A Firenze via a corsi per accoglienza turismo gay

A Firenze via a corsi per accoglienza turismo gay

Per alberghi e ristoranti, obiettivo città meta gay friendly.

Iniziano oggi a Firenze Fiera i corsi per albergatori e ristoratori della campagna di sensibilizzazione verso il turismo gay lanciata dall’assessora comunale al turismo Anna Paola Concia per prevenire discriminazioni e migliorare l’accoglienza turistica. Il primo corso, oggi alle 16, ha per titolo ‘Panoramica sul Turismo lgbt e Case History’ mentre il secondo, che si svolgerà il 23 novembre, sarà su ‘Pillole di Diversity Management’.

I corsi sono coordinati da Alessio Virgili, presidente dell’associazione italiana Turismo Gay e Lesbica (Aitgl), affronteranno tematiche volte a migliorare l’accoglienza e in particolare durante i corsi saranno acquisite conoscenze e strumenti operativi per la comprensione dei comportamenti che ostacolano l’accoglienza della clientela Lgbt.

Al termine delle due giornate, a coloro che avranno avuto una presenza in aula di almeno l’80%, verranno rilasciati un attestato di partecipazione e il decalogo di impegni a cui l’operatore si dovrà attenere per mantenere lo status di ‘azienda turistica gay friendly’.

Le aziende che partecipano saranno inserite nell’albo nazionale Aitgl delle ‘aziende turistiche gay friendly’ per tutto l’anno 2018. Dal 2019 in avanti, per poter continuare ad essere iscritte, dovranno attenersi agli obblighi previsti dall’albo e al versamento della tassa annuale di iscrizione. Obiettivo della campagna è far diventare Firenze una meta sempre più gay friendly e intercettare sempre più questo settore turistico.

L'articolo A Firenze via a corsi per accoglienza turismo gay proviene da www.controradio.it.