Carrione, approvati gli studi. Entro agosto il masterplan sul bacino

FIRENZE – La giunta ha approvato gli studi sul torrente Carrione, dopo un lungo approfondimento che ha definito una radiografia completa del corso d'acqua come mai era stato fatto prima, rappresentando un unicum nel panorama regionale.

Gli studi saranno alla base di un prossimo Masterplan che la giunta vuole licenziare prima della fine di agosto. Nel piano, che sarà completo su tutto il bacino del torrente Carrione, saranno individuate le priorità d'intervento da attuare a partire già dal 2016 e poi nel prossimo triennio.

Nel frattempo rimangono confermati gli interventi sull'argine crollato il 5 novembre 2014 e l'adeguamento del tratto del Carrione compreso fra il ponte dell'Aurelia e il ponte ferroviario.

Su quest'ultimo intervento la giunta, in applicazione della legge 22 di riacquisizione delle funzioni provinciali, ha deliberato l'avvio della procedura della nomina di un commissario che avrà il compito di dare avvio ai lavori entro il mese di settembre.

Per quanto riguarda la ricostruzione definitiva dell'argine crollato di via Cobetta, i motori sono avviati. In cantiere stamani è in corso un incontro tra i tecnici della Regione e l'impresa appaltatrice per definire la data di avvio dei lavori che comunque è prevista entro il mese di luglio.

I commenti sono chiusi