Campionati di geografia a Carrara, Grieco: “E’ questa la buona scuola”

FIRENZE - "Un modo per sottolineare il valore della geografia, a partire dal rapporto con l'ambiente e il territorio, per riscoprire una materia oggi un po' troppo marginale nei programmi scolastici nonostante la sua importanza in un percorso formativo aperto verso il mondo. Ma anche un bell'esempio di scuola aperta, accogliente e partecipata"

Così l'assessore all'istruzione e formazione della Regione Toscana Cristina Grieco ha salutato oggi i vincitori dei campionati nazionali della geografia, ospitati a Carrara. Si tratta della prima sfida nazionale di questo tipo, organizzata da Aiig (Associazione italiana insegnanti di geografia), Sos Geografia e Istituto Zaccagna di Carrara, con il patrocinio della Regione e del Parco nazionale dell'appennino Tosco-emiliano.
La manifestazione ha visto fronteggiarsi 32 squadre di studenti di terza media, a colpi di interpretazioni di carte mute, letture di coordinate geografiche, soluzioni di giochi e quiz per un totale di 128 ragazzi. Ai primi classificati, alunni dell'istituto comprensivo "Sacile" di Pordenone, è stato offerto un soggiorno nel parco dell'appennino Tosco-emiliano. Al secondo e terzo posto si sono classificate rispettivamente due squadre di Pontremoli (istituto comprensivo "Ferrari") e  Carrara (scuola media "Taliercio"). 

L'assessore Grieco ha avuto parole di apprezzamento per l'organizzazione e ha sottolineato il valore della manifestazione. "Questa competizione – ha detto - ha un valore aggiunto che va ben al di là della pur importante conoscenza della materia. Una manifestazione come quella a cui oggi abbiamo assistito, con la scuola protagonista e promotrice di momenti di incontro fra ragazzi e genitori, costituisce anche un modo efficace di promuovere il nostro territorio e di farlo conoscere ai giovani e alle loro famiglie in tutti i suoi aspetti, da quello fisico e ambientale a quello economico, artistico e culturale. Insomma è questa, davvero, la buona scuola".

Nel fare gli onori di casa l'assessore ha consegnato  un quaderno con il Pegaso, un segnalibro con indicazioni geografiche e numeri sulla Toscana e articoli dello Statuto.  

  

 

I commenti sono chiusi