Capodanno a Pistoia: divieto per botti e ‘lanterne cinesi’

Capodanno a Pistoia: divieto per botti e ‘lanterne cinesi’

Un ultimo dell’anno di festa, a Pistoia, all’insegna della musica e del divertimento, senza però i pericoli derivanti dallo scoppio dei botti. Il provvedimento sarà in vigore dalle ore 16 del 31 dicembre fino alla stessa ora del 1 gennaio.

Come lo scorso anno, infatti, il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi ha firmato un’ordinanza a tutela della sicurezza e della civile convivenza. Il provvedimento vieta l’uso di materiali esplosivi come petardi, castagnole e materiali pirotecnici simili su tutto il territorio comunale, sia nei luoghi pubblici sia in ambienti privati aperti al pubblico o nei quali “tali attività potrebbero recare pregiudizio a terzi e produrre danni su aree pubbliche”.

Vietato, inoltre, il lancio delle cosiddette ‘lanterne cinesi volanti’, così come di ogni altro oggetto volante tipo ‘mongolfiera’ che abbia a bordo materiali infuocati o con fiamma libera. L’obiettivo – si spiega – è tutelare l’incolumità delle persone, in modo particolare dei minori, e degli animali domestici e selvatici. Inoltre, si vogliono evitare danneggiamenti al patrimonio cittadino, sia pubblico che privato. Per i trasgressori, previste multe da 80 a 360 euro e l’eventuale applicazione di penali accessorie.

L'articolo Capodanno a Pistoia: divieto per botti e ‘lanterne cinesi’ proviene da www.controradio.it.

I commenti sono chiusi