Barni: “Una rete per gli istituti culturali senesi e una piattaforma per la raccolta fondi”

SIENA – "Le parole chiave per giungere ad una educazione culturale democratica, cioè ad una maggiore fruizione culturale da parte dei cittadini, sono sistema, dialogo e rete. E gli istituti culturali senesi possono e devono fare rete". La vicepresidente della Regione, Monica Barni, rilancia dalla sua Siena l'idea di dare impulso ad uno dei motori dell'economia locale. Lo fa durante il suo intervento al convegno sul tema "Città e culture al tempo delle reti" organizzato a Santa Maria della Scala nel corso della visita alla città del Palio del presidente della Regione, Enrico Rossi.
 
"Stiamo pensando – è stato l'altro annuncio di Monica Barni – a mettere in piedi una piattaforma regionale dedicata alla raccolta di fondi da parte dei privati dedicati alle attività culturali. Anche in questo caso vogliamo evitare la dispersione e la frammentazione delle risorse". La vicepresidente e assessore regionale alla cultura ha concluso ricordando che tra le occasioni più interessanti per il territorio c'è il progetto europeo che vede coinvolti proprio Siena e Santa Maria della Scala insieme agli altri cinque comuni senesi attraversati dalla Francigena. 
 

I commenti sono chiusi