Lora and The Stalkers ascolta l’intervista

Lora and The Stalkers ascolta l’intervista

Lora and The Stalkers, la band romana ci racconta il nuovo disco “No desire control”, uscito lo scorso 17 settembre su Blind Faith records. Tra wall of sound e dream-pop. L’intervista a cura di Giustina Terenzi

Registrate da Luca Sapio a Roma ai Blind Faith Studios, i brani di No Desire Control parlano di desiderio, passione, fantasia e riscatto, un universo emotivo che tocca le coscienze di tutti, tra reminiscenze del passato e speranze nel futuro. La musica di Lora and The Stalkers è un atto d’amore verso il rock viscerale ed energico, tra il post-punk di Manchester, le armonie californiane Anni ’50 e ’60 e la scena romana, con rimandi a visioni estatiche tipiche della scena dream pop contemporanea. Da Phil Spector ai Chromatics con Norman Petty e Dick Dale nel cuore.

Lora and The Stalkers nascono nel 2016 dalla cantante e musicista Lora Ferrarotto e dal polistrumentista e compositore Alex Meozzi, attivo anche nella resident band del programma tv Stracult. Due anni dopo debuttano con un disco autoprodotto e l’anno scorso entrano nel roster della Bilnd Faith, la label romana  che ha già nel roster la leggendaria Marta High, la leggendaria diva soul/funk e vocalist di James Brown, il pluripremiato Sugaray Rayford, il polistrumentista maliano Baba Sissoko e il bassista jazz Pierpaolo Ranieri.

YouTube Video

L'articolo Lora and The Stalkers ascolta l’intervista da www.controradio.it.

France Odeon d’Été 2021

France Odeon d’Été 2021

La tre giorni di cinema francese a Firenze, in attesa della XIII edizione del festival internazionale “France Odeon“. Da 22 al 24 settembre, tra Istituto Francese e cinema Spazio Alfieri, in programma tre film e una masterclass

Il festival del cinema francese di Firenze, France Odeon con una tre giorni speciale, è uno degli eventi di chiusura dell’Estate Fiorentina del Comune 2021. Con il titolo France Odeon Été il 22, il 23 e il 24 settembre all’Istituto Francese e al Cinema Spazio Alfieri sarà protagonista il cinema d’Oltralpe con una minirassegna.

Tre film e una masterclass da non perdere; si comincia mercoledì 22 con La Bonne Epouse di Martin Provost, alla presenza del distributore italiano Stefano Jacono, che ritirerà il premio Foglia d’oro del Pubblico 2020. Si continua giovedì 23 con l’esilarante commedia Antoinette dans les Cévennes di Caroline Vignal alla presenza della regista. Entrambe le proiezioni saranno in doppia replica alle 18.30 e alle 21.00. Venerdì 23 alle ore 11.30 invece il pubblico potrà incontrare al Cinema Spazio Alfieri Jacques Fieschi, sceneggiatore francese che ha scritto per i grandi maestri da Pialat a Sautet, da Jacquot a Garcia per una masterclass di approfondimento sulla scrittura cinematografica. France Odeon Été si conclude alle ore 18.30 del 24 settembre, all’Istituto Francese, con la proiezione di Un coeur en hiver di Sautet, uno dei film più noti scritti da Jacques Fieschi che alla fine si intratterrà con il pubblico per un Q&A. “France Odeon Eté è un’occasione per scaldare i cuori dei nostri spettatori francofili” dichiara Francesco Ranieri Martinotti, direttore artistico ” in vista della tredicesima edizione del Festival che accoglierà tantissimi altri ospiti per una settimana, a partire dal 25 ottobre, al cinema La Compagnia di Firenze, in collaborazione con l’Area cinema di Fondazione Sistema Toscana”.

Programma France Odeon Été:

Mercoledì 22 settembre 2021 ore 18.30 e ore 21.00 – Institut français Firenze
“La Bonne Epouse” (2020) di Martin Provost con Juliette Binoche, Yolande Moreau, Noémie Lvovsky (109 min, v.o. sott. ita).
Siamo nel 1967, poco prima dell’esplosione del Maggio francese. Juliette Binoche, alias Paulette Van Der Berck, insegna alle ragazze alsaziane di buona famiglia a diventare brave mogli e amorose mamme. Una singolare suora e una cuoca pasticciona la assistono. Poi, all’improvviso, scoppia il Maggio ‘68. E tutto cambia, anche la severa Paulette…
Ore 21.00 – Consegna del premio Foglia d’Oro del Pubblico 2020 al distributore italiano Stefano Jacono.

Giovedi 23 settembre 2021 ore 18.30 e ore 21.00 – Institut français Firenze
“Antoinette dans les Cévennes” (2020) di Caroline Vignal con Laure Calamy, Benjamin Lavernhe, Olivia Côte (95 min, v.o. sott. ita).
Antoinette aspetta da mesi l’estate e la promessa di una settimana romantica con il suo amante Vladimir, ma lui all’ultimo momento annulla: sua moglie ha prenotato un’escursione in famiglia nelle Cévennes con un asino! Scaricata, Antoinette per ripicca decide di partire e fare anche lei il cammino di Stevenson. Al suo arrivo, nessun Vladimir, ma un certo Patrick, un asino testardo, che la accompagnerà nel suo particolare viaggio.
Ore 21.00 – A seguire incontro con la regista Caroline Vignal e la distributrice italiana Emanuela Piovano.

