Appalti piscine Firenze: pm, processare Vannucci e complici

Appalti piscine Firenze: pm, processare Vannucci e complici

Inchiesta turbativa asta, procura chiede rinvio a giudizio.

La procura di Firenze ha chiesto al giudice per l’udienza preliminare il processo per l’assessore allo sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci e altre sette persone accusati con lui, a vario titolo, di turbativa d’asta e falso nell’assegnazione a privati, con gare, della gestione di alcune piscine comunali. La richiesta di rinvio a giudizio, notificata nelle ultime ore, è firmata dai pm Giuseppina Mione e Filippo Focardi.

Oltre a Vannucci, viene chiesto il processo anche per la dirigente dell’assessorato allo sport Elena Toppino, e per i funzionari comunali Loris Corti e Jacopo Vicini, gli imprenditori Franco Bonciani, a suo tempo segretario comunale del Pd a Rignano sull’Arno (Firenze), e Cipriano Catellacci, e per i membri della commissione gare di Palazzo Vecchio, Emilio Carletti e Stefano Perla.

Indagini della guardia di finanza, iniziate nel 2014, avrebbero fatto emergere presunte collusioni fra politica, imprenditori privati e personale amministrativo del Comune per pilotare le gare con cui dare in gestione le piscine comunali di San Marcellino nel 2013 e Paganelli nel 2015, andate a un’associazione temporanea d’impresa (Ati) capeggiata dalla Firenze Pallanuoto di Catellacci. Ati a cui aderiva anche la società Acquatica di Bonciani e la Centro Nuoto Cittadella.

L'articolo Appalti piscine Firenze: pm, processare Vannucci e complici proviene da www.controradio.it.

Firenze: campionato dello sport di Quidditch

Firenze: campionato dello sport di Quidditch

Squadre da tutto il mondo dal 27/6 al 2/7 per lo sport di Harry Potter.

I match di Quidditch, lo sport fantastico reso popolare dai film della saga di Harry Potter, arrivano in Italia. Si giocherà per la prima volta in Italia a Firenze la coppa del mondo di questa disciplina, ispirata a quella descritta nelle storie di Harry Potter, e simile per alcuni tratti al dodge e al rugby, benchè ovviamente mancante dell’uso delle scope volanti presenti nella versione letteraria e cinematografica.

Dal 27 giugno al 2 luglio 2018 tutti gli appassionati del celebre mago si potranno dare appuntamento a Firenze per assistere alle gare. Con 31 paesi partecipanti (Italia compresa), il capoluogo toscano si prepara a ospitare per la prima volta in Italia il più grande torneo nella storia di questo sport.

L’evento è promosso dalla International Quidditch Association (Iqa): a presentarlo, in Palazzo Vecchio, c’era oggi anche l’assessore comunale allo sport Andrea Vannucci. Dopo un lungo processo di selezione che ha coinvolto Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Turchia, Australia e Belgio, come è stato spiegato durante l’incontro, l’Italia è stata scelta quale paese più adatto a ospitare la Iqa World Cup 2018.

Nato nel 2005 in un college di Middlebury nel Vermont, il quidditch ben presto si evolve in un vero sport regolamentato in tutte le sue dinamiche e nel 2010 arriva in Europa. Nel nostro paese l’associazione italiana quidditch viene fondata nel 2013 a Monza. Oggi gli azzurri hanno all’attivo tre competizioni: European Games 2015, IQA World Cup 2016, European Games 2017.

L'articolo Firenze: campionato dello sport di Quidditch proviene da www.controradio.it.

Firenze dedica a Laika prima area per cani

Firenze dedica a Laika prima area per cani

Prossimo spazio sarà a nome di Diesel, salvatore Bataclan.

