Grosseto, Festa del Cinema di Mare

Grosseto, Festa del Cinema di Mare

 

La barriera corallina messicana protagonista della seconda Festa del Cinema di Mare. Appuntamento giovedì 7 settembre presso il cinema Castello di Castiglione della Pescaia (Gr).

La rassegna della Festa del Cinema di Mare parte con la proiezione di “Alamar” di Pedro González-Rubio, alla presenza di Pier Luigi Piro (presidente di “I Pescatori – Orbetello) e di Adolfo Ciampoli (armatore di pescherecci).

Dopo il concerto inaugurale delle 21.00 in piazza Solti, con l’Orchestra Città di Grosseto diretta da Paolo Biancalana con Davide Vallini al sax solista, appuntamento alle 22.30 presso il cinema Castello (via Calvino 1) per la proiezione di “Alamar” di PedroGonzález-Rubio (Messico, 2009, 73’), pellicola pluripremiata che segue il viaggio del piccolo Natan, un bambino cinque anni, verso le sue origini nel Banco Chinchorro: una splendida barriera corallina dove il nonno vive esercitando la pesca secondo metodi antichissimi.

A seguire Pier Luigi Piro (presidente di “I Pescatori – Orbetello) e Adolfo Ciampoli (armatore di pescherecci) saranno in sala per discutere col pubblico di tradizioni di mare e rispetto per l’ambiente.

In apertura, alle 22.15, saranno presentati due tra i cortometraggi finalisti del premio Mauro Mancini, riconoscimento dedicato al cinema che racconta la navigazione: : “Ho freddo” di Laura di Pietro e Paolo Damiani (Italia, 2015, 8’) e “Moby Dick” di Nicola Sorcinelli (Italia, 2017, 13’).

“La Festa del Cinema di Mare? Un modo nuovo di fare cultura. Il nostro territorio ne beneficerà”, afferma Susanna Lorenzini, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Castiglione della Pescaia. “Sono soddisfatta di quanto stiamo per offrire ai castiglionesi e ai turisti che hanno scelto settembre per le loro vacanze, inoltre la Festa è una manifestazione che pone in risalto uno dei settori più importanti per la nostra economia: il mare, da cui da sempre traiamo benessere e occupazione”.

Continua l’assessore: “come amministrazione lavoriamo per valorizzare l’economia del mare e crediamo nel farlo anche con l’aiuto della cultura, che abbinata alla nostra storia, alle tradizioni del luogo e all’offerta degli operatori turistici ci sta dando sempre nuove occasioni per far conoscere le bellezze di questi luoghi”.

Conclude Lorenzini: “con la Festa del Cinema di Mare abbiamo dato il via a un percorso innovativo nel campo della cultura. Su questa scia nei prossimi anni introdurremo certamente nuove iniziative, ma già per questa che parte adesso posso dire che siano stati raggiunti risultati egregi”.

“Alamar” racconta la storia di un vecchio pescatore di nome Matraca. Un giorno suo figlio Jorge lo raggiunge con Natan, il nipotino che vive in Italia con la mamma. Prima che il piccolo inizi ad andare a scuola, Jorge vuole fargli conoscere le sue origini e il luogo in cui vivono i suoi antenati. Giunti a Banco Chinchorro, Natan e Jorge accompagnano ogni giorno il nonno a pescare, scoprendo una profonda connessione con la natura, imparando a perlustrare l’affascinante mondo che si cela sotto la superficie marina. Quel che Natan imparerà in mare in questo viaggio ancestrale rimarrà con lui per sempre.

 

La Festa del Cinema di Mare è realizzata con la collaborazione di Quelli della Compagnia, Club Velico Castiglione della Pescaia, Festival dei Popoli, Clorofilla Film Festival, RRD Roberto Ricci Designs, associazione culturale Kansassìti e Acot.

 

Info: www.spazioalfieri.it | info@spazioalfieri.it | T. 0564 933685 e 0555 320840

 

L'articolo Grosseto, Festa del Cinema di Mare proviene da www.controradio.it.