Disco della settimana: Sleaford Mods “Spare Ribs”

Disco della settimana: Sleaford Mods “Spare Ribs”

Esce per Rough Trade il sesto album degli Sleaford Mods, anticipato da una manciata di singoli. Punk, elettronica, hip hop e tonnellate di inglesità “mod” per un album estremamente violento e politico.


Gli Sleaford Mods pubblicano il sesto album in studio “Spare Ribs” per Rough Trade Records, anticipato dal primo singolo “Mork n Mindy” feat. Billy Nomates con un video diretto da Ben Wheatley e girato a Nottingham, in una replica della casa in cui Jason è cresciuto. Nel disco anche la partecipazione di Amy Taylor, frontwoman di Amyl and the Sniffers. Riguardo al brano e all’album, il frontman Jason Williamson afferma: ““Mork n Mindy è il suono del riscaldamento centralizzato e l’odore terribile della cena della domenica in una casa nel 1982. Cemento, garage ammaccati, nicotina. Dove la bellezza esiste principalmente nelle piccole crepe sul guscio della tua immaginazione. Catturata perfettamente nel video di Ben Wheatley per il brano.

Siamo indubbiamente dalle parti di un linguaggio musicale britannicissimo, in cui gli echi del post-punk sono fortissimi (Public Image Limited e Fall su tutti), ma ibridati di elettronica, hip hop e ovviamente” “modernismo” “Io sono cresciuto con la cultura mod, che era legata alle classi più basse e che é stata molto importante negli anni 60, 70, 80 e 90 ma ormai non lo é più come in passato, é cambiata, ci sono poche persone che gravitano intorno al Modernismo. Aggiungerlo nel nome della band era un modo per citarlo, per tenerlo in considerazione e omaggiarlo perché io mi riconosco ancora nei principi del modernismo”, dice Jason Williamson.

Il secondo singolo ‘Shortcummings’ è, come leggiamo dal comunicato stampa, “un singolo politico senza peli sulla lingua. L’arroganza dei privilegiati in questo momento è una delle cause che creano miseria, sofferenza e spreco dei soldi pubblici. Criceti snob che si combattono l’un l’altro. E’ veramente faticoso coesistere con questa elite. La roccaforte del controllo è troppo potente ora e non vedo nessuno che si voglia opporre a questa rapina a cielo aperto.”

Il terzo singolo,“Nudge It”, arriva accompagnata da un video musicale diretto da Eddie the Wheel in cui la band  trasmette la traccia mentre gironzola per strade vuote, con alcuni effetti della telecamera che danno al procedimento una sensazione a scatti. Jason Williamson ha dichiarato circa il nuovo brano: “Immagina di avere opzioni limitate, non sei sicuro di come te la passi quella settimana, guardando fuori dalla finestra dell’appartamento umido in cui non vuoi vivere in, e vedere un gruppo di posers fare un servizio fotografico perché “Bella architettura fratello, sentiamo il tuo dolore”!

Quanto al titolo dell’album: “…è la distruzione che vedo attorno a me: edifici incompiuti, altri demoliti a metà, magazzini abbandonati, imprese fallite: è quello che si vede quando prendi l’autostrada o quando parti per il tour. Vedi cose del genere di continuo. Le nostre vite sono sacrificabili per la maggior parte dei governi, secondarie sotto un sistema di governo monetario. Siamo scorte se volete, pezzi su uno scaffale a scopo di lucro, scartati in qualsiasi momento se una crisi (costruita oppure no) minaccia la produttività. È una costante, ovviamente, e in particolare nell’attuale pandemia. Le masse non possono essere presenti nelle menti di leader inadatti, no? Altrimenti la consapevolezza della gestione catastrofica paralizzerebbe le loro menti. Proprio come il corpo umano che può ancora sopravvivere senza un set completo di costole, siamo tutti “spare ribs” (costine di scorta), preservazione per il capitalismo e disponibili come parti di ricambio. “

Scopri di più su www.sleafordmods.com/

 

L'articolo Disco della settimana: Sleaford Mods “Spare Ribs” proviene da www.controradio.it.

Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders

Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders

Giovedì 14 gennaio il presidente della Regione Eugenio Giani consegnerà agli Anders, partecipanti del Rock Contest 2020, il Premio Fondo Sociale Europeo, sarà l’occasione di un talk su “Libertà di espressione e creatività giovanile” con lo stesso Giani, Irene Grandi e l’attrice Gaia Nanni, condotto da Raffaele Palumbo e Giustina Terenzi di Controradio.

E’ all’insegna della “Libertà di espressione e creatività giovanile” il premio Fse/Giovanisì del Rock Contest 2020 che il presidente della Regione Eugenio Giani consegnerà alla band vincitrice giovedì 14 gennaio, alle 15.30, al Cinema La Compagnia, in via Cavour 50/R a Firenze. All’evento, che potrà essere seguito unicamente dalla stampa, oltre agli Anders, il gruppo vincitore, parteciperanno la cantante Irene Grandi e l’attrice Gaia Nanni. A presentare saranno Raffaele Palumbo e Giustina Terenzi di Controradio.


La band, al termine della premiazione, suonerà due canzoni tra cui quella per cui hanno vinto il premio “Joshua. Mi sento più al sicuro qui”, dedicata a Joshua Wong. A seguire il punto con la stampa.

Il premio è promosso da Regione Toscana (Giovanisì e Fondo Sociale Europeo) e Controradio. Il Rock Contest 2020 si è svolto in una speciale edizione online, la “Computer Age Edition”, ottenendo uno straordinario successo con più di 500.000 visualizzazioni.

L'articolo Rock Contest 2020, Giani consegnerà premio FSE/GiovaniSì agli Anders proviene da www.controradio.it.

Disco della settimana: Introducing… Aaron Frazer

Disco della settimana: Introducing… Aaron Frazer

Dopo la pausa festiva torna la rubrica “Il Disco della settimana” con ‘Introducing …’. Esordio di Aaron Frazer (già con Durand Jones & The Indications), prodotto da Dan Auerbach dei Black Keys, uscito l’8 gennaio per Dead Oceans

L’esordio solista di Aaron Frazer è un album di dolcissimo soul prodotto dal grande Dan Auerbach dei Black Keys, anticipato le settimane scorse dai singoli ‘Bad News’ e ‘Over You’, oltre che dal nuovo ‘I Got It’.

Aaron Frazer è il batterista e corista dei Durand Jones & The Indications, band che in tempi recenti ha dato nuova linfa e vigore ad uno dei più classici sound americani. ‘Introducing …’, esordio di Aaron, è una co-produzione in uscita per Dead Oceans e Easy Eye Sound, label fondata dallo stesso Auerbach.

Un vero e proprio testamento di gratitudine verso i grandi artisti soul che hanno definito il suo gusto e influenzato lo stile (con un occhio di riguardo per le atmosfere soft alla Bretton Wood). ‘Introducing …’ combina la passione di Aaron per il grande soul degli anni ’70 con la particolare sensibilità produttiva di Dan Auerbach, con influenze disco, gospel e doo-wop.

Il disco è stato prodotto in una settimana presso lo studio di Dan Auerbach a Nashville con una band di turnisti incredibili. Alle registrazioni hanno partecipato il percussionista Sam Bacco, membri del mondo Daptone e Bg Crown e turnisti che avevano partecipato alla registrazione di classici come ‘Son of A Preacher Man’ di Dusty Srpingfield e ‘You Make Me Feel Like A Natural Woman’ di Aretha Franklin.



Album info: https://deadoceans.com/records/introducing

 

L'articolo Disco della settimana: Introducing… Aaron Frazer proviene da www.controradio.it.

