Bugli sarà ad Arezzo per la giornata del rifugiato

FIRENZE - L'assessore all'immigrazione della Toscana, Vittorio Bugli, parteciperà venerdì 17 giugno all'iniziativa "Oltre il mare" in programma ad Arezzo in occasione della giornata mondiale del rifugiato. L'appuntamento alla Casa delle Culture in piazza Fanfani, dalle 9.30 alle 13.30, sarà l'occasione per analizzare le politiche europee e nazionali, la tutela di chi arriva e chiede protezione e gli scenari internazionali. Con le istituzioni saranno presenti associazioni e organizzazioni non governative.

 

I migranti continuano ad arrivare e la Regione da tempo se ne sta occupando, anche se la titolarità non sarebbe sua. Alla fine di maggio l'assessore Bugli ha infatti definito con il presidente dei comuni toscani Biffoni un piano in otto punti da affrontare assieme al governo, con una richiesta inderogabile: che l'accoglienza rimanga però diffusa, con quel modello tenuto a battesimo in Toscana nel 2011 con i primi arrivi dalla Tunisia e dalla Libia e che ha dimostrato di funzionare.

 

I numeri oramai superano le ottomila presenze. Lo scorso 30 aprile erano 7499 i migranti in cerca di rifugio o che hanno chiesto asilo ospitati in Toscana in 565 strutture direttamente convenzionate con le prefetture e sparse in poco più di duecento territori comunali delle dieci province. A questi ne vanno aggiunti 679 accolti negli Sprar, accoglienze di secondo livello e con percorsi più strutturati che dipendono direttamente dal ministero dell'interno, e dove, con i nuovi progetti già in valutazione presentati da Comuni, Unioni e Società della salute, saranno messi a disposizione a breve altri 174 posti ordinari e 30 per l'accoglienza di chi necessita di assistenza sanitaria, sociale, specialistica prolungata. Ad Arezzo in particolare i richiedenti asilo e profughi ospiti sono 735 all'interno di novanta strutture, con una media di circa otto profughi per ciascuna.

 

I commenti sono chiusi