Venerdì 24 settembre 2021 ore 11.30 – Cinema Spazio Alfieri
Masterclass di sceneggiatura con Jacques Fieschi.
Uno dei più importanti sceneggiatori francesi, ha scritto per i grandi maestri del cinema d’oltralpe da Pialat a Sautet, da Jacquot a Garcia a Fontaine. Tra le sue sceneggiature più recenti Illusions perdues per il film di Xavier Giannoli presentato alla Mostra di Venezia 2021.

Venerdì 24 settembre ore 18.30 – Institut français Firenze
“Un coeur en hiver” (1992) di Claude Sautet con Daniel Auteuil, Emmanuelle Béart, André Dussollier (105 min, v.o. sott. ita).
Stéphane e Maxime sono amici dai tempi del conservatorio e ora soci liutai. Tanto uno è estroverso e brillante, quanto l’altro è schivo e freddo.Quando la bellissima violinista Camille entra nelle loro vite, ne sconvolge la routine. Una raffinata e dolente storia d’amore sulle note di Ravel.
A seguire incontro con lo sceneggiatore Jacques Fieschi.

ACCESSO CON GREEN PASS O TAMPONE NEGATIVO ENTRO LE 48H
Ingresso 5€ /// Prenotazione obbligatoria franceodeon.extra@gmail.com 

L'articolo France Odeon d’Été 2021 da www.controradio.it.

Jodorowsky’s Dune arriva al cinema

Jodorowsky’s Dune arriva al cinema

Jodorowsky’s Dune di Frank Pavich, ovvero il documentario che ricostruisce la storia del più grande film di fantascienza… mai realizzato. In Toscana lo trovate al cinema Arsenale di Pisa, e all’Odeon di Firenze

Il regista di culto Alejandro Jodorowsky, dopo il successo dei suoi film “El Topo” (1970) e “La montagna sacra” (1973), si vide offrire dal produttore francese Michel Seydoux l’offerta di poter girare “qualsiasi film avesse voluto”. Jodorowsky scelse di girare un film ispirato al romanzo di fantascienza “Dune” di Frank Herbert, benché non avesse mai letto quel libro. Seidoux acquistò il diritti per la versione cinematografica del libro dal produttore di “Il pianeta delle scimmie”, Arthur P. Jacobs, che li aveva acquisiti ma poi aveva rinunciato al progetto di trarne una pellicola. L’impresa di Jodorowsky era coaì avviata, e prevedeva per “Dune” un adattamento cinematografico della durata compresa fra le 10 e le 20 ore. L’intenzione del regista non era di trarre la sua pellicola seguendo la narrazione del romanzo, ma, ispirandosi a quello, di raccontare la storia di un Messia per la generazione psichedelica, e di ricreare per gli spettatori gli effetti di un “viaggio” in LSD ma senza l’assunzione della sostanza. il regista propose la partecipazione di un team incredibile che comprendeva i designer H.R. Giger, Moebius e Chris Foss oltre all’esperto di effetti speciali Dan O’Bannon, le musiche dei Pink Floyd e attori come David Carradine, Mick Jagger, Salvador Dalì e Orson Welles.

Il mega progetto restò irrealizzato (tra le cause anche i mancati finanziament) fino al 1984, quando a portare sugli schermi il libro di “Dune” fu David Lynch; la colonna sonora fu affidata ai Toto, con l’unica eccezione di un brano, “Prophecy theme”, composto da Brian Eno, Roger Eno e Daniel Lanois.

Proiezione al cinema Arsenale di Pisa (dal 20 al 22 settembre con orari diversi. Per la programmazione QUI

Al Cinema Odeon di Firenze il film viene proposto martedì 21settembre (ore 18.30 e 21). La proiezione delle  21 verrà introdotta da Alessandro Tiberio, distributore italiano del film. All’entrata della sala saranno in vendita le magliette JODOROWSKY’S DUNE, realizzate per l’occasione e in numero limitato. INFO

L'articolo Jodorowsky’s Dune arriva al cinema da www.controradio.it.

Aspettando Genius Loci

Aspettando Genius Loci

Prima di entrare nel vivo delle giornate di Genius Loci, a partire dal 15 settembre l’anteprima “Aspettando Genius Loci. Il futuro della memoria”. Visite guidate e incontri letterari.

