Covid: sindaco, oggi nuovi tamponi in Rsa Chianti

Covid: sindaco, oggi nuovi tamponi in Rsa Chianti

Tamponi nella Rsa ‘Rosa Libri’ di Greve in Chianti

“Stamani sono stati effettuati nuovamente i tamponi agli ospiti della Rsa e speriamo, a distanza di 50 giorni, di avere qualche positivo in meno”. Lo ha detto il sindaco di Greve in Chianti (Firenze) Paolo Sottani, parlando della Rsa ‘Rosa Libri’ dove si sono registrati 13 decessi per Covid.

“Nella struttura, il 26 settembre scorso – ha ripreso il primo cittadino – erano presenti 48 ospiti, di loro ad oggi 28 sono positivi, due sono deceduti per motivi che non riguardano il Covid, 13 deceduti, invece, per complicanze relative al Coronavirus, quattro sono negativi ed uno è tornato a casa. Il prezzo pagato dalla nostra comunità, che conta quasi 14mila abitanti, è stato molto alto. Dobbiamo considerare che gli ospiti presenti in Rsa sono non autosufficienti e con diverse patologia”. Sottani, infine, ha precisato che “da diverse settimane la situazione è stabile. Sono inoltre rientrati a lavori cinque degli operatori contagiati e gli altri lo faranno a breve”.

L'articolo Covid: sindaco, oggi nuovi tamponi in Rsa Chianti proviene da www.controradio.it.

Coronavirus in Toscana: 2.207 nuovi casi, con un’età media di 49 anni; 48 i decessi

Coronavirus in Toscana: 2.207 nuovi casi, con un’età media di 49 anni; 48 i decessi

I ricoveri sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo.

In Toscana sono 90.884 i casi di positività al Coronavirus, 2.207 in più rispetto a ieri (1.471 identificati in corso di tracciamento e 736 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. Le persone guarite crescono del 7,4% e raggiungono quota 34.894 (38,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo. Sono invece 8.340 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 26,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.687 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.869, -0,5% rispetto a ieri. I ricoveri sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 2.207 casi odierni è di 49 anni circa (il 10% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 25.664 i casi complessivi ad oggi a Firenze (594 in più rispetto a ieri), 7.959 a Prato (160 in più), 7.756 a Pistoia (232 in più), 5.727 a Massa-Carrara (189 in più), 8.914 a Lucca (240 in più), 12.499 a Pisa (285 in più), 6.352 a Livorno (145 in più), 8.514 ad Arezzo (154 in più), 3.814 a Siena (94 in più), 3.130 a Grosseto (114 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 986 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 859 nella Nord-Ovest (Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 362 nella Sud-Est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.437 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.168 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.088 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.983, Massa-Carrara con 2.939, la più bassa Grosseto con 1.412.
Complessivamente, 51.782 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (241 in meno rispetto a ieri, meno 0,5%).
Sono 51.062 (924 in più rispetto a ieri, più 1,8%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 18.021, Nord-Ovest 21.618, Sud-Est 11.423).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 2.087 (14 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%), 295 in terapia intensiva (8 in più rispetto a ieri, più 2,8%).
Le persone complessivamente guarite sono 34.894 (2.414 in più rispetto a ieri, più 7,4%): 2.134 persone clinicamente guarite (133 in più rispetto a ieri, più 6,6%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 32.760 (2.281 in più rispetto a ieri, più 7,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 12 a Firenze, 6 a Prato, 5 a Pistoia, 8 a Massa-Carrara, 9 a Lucca, 2 a Pisa, 1 a Livorno, 4 a Arezzo, 1 a Grosseto.

Sono 2.121 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 788 a Firenze, 125 a Prato, 165 a Pistoia, 251 a Massa-Carrara, 220 a Lucca, 214 a Pisa, 130 a Livorno, 110 ad Arezzo, 57 a Siena, 42 a Grosseto, 19 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

L'articolo Coronavirus in Toscana: 2.207 nuovi casi, con un’età media di 49 anni; 48 i decessi proviene da www.controradio.it.

Dl Ristori: Confcommercio,50mila Toscana ‘Scioperiamo fisco’

Dl Ristori: Confcommercio,50mila Toscana ‘Scioperiamo fisco’

‘Non pagheremo più tasse e imposte’

Ci sono 50.000 imprese commerciali toscane non pagheranno più tasse e imposte: lo ha annunciato la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, che ha scritto al presidente nazionale Carlo Sangalli annunciando lo “sciopero fiscale” dei propri associati. “Le nostre aziende non hanno più risorse – scrive Lapini, secondo una nota dell’associazione – e preferiamo continuare a pagare prioritariamente dipendenti e fornitori rispetto ad uno Stato che non comprende, anzi calpesta, le nostre ragioni di esistere”.


L’associazione critica i ristori “irrisori” da parte dello Stato, la mancata sospensione della contribuzione fiscale, la disparità di trattamento fra categorie merceologiche sottoposte alle restrizioni anti-Covid dei Dpcm. Per il direttore di Confcommercio Toscana, Franco Marinoni, le imprese “certamente non si potranno sottrarre al pagamento delle ritenute né a quello dell’imposta Iva”, così come l’imposta di soggiorno.
“Possono però dichiarare lo sciopero fiscale per una lunga serie di altre tasse e imposte, da Irap e Ires a Imu, bollo auto e tassa sugli immobili”, sostiene Marinoni.

L'articolo Dl Ristori: Confcommercio,50mila Toscana ‘Scioperiamo fisco’ proviene da www.controradio.it.

Taglieggiano negozianti, arrestati 2 carabinieri Nas e agente Aise

Taglieggiano negozianti, arrestati 2 carabinieri Nas e agente Aise

Firenze, pretendevano denaro su verifiche loro attività

Due carabinieri del Nas sono stati arrestati a Firenze, in esecuzione di custodia cautelare in carcere, con l’accusa di aver preteso somme di denaro da commercianti e professionisti, impegnandosi in cambio a soprassedere su presunte irregolarità riscontrate nel corso delle verifiche.

Altre due persone sono finite ai domiciliari nell’ambito della stessa indagine: sono un appartenente all’Aise, già maresciallo della finanza, e un viticoltore. I due carabinieri erano già stati sospesi dal servizio e si trovavano agli arresti domiciliari dopo esser stati arrestati in flagranza, il 30 aprile 2020, mentre in un comune dell’hinterland si facevano dare 8mila euro da una dentista per scongiurare la chiusura del suo studio.

L'articolo Taglieggiano negozianti, arrestati 2 carabinieri Nas e agente Aise proviene da www.controradio.it.

Maltempo: neve all’Abetone e gran parte Appennino Pistoiese

Maltempo: neve all’Abetone e gran parte Appennino Pistoiese

Strade imbiancate, in funzione gli spalaneve

Sull’Appennino Pistoiese è arrivata la neve e, per gli operatori, si tratta di un buon auspicio per l’atteso avvio della stagione invernale ad Abetone e Cutigliano.


Montagne e strade si sono imbiancate già durante la scorsa notte e sono entrati in funzione gli spalaneve. E’ di fatto la prima nevicata a quote relativamente basse (circa 900 metri), una prima spruzzata era arrivata alla fine di ottobre, ma solo nelle cime più alte. Intanto sul web in molti si sono sbizzarriti a postare foto delle strade e delle piazze della montagna imbiancate. Altre nevicate sono attese per domani, sabato 21 novembre e per domenica 22, poi le temperature dovrebbero tornare sopra la norma.

L'articolo Maltempo: neve all’Abetone e gran parte Appennino Pistoiese proviene da www.controradio.it.