É dedicata a Laika, la “cosmocagnetta” russa che esattamente il 3 novembre di 60 anni fa fu il primo essere vivente del pianeta ad essere spedito in orbita, ad opera dell’ Urss, la prima area cani di Firenze ad essere intitolata ad eroi a quattro zampe.
Non sarà l’unica: il Comune ha preso la singolare decisione di dare il nome di quadrupedi celebri agli spazi cittadini riservati alle sgambate dei migliori amici dell’uomo, e dopo la cerimonia di intitolazione per Laika, avvenuta oggi, il prossimo cane ad “avere in omaggio” un’area cani del capoluogo toscano potrebbe essere Diesel, il coraggioso pastore belga che morì durante il blitz delle teste di cuoio al Bataclan di Parigi assaltato dai terroristi islamici.
In ballo, per le successive intitolazioni, ci sono i nomi di Fido, il pointer inglese vissuto nel Mugello alcune decine di anni fa e divenuto l’archetipo dell’amore per il padrone per esser tornato in visita sulla sua tomba per 14 anni, fino alla sua stessa morte; Balto, il mezzosangue lupo/siberian husky che portando in poco tempo per chilometri e chilometri ed a temperature subartiche il vaccino contro la difterite salvò un’intera cittadina dell’Alaska dalla morte, Nome; e persino Peritas, l’enorme molosso da guerra di Alessandro Magno, per il quale l’imperatore fece costruire una città in India e del quale le leggende narrano che ebbe a battersi persino con un un elefante ed un leone.
Il progetto, indubbiamente curioso, è venuto all’assessore alla toponomastica, Andrea Vannucci, oggi alla periferia sud di Firenze a tagliare il nastro dell’area cani da oggi nota come “Laika”.
“Questa idea è nata da una duplice necessità – spiega Vannucci – da un lato quella di rendere questi spazi, rapidamente identificabili, soprattutto nell’ottica di consentire la possibilità di indicazioni rapide in caso di interventi di emergenza. Dall’altro, avevamo il desiderio di valorizzare simbolicamente questi luoghi, molto frequentati e amati dai nostri concittadini: era un peccato tenerli così, anonimi, e dunque perché non trattarli come vie e piazze vere e proprie, identificandoli con i nomi di personaggi famosi della specie dai quali sono frequentati?”, sorride l’assessore.
Per le intitolazioni il Comune non si muoverà solo di propria iniziativa, ma sta pensando anche ad una iniziativa “dal basso”: consultazioni tra i cittadini dei vari quartieri perché siano loro stessi a decidere a quali animali eroi debbano essere dedicate le svariate decine di aree cani del capoluogo toscano.

L'articolo Firenze dedica a Laika prima area per cani proviene da www.controradio.it.

Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe

Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe

Si parte il 3/11 con spazio nominato Laika, astro cagnolina Urss.

Aree cani intitolate a veri e propri eroi a 4 zampe, come Laika, la celeberrima astro cagnolina sovietica: è quanto avverrà a Firenze a partire dal 3 novembre prossimo. La misura, decisa dalla giunta di Palazzo Vecchio, è stata annunciata oggi dal sindaco Dario Nardella, in diretta su Lady Radio.
All’originale provvedimento sta lavorando l’assessore alla toponomastica, Andrea Vannucci: “Il senso dell’operazione – spiega – è dare dignità e riconoscimento a dei luoghi molto apprezzati e frequentati dai cittadini e dai loro amici a quattro zampe. Si parte il 3 novembre con l’intitolazione dell’area cani di via Unione sovietica alla cagnolina Laika
(cosmonauta) in occasione del 60esimo anniversario del lancio. Ma abbiamo ricevuto altre proposte, tra cui Peritas, il cane di Alessandro Magno, e Balto. Saranno organizzate assemblee nei quartieri con i padroni degli animali per decidere insieme”.

L'articolo Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe proviene da www.controradio.it.

Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe

Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe

Si parte il 3/11 con spazio nominato Laika, astro cagnolina Urss.

Aree cani intitolate a veri e propri eroi a 4 zampe, come Laika, la celeberrima astro cagnolina sovietica: è quanto avverrà a Firenze a partire dal 3 novembre prossimo. La misura, decisa dalla giunta di Palazzo Vecchio, è stata annunciata oggi dal sindaco Dario Nardella, in diretta su Lady Radio.
All’originale provvedimento sta lavorando l’assessore alla toponomastica, Andrea Vannucci: “Il senso dell’operazione – spiega – è dare dignità e riconoscimento a dei luoghi molto apprezzati e frequentati dai cittadini e dai loro amici a quattro zampe. Si parte il 3 novembre con l’intitolazione dell’area cani di via Unione sovietica alla cagnolina Laika
(cosmonauta) in occasione del 60esimo anniversario del lancio. Ma abbiamo ricevuto altre proposte, tra cui Peritas, il cane di Alessandro Magno, e Balto. Saranno organizzate assemblee nei quartieri con i padroni degli animali per decidere insieme”.

L'articolo Firenze, aree per cani intitolate ad eroi a 4 zampe proviene da www.controradio.it.