Cassa integrazione in deroga, alla Toscana 33 milioni per il 2015

FIRENZE – E' stato firmato nei giorni scorsi dai ministri Poletti e Padoan il decreto che ripartisce alle singole Regioni le risorse per il finanziamento dei trattamenti di Cassa integrazione e mobilità in deroga per tutto il 2015. Alla Toscana sono stati assegnati poco più di 33 milioni (33.227.735) per tutto il 2015. 
Questo permetterà alla Regione di procedere subito con le autorizzazioni per quanto riguarda le domande relative ai primi mesi del 2015 che ancora erano in attesa di copertura.
 
Tali risorse risultano tuttavia insufficienti alla copertura di tutte le richieste. Ad oggi sono infatti pervenute oltre 4.000 domande di cassa integrazione e 190 di mobilità, per circa 10.300 lavoratori e corrispondono ad un costo di oltre 44 milioni di euro.
Si stima inoltre che, fino alla fine dell'anno, potrebbero arrivare ulteriori richieste che richiederebbero un fabbisogno ulteriore di oltre 20 milioni.
 
Da oggi gli uffici regionali cominceranno a trasmettere ad Inps le autorizzazioni relative ai primi mesi del 2015, anche se l'iter richiederà tempi più lunghi a causa delle numerose irregolarità riscontrate da Inps e segnalate alla Regione e che riguardano il mancato esaurimento, da parte delle aziende che fanno domanda, di tutti gli strumenti di flessibilità (ferie ecc) precedenti alla fruizione degli ammortizzatori sociali.
 

I commenti sono chiusi