Carta internazionale dell’Artigianato artistico

Una rete internazionale per promuovere e valorizzare l’artigianato artistico fiorentino, mettendo in campo strategie per lo sviluppo e l’innovazione condivise ed efficaci. Con questi obiettivi nasce la Carta internazionale dell’Artigianato artistico, sottoscritta oggi dal Comune di Firenze insieme a Cna Firenze, Confartigianato Imprese Firenze e Artex.
La Carta è frutto di un lungo percorso iniziato nel 2009 con il primo accordo siglato dai tre principali promotori, Cna, Confartigianato Imprese e Ateliers d’Art de France a Parigi, nell’ambito del salone Maison & Objet. Negli anni la rete di soggetti coinvolti si è allargata e rafforzata: ad oggi la Carta è sottoscritta da 9 paesi, 14 regioni italiane, 3 regioni francesi, e 15 associazioni nazionali e internazionali
Alla cerimonia hanno partecipato l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Firenze, Cecilia Del Re, il presidente di Cna Firenze, Giacomo Cioni, il segretario di Confartigianato Imprese Firenze, Jacopo Ferretti, il presidente di Artex, Giovanni Lamioni e Silvia Burzagli, dirigente settore Promozione Regione Toscana.
La Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico rappresenta una base condivisa per la costruzione di strategie per lo sviluppo, la valorizzazione, la tutela e la promozione dell’artigianato artistico a livello nazionale e internazionale. Tra gli obiettivi possiamo citare: una maggiore comunicazione e promozione; progetti specifici e personalizzati di internazionalizzazione e commercializzazione; percorsi di innovazione ad hoc; rapporti costanti e creativi con il mondo dell’istruzione e della formazione; rapporti sinergici con le altre risorse del territorio, in primis turismo e sistema culturale.
“E’ uno strumento per fare rete e promuovere l’artigianato declinato in tutti i suoi aspetti e valori a livello internazionale” dichiara l’assessore allo sviluppo Economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re “Innanzitutto il valore economico ma anche quello culturale che si rispecchia nella ripresa del settore registrata in questo ultimo anno, con nuove imprese che nascono e 71 mila nuovi lavoratori. Firmiamo questa carta insieme ad Artex e alle due associazioni di categoria Cna e Confartigianato perché non si tratta di un documento formale ma di una concreta condivisione di impegni.”
“L’artigianato artistico è la storia e la cultura di un territorio – dichiara Gianni Lamioni, presidente di Artex – e allo stesso tempo è una importante risorsa economica e occupazionale. La Carta sottoscritta oggi, in perfetta sintonia con le linee di azione di Artex-Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana, vuole valorizzare tutti questi aspetti, grazie ad una virtuosa collaborazione tra diversi soggetti, pubblici e privati. Una task force che agirà seguendo strategie, valori e obiettivi condivisi da tutti, Comune di Firenze, Associazioni di categoria e Artex, per dare al settore sempre maggior risalto nazionale e internazionale”
Oggi l’artigianato artistico fiorentino ha una casa, l’Officina Creativa, negli spazi dell’antico Conventino nel cuore dell’Oltrarno. Un laboratorio di ricerca e cultura artigiana curato da Artex con 23 laboratori attivi, di cui 8 avviati solo quest’anno, e 6 corsi di formazione con oltre 70 artigiani iscritti. Un polo di innovazione e sperimentazione internazionale, raccontato bene nel nuovo sito web presentato oggi, più semplice e funzionale. Tanti i progetti realizzati per la formazione e l’innovazione, l’internazionalizzazione dell’artigianato, la promozione integrata con il turismo e la cultura e il mondo dell’istruzione, come “Experience”, dedicato al turismo e in collaborazione con Airbnb, l’alternanza scuola lavoro con l’Istituto tecnico per il Turismo Marco Polo che ha coinvolto 13 studenti e l’Assemblea Generale del World Crafts Council Europe che ha ospitato a Officina Creativa i delegati di 17 paesi europei.
“Il mondo dell’artigianato artistico ha un potenziale enorme da sviluppare e Cna sta lavorando da tempo in questo senso – commenta Giacomo Cioni, presidente di Cna Firenze Metropolitana -. Si tratta di un settore con un patrimonio unico, frutto di una tradizione culturale, artistica e produttiva, con caratteristiche peculiari. Per questo è necessario definire linee politiche, strategiche e di azione a livello europeo e internazionale, al fine di sostenerne lo sviluppo. La “carta” siglata oggi è un passo avanti importante verso questa direzione”.
“L’artigianato torna ad essere un settore che crea e offre lavoro – dichiara Jacopo Ferretti, Segretario Generale Confartigianato Imprese Firenze – E Firenze è protagonista di questa rinascita. Grazie al lavoro congiunto di attori pubblici e privati, si rafforzano i valori su cui si fonda la Carta Internazionale dell’Artigianato artistico, ossia cultura, identità e economia. L’artigianato riflette la storia di un territorio, ne è una perfetta sintesi, ma non dobbiamo mai dimenticarci che è anche economia e occupazione”.

Lascia un commento