Autista bus aggredito, Ceccarelli a Casucci: “Solo propaganda. Noi lavoriamo per azioni concrete”

FIRENZE - "Sul caso dell'autista di bus aggredito da un passeggero a Bibbiena mentre stava svolgendo il suo lavoro, oggi sulla stampa interviene il consigliere regionale della Lega Casucci, che imita il leader del suo partito e rappresenta i problemi senza proporre soluzioni. Tra l'altro ricordo che la questione della siucurezza è a 360° di competenza del
Ministero delll'interno, quindi è a quello stesso leader che dovrebbe chiedere cosa è stato fatto nell'ultiamo anno e mezzo a fronte di episodi di questo genere sempre più frequenti e preoccupanti". A dirlo l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, che precisa: "Noi, come Regione Toscana, abbiamo chiesto e continueremo a chiedere alle aziende di trasporto uno specifico impegno per garantire il massimo livello di sicurezza possibile sia per i passeggeri che per i lavoratori del settore, ma non ci siamo limitati a questo: andando oltre le nostre effettive competenze, abbiamo anche stipulato un protocollo intesa specifico sulla sicurezza, che sarà presentatonei prossimi giorni e che affronta questo problema con azioni contrete e tangibili, non solo propaganda".

I commenti sono chiusi