Gli Other Lives presentano le “Sicily Sessions”

Gli Other Lives presentano le “Sicily Sessions”

A sei mesi dalla pubblicazione dell’acclamato album For Their Love (già disco della settimana di Controradio), la band di Portland Other Lives ritorna con una raccolta di demo dei brani estratti dal loro quarto lavoro in studio.

Inizialmente composte e registrate come demo da Jesse Tabish (piano, chitarra, voce) in Sicilia, insieme alla moglie Kim, le Sicily Sessions mostrano la genesi e il processo creativo che si cela dietro ogni brano di questo lavoro degli Other Lives.

Sulle registrazioni, Jesse racconta: “Dopo l’elezione del 2016, io e Kim abbiamo deciso che era arrivato il momento di prenderci una pausa dagli Stati Uniti. Dopo un lungo viaggio in Europa siamo finiti in una piccola città siciliana chiamata Castellammare del Golfo. Lì abbiamo trovato la pace e uno di stile di vita che ci ha ispirati a mettere da parte il computer e tornare a una forma più essenziale di scrittura e da lì sono nate le prime idee per quello che poi sarebbe diventato For Their Love. Speriamo possiate godervi queste prime stesure”.

For Their Love (album della settimana anche su Controradio) è stato molto apprezzato dalla critica e considerato come uno dei migliori album della band, ricevendo 4 stelle anche su Mojo e Q, tra gli altri.

La raccolta di demo è disponibile dall’11 dicembre su tutte le piattaforme digitali e su cassetta in edizione limitata, su Play it again Sam INFO

Ascolta “Sound Of Violence”:

L'articolo Gli Other Lives presentano le “Sicily Sessions” proviene da www.controradio.it.

“Best of Rock Contest” lo speciale con tutti gli ospiti

“Best of Rock Contest” lo speciale con tutti gli ospiti

A una settimana dalla finalissima, lunedì 28 dicembre puntata speciale con il meglio del Rock Contest. Con i  finalisti, gli ospiti e il saluto di Appino degli Zen Circus.

Tutto quello che vorreste rivedere del Rock Contest 2020 va online lunedì 28 dicembre alle ore 21.  Sulle pagine Facebook del Rock Contest, di Controradio, di Rockit e di Giovanisì – Regione Toscana. Sui siti rockcontest.it e controradio.it, sui canali Youtube Controradio Crossmedia e Rock Contest.

A una settimana dalla proclamazione dei vincitori Bob and The Apple,  il più autorevole concorso per gruppi e musicisti indipendenti propone “Best of Rock Contest”. Un regalo di Natale ai più di 400.000 appassionati e addetti ai lavori che hanno seguito tutte le fasi del concorso.

Un’ora di musica e interviste. Con protagonisti assoluti i 30 gruppi/artisti in gara e i tanti ospiti che li hanno affiancati: Paolo Benvegnù, Emma Nolde, Erriquez e Finaz, Ginevra di Marco, Nervi, L’Albero.

Nella puntata anche i video di Gaube (secondo posto), Anders (Premio Premio FSE/Giovanisì) ed Elise Duchemin (Premio De Pascale) decretati da una giuria una giuria di addetti ai lavori (Aimone Romizi dei FASK, Enrico Greppi della Bandabardò, Manitoba, Clap!Clap!, Silvia Boschero, Carlo Pastore e tanti altri) presieduta da Paolo Benvegnù.

Con 32 anni di storia, il Rock Contest si conferma osservatorio d’eccezione delle nuove tendenze, di chi e come tesse la musica di domani.


Rock Contest è organizzato da Controradio e Controradio Club in collaborazione con Comune di Firenze, Regione Toscana – Fondo Sociale Europeo/Giovanisì, SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e con il contributo di Publiacqua.

Sponsor tecnici Audioglobe, Sam Recording Studio, partner Woodworm Label, Locusta Booking, GRS General Recording Studio, media-partner Rockit.

 

 

L'articolo “Best of Rock Contest” lo speciale con tutti gli ospiti proviene da www.controradio.it.