A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada

A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada

Due spettacoli a Cango del giovane coreografo spagnolo all’interno del festival di danza diretto da Virgilio Sieni, tra cui una performance site specific ideata proprio nella residenza artistica a Firenze. Prima degli spettacoli ‘Lezioni sul gesto’ per avvicinarsi alla danza

Il Festival ‘La democrazia del corpo’ 2017, dopo il successo al Teatro della Pergola di “Diario di vita. Isolotto” di e con Virgilio Sieni e la musica dal vivo di Eivind Aarset, prosegue a Cango con una presenza internazionale: Albert Quesada, giovane coreografo tra i più interessanti del panorama contemporaneo. Spagnolo ma da anni attivo in Belgio, si è formato alla Scuola PARTS diretta da Anne Teresa De Keersmaeker.

Quesada, che nella sua ricerca artistica indaga con particolare attenzione la relazione tra danza e musica, presenta a Firenze lo spettacolo OneTwoThreeOneTwo (14 ottobre h 21) e la creazione site specific Move to Listen + Assisted Solo (15 ottobre h 17).

«Questa non è un’opera di flamenco». Così si apre la presentazione di OneTwoThreeOneTwo, spettacolo in cui lo stesso Quesada e l’ungherese Zoltán Vakulya scardinano gli stereotipi del flamenco – genere che affonda profonde radici nella cultura e nella tradizione spagnole – per indagare ogni aspetto del suo fascino e della sua magia.

Il ritmo, le qualità musicali e la pratica dell’ascolto associata al movimento, sono i temi sui quali si fonda la creazione site specific Move to Listen + Assisted Solo, esito del percorso di trasmissione che Albert Quesada, in residenza creativa a Cango, ha condotto con un gruppo di danzatori italiani. Il lavoro è incentrato sulla relazione con l’altro da sé: capire movimenti ed emozioni della persona con cui si danza è vitale e rende ogni coreografia diversa.

Sabato e domenica, un’ora prima delle performance di Albert Quesada, vengono proposte in via Santa Maria Lezioni sul gesto. Aperte a tutti coloro che desiderano avvicinarsi ai linguaggi della danza, costituiscono un ciclo completo di ricerca e di consapevolezza del corpo e sono intese come momento di preparazione alla visione degli spettacoli.

ALBERT QUESADA – OneTwoThreeOneTwo // Sabato 14 ottobre h 21.00, CANGO via Santa Maria 25, Firenze

ALBERT QUESADA – Move to Listen + Assisted Solo //  Domenica 15 ottobre h 17.00, CANGO via S. Maria 25, Firenze
www.virgiliosieni.it

L'articolo A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada proviene da www.controradio.it.

A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada

A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada

Due spettacoli a Cango del giovane coreografo spagnolo all’interno del festival di danza diretto da Virgilio Sieni, tra cui una performance site specific ideata proprio nella residenza artistica a Firenze. Prima degli spettacoli ‘Lezioni sul gesto’ per avvicinarsi alla danza

Il Festival ‘La democrazia del corpo’ 2017, dopo il successo al Teatro della Pergola di “Diario di vita. Isolotto” di e con Virgilio Sieni e la musica dal vivo di Eivind Aarset, prosegue a Cango con una presenza internazionale: Albert Quesada, giovane coreografo tra i più interessanti del panorama contemporaneo. Spagnolo ma da anni attivo in Belgio, si è formato alla Scuola PARTS diretta da Anne Teresa De Keersmaeker.

Quesada, che nella sua ricerca artistica indaga con particolare attenzione la relazione tra danza e musica, presenta a Firenze lo spettacolo OneTwoThreeOneTwo (14 ottobre h 21) e la creazione site specific Move to Listen + Assisted Solo (15 ottobre h 17).

«Questa non è un’opera di flamenco». Così si apre la presentazione di OneTwoThreeOneTwo, spettacolo in cui lo stesso Quesada e l’ungherese Zoltán Vakulya scardinano gli stereotipi del flamenco – genere che affonda profonde radici nella cultura e nella tradizione spagnole – per indagare ogni aspetto del suo fascino e della sua magia.

Il ritmo, le qualità musicali e la pratica dell’ascolto associata al movimento, sono i temi sui quali si fonda la creazione site specific Move to Listen + Assisted Solo, esito del percorso di trasmissione che Albert Quesada, in residenza creativa a Cango, ha condotto con un gruppo di danzatori italiani. Il lavoro è incentrato sulla relazione con l’altro da sé: capire movimenti ed emozioni della persona con cui si danza è vitale e rende ogni coreografia diversa.

Sabato e domenica, un’ora prima delle performance di Albert Quesada, vengono proposte in via Santa Maria Lezioni sul gesto. Aperte a tutti coloro che desiderano avvicinarsi ai linguaggi della danza, costituiscono un ciclo completo di ricerca e di consapevolezza del corpo e sono intese come momento di preparazione alla visione degli spettacoli.

ALBERT QUESADA – OneTwoThreeOneTwo // Sabato 14 ottobre h 21.00, CANGO via Santa Maria 25, Firenze

ALBERT QUESADA – Move to Listen + Assisted Solo //  Domenica 15 ottobre h 17.00, CANGO via S. Maria 25, Firenze
www.virgiliosieni.it

L'articolo A ‘La democrazia del corpo’ in scena lo spagnolo Albert Quesada proviene da www.controradio.it.