Ordigno bellico scoperto in cantiere biblioteca Empoli

Ordigno bellico scoperto in cantiere biblioteca Empoli

Lunedì è atteso l’arrivo degli artificieri da Bologna per mettere al sicuro l’area del cantiere

È stata programmata per la mattina di lunedì 23 novembre l’operazione per rimuovere e far brillare un ordigno della Seconda guerra mondiale ritrovato nel cantiere per il recupero della biblioteca comunale di Empoli. La notizia è stata confermata dall’amministrazione comunale e delle forze di sicurezza.

Si tratta di un proiettile da mortaio inesploso e venuto alla luce nei giorni scorsi durante alcune operazioni di scavo.

L'articolo Ordigno bellico scoperto in cantiere biblioteca Empoli proviene da www.controradio.it.

Ambiente: Firenze e Pisa piantano alberi per ogni nuovo nato

Ambiente: Firenze e Pisa piantano alberi per ogni nuovo nato

Sono 1300 gli alberi piantati e associati ad altrettanti bambini e bambine nati o adottati nel corso del 2020 a Firenze. Gli altri 700, per arrivare al totale dei 2000 nati e adottati in città, saranno messi a dimora entro fine anno durante la stagione propizia.

A piantare il 1301esimo albero al giardino del Bobolino sono stati il sindaco Dario Nardella e l’assessora all’Ambiente Cecilia Del Re in occasione della Giornata nazionale degli alberi: è stato messo a dimora un nocciolo per Lorenzo, nato nei giorni scorsi all’ospedale di Careggi.

L’iniziativa fa parte del progetto ‘Un albero per ogni nuovo nato’ che prevede appunto la messa a dimora di un nuovo albero per ogni nuovo nato: il sistema collega in modo automatico e casuale il nuovo albero piantato ai codici fiscali dei neonati. “Andiamo avanti per costruire una città sempre più verde e a misura di bambino, ancora più importante per il futuro post Covid – ha detto il sindaco -.

Dalle pareti verdi nelle scuole, ai nuovi alberi, giardini e parchi, sono tanti i progetti che stiamo realizzando per raggiungere questo obiettivo, anche grazie alle nuove tecnologie e alla partecipazione dei cittadini e dei più piccoli. Sono proprio i bambini infatti i protagonisti del cambiamento, da coinvolgere e sensibilizzare maggiormente sui temi ambientali”.

L’assessora Del Re ha sottolineato che “in un momento così difficile per la città è ancora più significativo celebrare e contare i nuovi nati e abbinare a ogni bambino anche una nuova pianta, simbolo di vita e di speranza”.

A Pisa l’amministrazione comunale ha festeggiato la giornata con la piantumazione di 100 nuovi alberi nell’area verde di via Maccatella a Cisanello. Le nuove piantumazioni, costituite da sette diverse specie arboree daranno vita ad un nuovo bosco urbano dedicato ai nuovi nati dell’anno 2019. “Oggi piantiamo questi alberi del nuovo bosco urbano di via Maccatella – ha dichiarato il sindaco Michele Conti – come gesto simbolico che ha però una grande valenza per i bambini a cui il bosco è dedicato. Piantare un nuovo albero oggi significa garantire alle generazioni future una città più verde e meno inquinata, con aree in tutti i quartieri dove poter passeggiare e ritrovarsi. Ci stiamo impegnando per rendere Pisa sempre più verde e i numeri lo dimostrano: solo in quest’anno abbiamo piantumato 475 nuovi alberi in tutta la città”

L'articolo Ambiente: Firenze e Pisa piantano alberi per ogni nuovo nato proviene da www.controradio.it.

Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo

Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo

Un veicolo abbandonato ha preso fuoco ed è esploso vicino all’ex campo sportivo di Montespertoli (Firenze) intorno alle 15.30.

Secondo quanto fa sapere il sindaco Alessio Mugnaini, si tratterebbe di un gesto di natura dolosa. Non si segnalano persone ferite ma l’onda d’urto ha provocato la rottura di vetri delle finestre alle abitazioni adiacenti. Sul posto carabinieri e volontari antincendio della Racchetta. “Grazie ad alcune testimonianze degli abitanti e alle telecamere nelle vie limitrofe – scrive Mugnaini – si sa già molto di come sono andati i fatti e i carabinieri di Montespertoli sono al lavoro per identificare con precisione gli autori del gesto folle e pericoloso”. Il veicolo, fa sempre sapere il primo cittadino, “era un’auto abbandonata per la quale la polizia municipale aveva già avviato le procedure per la rimozione d’ufficio”.

L'articolo Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo proviene da www.controradio.it.

Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo

Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo

Un veicolo abbandonato ha preso fuoco ed è esploso vicino all’ex campo sportivo di Montespertoli (Firenze) intorno alle 15.30.

Secondo quanto fa sapere il sindaco Alessio Mugnaini, si tratterebbe di un gesto di natura dolosa. Non si segnalano persone ferite ma l’onda d’urto ha provocato la rottura di vetri delle finestre alle abitazioni adiacenti. Sul posto carabinieri e volontari antincendio della Racchetta. “Grazie ad alcune testimonianze degli abitanti e alle telecamere nelle vie limitrofe – scrive Mugnaini – si sa già molto di come sono andati i fatti e i carabinieri di Montespertoli sono al lavoro per identificare con precisione gli autori del gesto folle e pericoloso”. Il veicolo, fa sempre sapere il primo cittadino, “era un’auto abbandonata per la quale la polizia municipale aveva già avviato le procedure per la rimozione d’ufficio”.

L'articolo Montespertoli: auto abbandonata esplode, forse dolo proviene da www.controradio.it.

Polemiche e offese a insegnante per progetto contro stereotipi genere

Polemiche e offese a insegnante per progetto contro stereotipi genere

Nardini: “La scuola è il luogo del rispetto e dell’uguaglianza”

È una vicenda che dimostra quanto sia difficile superare gli stereotipi e quanto il lavorare per questo susciti ancora paure e pregiudizi. Credo, invece, che sia assolutamente necessario continuare e potenziare l’impegno culturale in tale direzione, un impegno che parta proprio dalle giovani generazioni affinché possano essere educate e possano impegnarsi a realizzare una effettiva parità tra donne e uomini, la cui mancanza si traduce in disuguaglianze, discriminazioni, se non addirittura violenze. Per questo voglio esprimere la mia vicinanza e il mio sostegno all’insegnante della scuola elementare Marconi di Via Mayer a Firenze, bersaglio di offese inaccettabili, alla preside dell’istituto e all’assessora all’educazione del Comune di Firenze Sara Funaro”.

L’assessora a scuola formazione e politiche di genere, Alessandra Nardini, interviene così a proposito delle polemiche nate intorno ad alcune esperienze didattiche sul tema della differenza di genere all’interno della scuola fiorentina.

“L’elemento che trovo più confortante – prosegue – è che la netta maggioranza delle famiglie si sia esplicitamente schierata dalla parte dell’insegnante, difendendone l’operato e sostenendo l’importanza del contributo che la scuola può dare nell’educare al rispetto reciproco e all’uguaglianza e nel combattere retaggi culturali e stereotipi dannosissimi, che ancora oggi colpiscono negativamente milioni di vite, limitandone i diritti, colpendone la dignità, compromettendone la piena realizzazione. La scuola – conclude – può e deve essere il luogo dove si creano le basi affinché tutto questo non avvenga”.

L'articolo Polemiche e offese a insegnante per progetto contro stereotipi genere proviene da www.controradio.it.