Buy Tuscany, superati i 3 milioni di fatturato

FIRENZE - Al termine di una giornata intensissima, che ha visto 125 buyer provenienti da 31 paesi e 122 operatori turistici toscani impegnati in 2464 incontri di business, si chiude l'ottava edizione di Buy Tuscany, l'evento B2B organizzato da Toscana Promozione Turistica alla Stazione Leopolda di Firenze.

Ottimi i risultati, con l'82% delle contrattazioni che, a detta degli operatori, si concretizzeranno in contratti. E alta è la soddisfazione di tutti per come è andato l'evento. "Oltre il 90% dei partecipanti si è detto molto soddisfatto sia delle controparti incontrate che dell'esito dei meeting - ha dichiarato il direttore di Toscana Promozione Turistica, Alberto Peruzzini -. I dati raccolti tra gli operatori ci permettono di stimare un giro d'affari potenziale tra i 3 e i 4 milioni di euro. Cifre che confermano l'efficacia del format Buy Tuscany che si basa sulla grande selettività dei buyer internazionali e su matching fatti basandoci su una profilazione molto dettagliata. Anche per questo lo stiamo applicando ormai in tutti gli workshop che organizziamo nel mondo".

"Il successo degli incontri che si sono tenuti oggi alla Leopolda - afferma l'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo – conferma, peraltro, il grande interesse che il turismo internazionale ha per tutte le motivazioni turistiche espresse dalla Toscana: dall'enoturismo alle città d'arte, passando per wedding, congressuale, turismo attivo e naturalistico, fino agli agriturismi, al mare e al wellness".

Un'offerta che ha conquistato anche buyer provenienti da Paesi lontanissimi come la Thailandia o l'Indonesia, alla loro prima partecipazione all'evento fiorentino. E giunti qui grazie agli ottimi rapporti che Toscana Promozione Turistica ha stretto con Qatar Airways dopo l'attivazione del volo Doha-Pisa.

(Ha collaborato Nicola Maggi, Ufficio stampa Toscana Promozione Turistica)

I commenti sono chiusi