Calci e pugni ad agenti durante controllo anti Covid a Firenze

Calci e pugni ad agenti durante controllo anti Covid a Firenze

Calci, pugni, offese e minacce a due agenti delle Volanti, un poliziotto e una poliziotta che lo controllavano a Firenze in piazzale del Re, anche nell’ambito delle verifiche Covid.

Arrestato un 20enne italiano di origine russa per resistenza, oltraggio, minacce a pubblico ufficiale, ma anche per rifiuto di dare le generalità e per il porto di arma da taglio (aveva un coltello con lama di 16 centimetri). E’ stato sanzionato per il mancato rispetto dell’ordinanza anti-Covid dato che è residente in un comune della provincia di Firenze e non è emerso un motivo valido per aver sconfinato.

Gli agenti hanno avuto sei giorni ciascuno di prognosi per le contusioni riportate nel parapiglia. Quando lo hanno avvicinato per il controllo, il ventenne si sarebbe dimostrato subito ostile verso la pattuglia. Dagli accertamenti è emerso che ha vari precedenti di polizia, da reati di droga a reati contro il patrimonio.

L'articolo Calci e pugni ad agenti durante controllo anti Covid a Firenze proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi