#BTO2015, Ciuoffo: “Grande occasione di confronto con i maggiori operatori”

FIRENZE – Un momento importante di discussione e confronto con i maggiori operatori turistici online, soprattutto per affrontare il delicato tema dell'inserimento di queste attività all'interno del nuovo quadro normativo. Presentata stamattina l'edizione 2015 della BTO, Buy Tourism Online, la manifestazione di riferimento per il mondo del turismo 2.0 in programma il 2 e 3 dicembre prossimi alla Fortezza da Basso di Firenze. Alla conferenza stampa è intervenuto anche l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo.

"I tempi – ha detto Ciuoffo - con i quali si sono affermati i vari operatori digitali turistici, ovvero gli ultimi 7-8 anni, coincidono con quelli che abbiamo dedicato alla Bto. L'edizione numero 8 guarda ancora una volta in avanti per cercare di esplorare le specificità, le opportunità, le criticità e i nuovi campi di azione. Vogliamo indagare i motivi di questa crescita, interrogandoci sugli effetti e sulle grandi opportunità che ne scaturiscono ma, anche e soprattutto, sulla disciplina normativa che va costruita per una realtà totalmente nuova".

"La Toscana – ha proseguito Ciuoffo - è la meta turistica più frequentata e cliccata sul web. La capacità di esserci mossi in anticipo su questo versante ci ha conferito una posizione di vantaggio che dobbiamo cercare di non vanificare. L'economia turistica è tra le più competitive e diventa fondamentale confrontarci costantemente con gli operatori, valorizzare la nostra immagine e mettere in rete quanti più operatori possibili".

Punto affrontato dall'assessore il rapporto con alcune realtà che si sono affacciate sul mercato. "Con Airbnb – ha spiegato - ci confronteremo di nuovo alla Fortezza. Stanno portando avanti dialoghi con vari soggetti istituzionali e mostrano grande attenzione. Il tema legato all'inserimento della sharing economy nel nuovo quadro normativo dovrà essere affrontato. Airbnb ci ha dato disponibilità rispetto al tema della tassa di soggiorno, ha documentato come sia possibile tracciare tutte le transazioni. L'idea che si tratti di un'economia sommersa va superata anche se è innegabile che accanto alle grandi opportunità che si aprono per alcuni territori ci siano anche criticità da affrontare. La valorizzazione della rendita immobiliare da parte del proprietario è legittima ma non dobbiamo rischiare di incorrere nello snaturamento di alcune identità locali, come nel caso dei centri storici delle grandi città d'arte o di quei centri che hanno grande domanda turistica".

Infine una sorta di appello, dopo i tristissimi avvenimenti degli ultimi giorni e le possibili ripercussioni sui movimenti turistici. "L'Europa – ha concluso Ciuoffo – è una delle mete turistiche che attira circa la metà del movimento mondiale. L'Italia, ad oggi, è una meta sicura però lo scenario complesso che si è venuto a creare pone molte domande. Resto del parere che non dovremmo farci condizionare".

Galleria fotografica della conferenza stampa

 

I commenti sono chiusi