Ex ostetrica partorisce in area servizio A12

Ex ostetrica partorisce in area servizio A12

Ha partorito nell’area di servizio di un autogrill sull’auto del marito e lei, ex ostetrica, si è data una mano da sola perché la sua bimba venisse alla luce senza problemi.

E’ successo ieri alle 16 all’autogrill di Santo Stefano Magra (La Spezia) sulla A12, a pochi chilometri da dove lei e il marito vivono, a Carrara (Massa Carrara). Della vicenda si sono occupate oggi le cronache locali: la coppia stava rientrando da Zum Zeri, stazione sciistica invernale della Lunigiana dove lui aveva portato la moglie per sfuggire al caldo torrido.

Il parto era previsto per il 12 agosto e il marito era alla guida per far ritorno a casa: “Mia moglie era seduta vicino a me e mi ha detto di sentire qualche dolore. Mi sono subito fermato all’autogrill e ha partorito. E’ stata una grande gioia anche se il parto è stato piuttosto movimentato. E’ andato tutto bene”.

Il marito ha chiamato poi il 118 e la moglie è stata trasportata all’ospedale delle Apuane a Marina di Massa.

L'articolo Ex ostetrica partorisce in area servizio A12 proviene da www.controradio.it.

Apuane, escursionista muore dopo caduta in canalone

Apuane, escursionista muore dopo caduta in canalone

Incidenti montagna: precipita in canalone e muore su Apuane. Volo di 200 metri forse nei giorni scorsi, non è stato ancora identificato.

Il corpo di un escursionista è stato recuperato nel pomeriggio in un dirupo a 200 metri sul monte Sumbra, al confine fra i comuni di Careggine in Lucchesia e Stazzema in Alta Versilia, in località Cresta delle Comarelle.

L’uomo potrebbe essere caduto nel dirupo da qualche giorno, visto che ieri degli escursionisti avevano trovato uno zaino lungo il sentiero e da quel momento è scattato l”allarme per le ricerche.

Insieme ai volontari del soccorso alpino si sono alzati in volo nella giornata anche gli elicotteri e il corpo è stato localizzato nel dirupo a 200 metri. Il recupero è stato piuttosto impegnativo: il medico e un tecnico dell’elicottero sono scesi con il verricello con il supporto di una squadra del soccorso alpino.

Il corpo dell’escursionista è stato trasferito all’obitorio di Lucca, non aveva con sé documenti che hanno potuto permettere per il momento l”identificazione. Le indagini sono affidate ai carabinieri.

L'articolo Apuane, escursionista muore dopo caduta in canalone proviene da www.controradio.it.

Cave, parte la campagna di comunicazione per la sicurezza

Cave, parte la campagna di comunicazione per la sicurezza

“Più si condivide, meno si rischia”, dice il direttore di cava ai suoi operai, che l’hanno chiamato dopo aver scoperto una frattura in un lastrone di marmo. E’ il video che fa parte della campagna regionale di comunicazione per la sicurezza sul lavoro nelle cave, che parte oggi. La campagna rientra in quella più generale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, “L’unione fa la sicurezza”, lanciata dalla Regione nel marzo scorso.

La campagna è stata presentata stamani nel corso di una conferenza stampa dall’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, alla presenza del direttore regionale Inail Giovanni Asaro. “La campagna che presentiamo oggi – ha detto l’assessore – è un altro tassello della campagna trasversale per la sicurezza in tutti i luoghi di lavoro. Quello delle cave è un settore particolarmente a rischio, in cui purtroppo negli ultimi anni si sono verifcati incidenti mortali. Con questa campagna vogliamo sottolineare il fatto che per migliorare la sicurezza nelle cave è necessaria una stretta collaborazione, un’alleanza fra tutte le figure dell’impresa. Solo se tutti hanno questa consapevolezza e rispettano davvero le regole, si può pensare di ridurre in maniera consistente, vorrei poter dire azzerare, il numero degli infortuni sul lavoro”.

Della campagna fa parte il video di 60 secondi, girato nelle cave di marmo di Carrara, che ha per protagonisti veri cavatori. Il video sarà trasmesso dalle tv locali  (Noi TV; Rete Versilia; Antenna 3) per 4 passaggi al giorno dopo il Tg della sera e del giorno, per la durata di 14 giorni. Il piano media prevede inoltre un arredo urbano con pensiline e dinamica bus nei comuni interessati (Massa e Carrara, Garfagnana, Vagli, Stazzema, Serravezza e Pietrasanta) con partenze scaglionate il 14 e il 24 luglio, per la durata di 14 giorni.

Il claim della campagna è sempre lo stesso di quella trasversale, “L’unione fa la sicurezza”: si ribadisce quindi il concetto che il rispetto delle regole e il lavoro in sicurezza proteggono i lavoratori dagli infortuni e difendono la reputazione delle aziende, oltre ad abbattere i costi che ricadono sulla collettività.

Nello specifico per il settore delle cave si vuole aggiungere l’importanza della stretta collaborazione fra le varie figure presenti in un’impresa e l’importanza della condivisione che porta ad incorrere in meno rischi.

Per la realizzazione della campagna è stato costituito un gruppo di lavoro composto dai referenti regionali e aziendali dei settori della comunicazione e della sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolgendo nelle fasi di predisposizione anche le parti sociali, al fine di individuare i contenuti del messaggio.

Il costo complessivo della campagna è di 30.000,00 euro.

Tutte le informazioni su www.regione.toscana.it/lavoraresicuri

Guarda la campagna sulla sicurezza nelle cave: www.regione.toscana.it/-/sicurezza-nelle-cave-di-marmo

L'articolo Cave, parte la campagna di comunicazione per la sicurezza proviene da www.controradio.it.

APUANE: SALVO CANE PRECIPITATO DA 50 METRI

Apuane-caveokUna coppia di escursionisti di Pisa ha inviato una richiesta di soccorso al 118 perché il proprio cane era precipitato in un dirupo per circa 50 metri a poca distanza dalla Foce di Valli, Pania della Croce e la Costa Pulita.

Il cane, bianco e nero di piccola taglia, è precipitato per circa 50 metri precipitando nella vallata versiliese, molto ripida ed impervia. La Stazione di Querceta del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è stata attivata e, dopo due ore di cammino, i soccorritori hanno messo in sicurezza la coppia e hanno individuato la posizione del cane, che rischiava di precipitare ulteriormente a valle. È stato organizzato un rapido intervento tecnico di recupero in parete: i soccorritori si sono calati per una cinquantina di metri ed hanno imbracato l’animale ferito riportandolo alla Foce.

In giornata altri due gli interventi del Sast sulle Alpi Apuane. Il primo nella zona della Foce delle Porchette, nel Comune di Stazzema, dove un escursionista di Livorno ha accusato un malore e ha immediatamente chiamato il 118. Stabilito un contatto telefonico costante, i soccorritori hanno raggiunto l’uomo che è stato riaccompagnato all’attacco del sentiero. Quasi contemporaneamente la stazione di Massa è stata attivata perché un’escursionista originaria del veneziano aveva riportato un trauma alla caviglia su una pietraia nella zona della Casa degli Alberghi, poco distante dell”attacco delle ferrata del Monte Contrario. Sul posto è intervenuto l’elicottero Pegaso 1, che ha provveduto al recupero e quindi al trasporto dell”infortunata all’Ospedale Versilia.

 

The post APUANE: SALVO CANE PRECIPITATO DA 50 METRI appeared first on Controradio.