilia, 5.200 euro per la Calabria, 1,1 milioni per la Campania, 600 euro per il Molise, nulla per la Basilicata.

Lontana dai risultati della Lombardia anche la Toscana con 23,9 milioni di sostegno privato ricevuti da istituzioni della cultura, e non solo i soliti Uffizi.

In generale hanno beneficiato di aiuti diverse fondazioni liriche, oltre al teatro alla Scala e all’Arena di Verona, il San Carlo di Napoli, La Fenice di Venezia, l’Accademia di Santa Cecilia e il Teatro dell’Opera a Roma, il Maggio a Firenze, solo per citarne alcune. E l’aiuto è arrivato anche per opere civiche molto importanti, come il restauro delle mura urbane di Lucca, straordinario esempio di architettura fortificata (4,9 milioni come contributo al restauro).

Ma in questi anni, complice il credito di imposta, i privati sono venuti in aiuto anche di istituzioni e beni magari meno citati eppure certo non meno importanti, come la Biblioteca delle oblate a Firenze (circa 763 mila euro) o Palazzo Chiericati a Vicenza (1.510.300 per interventi di manutenzione sulle facciate) il ponte degli alpini a Bassano del Grappa.

Per Franceschini è una riprova dell’efficacia della legge: utile, dice il ministro, “Perché con queste risorse si finanzia la cultura e il recupero del patrimonio. Ma importante soprattutto dal punto di vista educativo perché sta introducendo nel Paese la cultura del mecenatismo”.

La sfida sarebbe ora di far funzionare l’ArtBonus  anche al centro Sud.

L'articolo Artbonus, 23,9 milioni alla Toscana proviene da www.controradio.it.

Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina

Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina

Ferrara, pareggio 1-1 al Paolo Mazza tra Spal e Fiorentina, quando i padroni di casa stavano già assaporando la vittoria contro un avversario dal gioco confuso per lunghi tratti dell’incontro.

È stata la Spal la prima ad essere pericolosa: su calcio di punizione di Viviani al 10′, Felipe si ritrova la palla addosso, ma da pochi metri non riesce a superare Sportiello che controlla.

La gara rimane bloccata, lo spettacolo non decolla e non ci sono troppe emozioni fino al 33′ quando dopo una lunga azione viola la formazione di Pioli segna con Chiesa, ma la rete è annullata per un fuorigioco di Gil Dias.

La Spal va poi in vantaggio al 42′: calcio di punizione dalla destra di Viviani, colpo di testa di Felipe che va sul palo, arriva Paloschi che da poco meno di un metro porta in vantaggio la formazione biancazzurra, realizzando la sua terza rete in campionato.

La Spal nel primo minuto di recupero reclama un rigore per fallo su Borriello, ma l’arbitro non fischia.

Fiorentina pericolosa a inizio ripresa con il neo entrato Babacar, ma Gomis respinge in calcio d’angolo, sulla successiva azione tiro di Chiesa in curva Ovest.

Al 14′ anche la Spal si vede negare un gol, annullato a Paloschi per fuorigioco, dopo che Mattiello l’aveva lanciato verso la porta.

Al 18′ grande salvataggio nei pressi della linea di porta di Grassi su conclusione al volo di Sanchez.

La Fiorentina fa possesso palla, ma fatica ad arrivare alla conclusione fino al 34′ quando la conclusione di Simeone va alta sopra la traversa.

Un minuto dopo il pareggio al termine di una bellissima azione con l’assist vincente di Simeone che ha servito Chiesa che ha battuto Gomis da dentro l’area.

La Spal ci prova di nuovo al 41′, ma la conclusione di Mattiello è ribattuta dalla difesa.

Per la cronaca, si sono verificati scontri tra tifosi a Ferrara in via Piangipane tra le 13.15 e le 13.30 a poco più di un’ora dal fischio di inizio della partita con lanci di bottiglie, urla e tafferugli tra i due schieramenti.

L'articolo Spal-Fiorentina, 1-1, Chiesa salva la Fiorentina proviene da www.controradio.it.

Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia

Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia

Firenze, a margine del 72/o congresso di Assoenologi, tenutosi domenica 19 alla Stazione Leopolda, l’AD della casa Marchesi Antinori, Renzo Cotarella ha sottolineato il fatto che quest’anno, in tre nazioni si sono prodotti 40 mln di ettolitri di vino in meno.

“La vendemmia quest’anno ha avuto un impatto dimensionale molto forte, a livello globale ma soprattutto europeo con Italia, Francia e Spagna che insieme hanno prodotto 35-40 milioni di ettolitri di vino in meno.

Una cifra stratosferica e praticamente uguale alla produzione vinicola di Argentina, Cile e Nuova Zelanda messe insieme”.

Secondo Cotarella, per il comparto “questo aspetto rischia di essere penalizzante perché i costi di produzione rischiano di dover essere calcolati su una minor produzione.

Tuttavia, il mercato è attento, è disposto a pagare qualcosa in più per i prodotti di qualità e i singoli marchi continuano a ricevere interesse”.

“Dal punto di vista del reddito – ha concluso – direi che non c’è da essere preoccupati ma rimane comunque un mercato molto competitivo che spinge a dover conquistare tutti gli angoli” anche perché, “la quantità generale di vino prodotta è leggermente superiore al consumo”.

L'articolo Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia proviene da www.controradio.it.

Associazione Strage Georgofili, inasprire 41 bis

Associazione Strage Georgofili, inasprire 41 bis

Firenze, in occasione della morte del boss mafioso Totò Riina, la presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili, Giovanna Maggiani Chelli, ha diramato un comunicato stampa nel quale si esprime il disappunto dell’associazione sul ‘sollevamento’ in extremis del 41 bis.

“Mentre la Chiesa di Papa Bergoglio ha avuto la forza e il coraggio di dire no a qualsiasi riconoscimento per la mafia stragista, rifiutando i funerali – dice la Presidente – a ‘Toto u curto’, lo Stato non ha saputo resistere e ha firmato un ‘lascia passare’ oltre il 41 bis, affinché i familiari di Riina potessero essere con lui mentre moriva”.

“E così – aggiunge – come era da aspettarsi, i media che aderiscono a fare da becchini al 41 bis, stanno in queste ore perorando la causa della mafia al grido di ‘Provenzano e Riina sono morti aboliamo il 41 bis!'”, ma “il nostro contro grido è ‘Si inasprisca il 41 bis visto che Provenzano e Riina sono morti e ora dal carcere ‘si voterà’ a mezzo di ‘pizzini’ nascosti anche nelle ‘merendine’ pur di partecipare alle elezioni di un nuovo capo di Cosa Nostra. Un nuovo capo di Cosa Nostra pronto per la prossima strage terroristica eversiva”.

L'articolo Associazione Strage Georgofili, inasprire 41 bis proviene da www.controradio.it.