Ritorna Genius Loci, festival culturale di Controradio, che, tra spettacolo e talk show, accompagna il pubblico alla scoperta di uno dei luoghi simbolo di Firenze, il complesso monumentale di Santa Croce. Dal 23 al 25 settembre. Due notti e un’alba di eventi animeranno scenari unici quali il Cenacolo e il Chiostro Grande, con produzioni site specific e originali di musica, teatro, cinema e letteratura. A fare da apripista una sorta di festival nel festival con “Aspettando Genius Loci”. A partire dal 15 settembre in programma la presentazione dei libri: “Dante Alighieri – tutte le opere” con Marco Malvaldi (15/09); “Il posto degli uomini – Dante in purgatorio, dove andremo tutti” con Aldo Cazzullo (16/09); “Danteide – viaggio tentato nel cervello del poeta” con Piero Trellini (18/09); “Vite Sognate del Vasari” con Enzo Fileno Carabba (20/09); “L’invenzione degli italiani – Dove ti porta il cuore” con Marcello Fois (22/09).

Tutte le iniziative si svolgono alle ore 18.30 nel Cenacolo di Santa Croce su Prenotazione. (Ancora posti a disposizione).

Sempre per “Aspettando Genius Loci”, viene proposto un interessante ciclo di visite guidate, che quest’anno allarga l’orizzonte a luoghi dell’area metropolitana legati alla figura di Francesco e al francescanesimo. Da Santa Croce alla Pieve di San Leonino a Rignano, da Pelago alla Pieve di San Giovanni a Rèmole a Pontassieve. Luoghi molto suggestivi, fuori dalle rotte classiche, che vale la pena conoscere attraverso le visite guidate gratuite previste dal 15 al 22 settembre. Le visite guidate sono gratuite e sono aperte a un numero limitato di partecipanti. La prenotazione è obbligatoria.

  • La potenza delle immagini: il messaggio di Francesco (complesso monumentale di Santa Croce, Firenze)
    Giovedì 16 e sabato 18 settembre, ore 11.00
    Una visita che svela segreti e particolari della rappresentazione del messaggio francescano nell’opera degli artisti di Santa Croce.
    Clicca qui per vedere la disponibilità e prenotare
  • Contado e devozione (Rignano, Pieve di San Leonino)
    Sabato 18 alle ore 15.00 e domenica 19 settembre alle ore 16.00
    Una visita dell’antica pieve di San Leonino, posta sulla Cassia vetus, la strada romana che da Roma conduceva verso Fiesole e Firenze.
    Informazioni e prenotazioni: cultura@comunerignano.it  www.chiantivaldarno.it
    Tel. 055 8347833 – 055 8347827
  • Le vie di Francesco nel cuore di Pelago (Pelago)
    Mercoledì 15 e giovedì 16 settembre alle 15.00
    Alla scoperta di Pelago, borgo fortificato nella Valdisieve, dalla storia millenaria e dal ruolo strategico per tutto il medioevo e posta sulla Via di Francesco.
    Informazioni e prenotazioni: ecomuseomontagnafiorentina@gmail.com | Tel. 370 3253330
  • La Pieve di San Giovanni a Rèmole (Pontassieve)
    Mercoledì 15 settembre alle 10.00 e venerdì 17 settembre alle 12.00
    La Pieve di San Giovanni a Rèmole ricordata già dal 955, vanta una caratteristica architettura ed importanti opere che scopriremo in questa visita dedicata.
    Informazioni e prenotazioni: cultura@comune.pontassieve.fi.it  www.comune.pontassieve

L'articolo Aspettando Genius Loci da www.controradio.it.

Emma Nolde. Ascolta l’intervista

Emma Nolde. Ascolta l’intervista

In occasione di una sua data fiorentina abbiamo colto l’occasione per fare due chiacchiere con Emma Nolde, talentuoso astro nascente della nuova musica italiana scoperta e lanciata dal Rock Contest di Controradio.

Emma Nolde è stata scoperta dal Rock Contest nel 2019,  edizione in cui ha meritato il Premio Ernesto de Pascale per la miglior canzone con testo in italiano con il brano Nero Ardesia. Canzone che è poi entrata a far parte dell’album d’esordio “Toccaterra” uscito per Woodworm/Polydor.

Emma ha portato il disco dal vivo in un lungo tour estivo che ha percorso tutta la penisola.

Ascolta l’intervista a cura di Giovanni Barbasso.

 

Nel frattempo il Rock Contest è partito con le iscrizioni all’edizione 2021. In palio registrazioni in studio, clip, tour e altri premi votati alla crescita professionale:  1° e 2° Premio Rock Contest, Premio FSE/Giovanisì, Premio Ernesto De Pascale. Novità di quest’anno, il Premio Enrico Greppi “Erriquez” in ricordo del leader della Bandabardò.

Partecipare è semplicissimo: basta compilare il modulo d’iscrizione e caricare tre brani originali. Una giuria di addetti ai lavori selezionerà le 30 band/artisti che accederanno alle fasi finali del concorso: 5 serate eliminatorie e due semifinali online. Quindi la finalissima che, Covid permettendo, si svolgerà dal vivo, a dicembre, a Firenze, insieme a ospiti illustri e con una giuria super qualificata che, insieme al pubblico, stillerà la classifica finale.

La “Computer Age Edition” dello scorso anno, con cui il Rock Contest ha inaugurato la sua dimensione digitale, ha ottenuto oltre mezzo milione di visualizzazioni.

 

L'articolo Emma Nolde. Ascolta l’intervista da www.controradio.it.