Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo”

Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo”

“Ho parlato con il console del Libano Charbel Chbeir per trasmettergli le condoglianze del popolo fiorentino verso il popolo di Beirut. Il console, che è in costante contatto con il governo libanese, mi ha riferito che la situazione è drammatica e la capitale è praticamente distrutta. C’è bisogno di tutto: aiuti sanitari, macchine e squadre per la rimozione di macerie, cibo. Ho garantito il massimo impegno della città di Firenze attraverso la protezione civile”. Lo ha scritto, su Facebook, il sindaco di Firenze Dario Nardella.

“La vicesindaca Cristina Giachi – aggiunge Nardella – coordina gli interventi di aiuto in collegamento con le autorità nazionali. Ho anche inviato un messaggio al sindaco di Beirut Jamal Itani. Noi ci siamo. Ora più che mai dobbiamo dimostrare questa amicizia ai nostri fratelli cittadini di Beirut che stanno vivendo nell’inferno”.

L'articolo Beirut: Firenze in aiuto, “noi ci siamo” proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi